domenica 31 agosto 2014

L’Inghilterra Chiede di Far Scoppiare la Terza Guerra Mondiale: Russia Fuori da Swift

Partiamo con la notizia.

da Bloomberg

The U.K. will press European Union leaders to consider blocking Russian access to the SWIFT banking transaction system under an expansion of sanctions over the conflict in Ukraine, a British government official said.
The Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication, known as SWIFT, is one of Russia’s main connections to the international financial system. Prime Minister David Cameron’s government plans to put the topic on the agenda for a meeting of EU leaders in Brussels Aug. 30, according to the official, who asked not to be named because the discussions are private….



Questa è una cosa seria, maledettamente seria.

E le conseguenze sarebbero imprevedibili.

Per ora la Russia ha poche alternative a Swift per i collegamenti finanziari internazionali. E un blocco dell’accesso metterrebbe in seria difficoltà Mosca. Che dovrebbe rispondere con qualcosa di altrettanto grosso e pericoloso.

Come ovvio Swift, ora ha il 100% di probabilità di essere affiancato da altri circuiti non “occidentali”, ma per intanto la minaccia per Putin non è da sottovalutare.

Il punto è capire se l’Europa (ex anglosassoni) si suiciderà.

E’ ora di terminare questa follia. La Russia deve rimanere un solido alleato e partner commerciale affidabile per l’Europa ( piaccia o no agli anglosassoni).

fonte:http://www.rischiocalcolato.it/2014/08/linghilterra-chiede-far-scoppiare-terza-guerra-mondiale-russia-fuori-swift.html

Global Change: è forse in “arrivo” un grande Evento Epocale?

Esiste un’intera “Storia”, totalmente negata all’umanità. Una grandiosa realtà che possiede un passato, un presente, un futuro e che da sempre scorre parallela alla realtà nella quale viviamo. Una Storia volutamente negata all’umanità, che cede il passo ad una realtà alternativa nella quale è costruito il “meccanismo” che da’ vita al nostro “Sistema” – il mondo – nel quale l’uomo scrive la propria storia. Un mondo che non ha bisogno di conoscere “certe verità”. La vita di ogni essere umano “deve” evolversi in modo “prestabilito” per trovare “orizzonti percorribili”, non c’è spazio per scomode realtà che destabilizzerebbero quel tipo di concetto di vita che abbiamo imparato a conoscere.


Fino a qualche decennio fa, si viveva nella convinzione che il più grande segreto custodito dagli uomini che detengono il potere fosse la verità sull’esistenza di Entità Extraterrestri. Ora gli orizzonti si fanno sempre più nitidi e in fondo all’infinito tunnel delle verità nascoste si trova “qualcosa” di assai ben più importante. Un “Evento Cosmico” di proporzioni bibliche che coinvolgerebbe ciclicamente l’intera vita sulla Terra. Questo Evento è destinato a “tornare”.
Non abbiamo bisogno di ufficializzazioni che confermino l’esistenza di Extraterrestri nel nostro mondo.

I “Governi” non possono e non vogliono dare una notizia così sopra le righe, non in questo presente. Una verità di questa portata non può far parte della “storia” in cui viviamo. Inoltre la realtà extraterrestre appartiene già alla “Storia Negata” che scorre parallela alla nostra; molto probabilmente non verrà mai rivelata dai governi terrestri, non qui. Questa “scottante” realtà che molti di noi stanno imparando ad accettare sta venendo alla luce per volere degli stessi Extraterrestri. Il grande “muro della segretezza” si sgretola sotto gli occhi di coloro che abbracciano con l’anima la vera realtà dei fatti, la “Vera Storia”.
Ora più che mai abbiamo la totale certezza che esistono Esseri provenienti da altri mondi e sappiamo bene che interagiscono anche qui sul nostro pianeta e nell’intero Sistema Solare. Possiamo osservare coi nostri occhi che attorno a noi la presenza extraterrestre è dilagante, imbarazzante. La loro “forza” e ostinazione nel comparire ovunque fa pensare ad un grande cambiamento in corso, pronto ad entrare in scena da un momento all’altro.


Gli Extraterrestri sembrano essere in attesa di un “Evento Cosmico di indicibili proporzioni”
Queste Entità Multidimensionali che interagiscono attorno a noi, non sembrano appartenere al nostro Piano di Esistenza, probabilmente discendono da Piani Sensoriali, Astrali e sicuramente fanno parte di un infinito organigramma che “diffonde” e “manipola” la Vita Cosmica in un armonioso intreccio di Piani Esistenziali fatto a gradini, che si evolve attraverso interminabili “Dimensioni Impercettibili”.
“L’inquietudine” degli Extraterrestri
Anche se buona parte di questa realtà non viene confermata dai governi, noi abbiamo la certezza di ciò che vedono i nostri occhi; abbiamo l’assoluta convinzione che queste “Creature” intervengano là dove l’uomo non può arrivare. Sappiamo che da anni Essi sorvegliano la nostra stella ed intervengono sulle dinamiche dei processi di fusione termonucleari da essa sprigionate. Perché? Da diversi anni molte immagini catturate dalle sonde della NASA mostrano degli enormi oggetti extraterrestri di dimensioni planetarie che si muovono costantemente a distanza ravvicinata dal Sole. Questi enormi “oggetti artificiali”, appartenenti ad esseri provenienti da altri mondi, stanno interagendo con la nostra stella. Essi stanno “livellando” i flussi delle emissioni di energia sprigionate dal Sole, ma non soltanto.
La presenza di una “seconda stella” nelle vicinanze potrebbe essere una valida motivazione di questo Loro sofisticatissimo intervento alle soglie del “Divino”.

Abbiamo assistito ad un Loro intervento (ai limiti della fantascienza) nei confronti di un enorme meteorite (Russia 15 Febbraio 2013) e tanti altri video mostrano la Loro presenza nei pressi di meteore infuocate che impattano nell’atmosfera terrestre. Li abbiamo più volte visti (coi loro velivoli) all’interno di tempeste, in prossimità di uragani e tornado, senza venire minimamente coinvolti dalla furia dei fenomeni naturali estremi in atto. Abbiamo le prove di come ispezionino di continuo i nostri vulcani e di come siano entrati al loro interno interagendo sicuramente nelle zone vicine al nucleo della Terra, probabilmente per motivi di monitoraggio dei mutamenti in corso che avvengono nel sottosuolo, legati certamente ad un possibile enorme stravolgimento climatico.
Dunque gli Extraterrestri sembrano essere molto “preoccupati” per il pianeta in cui viviamo. Cosa si nasconde dietro questa “Loro inquietudine”?
I governi segreti sembrano non poter fare nulla di fronte alla “presa di posizione” di questi Esseri Multidimensionali, è ormai chiaro che non riescono più a tenerli nascosti. Da alcuni anni gli extraterrestri sembrano decisi ad uscire allo scoperto, o comunque si mostrano con grande disinvoltura e sicurezza. Ma perché? Quale motivo sta spingendo queste Entità in decisioni così azzardate?
E’ forse in “arrivo” un Grande Evento Epocale?
Il più grande segreto dell’intera Storia dell’umanità viene tuttora custodito con grande attenzione. La presenza extraterrestre pare proprio essere passata in secondo piano. “Chi governa il mondo” sta cercando di nascondere un segreto ben più “imponente” della presenza extraterrestre. Una pagina di storia scottante, una verità sconvolgente, qualcosa che è strettamente collegato all’intervento extraterrestre nel nostro Sistema Solare.
Un Evento destinato a ripetersi…
Scritto da Dan Keying
Redazione Segnidalciel

Alfred Webre: i disastri globali che stanno colpendo il nostro pianeta, sono gli effetti della “Kill Zone” di Planet X



Il Dr. Alfred Lambremont Webre, parla del Pianeta X-NIbiru. Secondo lui, l’idea stereotipica e catastrofica che si ha riguardo il passaggio ravvicinato del Pianeta X/Nibiru, il pianeta che orbita intorno alla presunta Nana Bruna sorella del nostro Sole, è solo quella di distruzione.
Portatrice di eventi globali e costieri seguiti da maremoti in grado di distruggere completamente le città litoranee, imponenti tempeste solari che innescano l’inversione dei poli e l’estinzione di massa della razza umana dalla superficie terrestre, mentre il complesso monarchico, finanziario, politico e di intelligence militare troverà riparo e sopravvivenza nelle basi militari poste nelle profondità sotterranee.
Il Dr. Alfred Lambremont Webre, parla del Pianeta X-NIbiru

E se l’imminente transito del Pianeta X/Nibiru, che secondo nuove informazioni avrà all’inizio dal 2016, portasse a cambiamenti positivi invece che di distruzione?
Alfred Webre in suo articolo del 2013, parlava di stime secondo cui il Pianeta X/Nibiru ha orbitato nel nostro sistema solare interno più di 1.25 milioni di volte nel corso dei 4.6 miliardi di anni di vita del Sole. La Terra fa parte di un sistema solare binario che ruota intorno al Sole e la Nana Bruna, che orbita intorno al nostro Sole in un orbita ellittica di 3600 anni, si trova in posizione periferica rispetto all’eclittica.
Dal punto di vista storico, durante i suoi più di 1.25 milioni di passaggi ravvicinati nel nostro sistema solare, il Pianeta X/Nibiru ha avuto disparati effetti sulla Terra.

Recentemente, importanti dati astronomici raccolti dal ricercatore Marshall Masters, presagiscono un possibile avvicinamento del Pianeta X/Nibiru nel 2016.

E per quanto riguarda la “Kill Zone”?
Lo studioso di Nibiru, il Dr. Marshall Masters, dichiara: “dalla fine del 2013 all’inizio del 2014 la Nana Bruna si troverà in una congiunzione superiore (dalla parte opposta del Sole all’interno dell’orbita della Terra). In questo periodo di tempo, la Nana Bruna attraverserà l’eclittica fino ai cieli del Nord, dove inizierà ad avere interazioni più serie con il nostro Sole. Vedremo, così, tempeste solari e un grande aumento di fenomeni vulcanici e sismici.
“Dal 2015 al 2016, vedremo l’oggetto orbitale più esterno della Nana Bruna (Planet X) monitorato con migliaia di immagini dall’osservatorio che si trova sul vulcano Turrialba.  Poco dopo, la piccola stella si muoverà intorno al nostro lato del Sole dal suo punto di perielio ( la distanza più vicina al Sole) verso la massima elongazione ad ovest (il nostro lato del sole, all’interno della nostra orbita a destra). Da questo momento, entrerà nella “Kill Zone”.
La Kill Zone è quella parte dell’orbita della Nana Bruna che va dal perielio all’eclittica ( il livello del nostro sistema solare). In questa fase vedremo tempeste solari di proporzioni bibliche.”
“La fine della Kill Zone quando sarà? Beh… il sistema del Pianeta X uscirà dal nostro attraverso la quadratura di Ovest (la nostra posizione, uscendo dall’orbita della Terra) in quanto quest’ultima attraversa l’eclittica dai cieli del Nord a quelli del Sud. In questo momento l’inversione dei poli sarà più probabile in quanto la Nana Bruna si congiungerà alla nostra litosfera ( la crosta terrestre e la porzione di mantello esterno) dove le forze gravitazionali di marea causano l’inversione dei poli.”
“E la fase Post Kill Zone: Complessivamente, da questo momento fino a quando inizieremo nuovamente a vedere cieli azzurri, l’intera azione di questo passaggio potrebbe richiedere fino a un decennio. Il Pianeta X/Nibiru potrebbe non essere il distruttore della “Kill Zone”
Le previsioni riguardo il transito del Pianeta X/Nibiru nel 2016 potrebbero essere fondate
Tuttavia, stando a questo pronostico, l’avvicinamento del Pianeta X/Nibiru porterà con se automaticamente “ tempeste solari di proporzioni bibliche” e l’inversione dei poli.
Impatti distruttivi sulla Terra e sulla società potrebbero non derivare da fattori astronomici, solari, geologici o sismici scatenati dal Pianeta X/Nibiru, ma bensì dal modo in cui l’umanità stessa reagirà alla presenza della Nana Bruna nel nostro sistema solare.
Le nostre gerarchie politiche e finanziarie stanno, forse, tentando di creare una “kill Zone” manipolando l’avvenimento che si terrà nel 2016 allo scopo di creare situazioni di panico generale, una guerra mondiale, e catastrofi naturali causate da armi di distruzione di massa come il programma di ricerca Aurora attiva ad alta frequenza (HAARP) e armi chimiche.
La chiave per il nostro futuro, è il modo in cui l’umanità reagirà e farà fronte a questa “Kill Zone artificiale”.

La Dark Star “Nemesis” con alcuni pianeti orbitanti

Pianeta X/Nibiru: fonte di un cambiamento positivo per l’umanità

L’umanità ha l’opportunità di vivere il transito del 2016 (tra il 2016 e 2020) del Pianeta X/Nibiru come fonte di un cambiamento positivo.
Nel libro scritto da Webre e intitolato “THE AGE OF CATACLYSM” (1974), scrive:  “riguardo il Pianeta X/Nibiru, il suo passaggio ravvicinato, porterà alla creazione di nuove città, all’immigrazione di massa della popolazione oltre i confini nazionali, (quello che sta vivendo l’Italia in questo periodo)  alla produzione congiunta di cibo per le specie presenti nelle poche aree rimaste intatte dopo la distruzione, ad un’esplosione di scienza e tecnologia, a problemi logistici di dimensioni che neanche possiamo immaginare, e porterà necessariamente ad un ritorno alla saggezza e alla fede da parte degli uomini seguito da una profonda fiducia nei processi umani e nella mente individuale.
Questo è il preludio ad un’era di pace mondiale e di libertà dal punto di vista della creatività, cooperazione, e felicità che non ha precedenti nella storia dell’umanità. Come arriveremo a quest’era, è in gran parte nelle nostre mani. Ci stiamo avvicinando alla conoscenza, che ci permetterà di superare la distruzione e di riorganizzare una nuova intelligenza. Questa conoscenza – che, paradossalmente, giunge in anni caratterizzati da crescente intensità di limitazioni della ragione – potrebbe diventare la nuova arca che, in sicurezza, ci condurrà verso le oscure acque del diluvio universale.”
Di  Montevecchi Valentina



SEGNALI DAL CIELO A FRANCAVILLA DI SICILIA

Nella serata di domenica scorsa, diversi residenti hanno contemporaneamente avvistato, da differenti punti d’osservazione, due sfere luminose che, per alcuni secondi, hanno effettuato strane evoluzioni nello spazio sovrastante contrada Contura. La cittadina dell’Alcantara non è nuova a tali presunti fenomeni ufologici.
I cieli di Francavilla di Sicilia tornano ad essere solcati da strane luci, avvistate nella serata di domenica scorsa, intorno alle ore 22.00, da più persone simultaneamente e da diversi punti del paese. Il fenomeno ha avuto per protagoniste due sfere luminose, poco più grandi di una normale stella, che per alcuni secondi hanno effettuato repentini movimenti oscillatori in orizzontale ed in verticale, non certamente possibili per dei velivoli di creazione umana.
I presunti Ufo hanno volteggiato, in particolare, all’altezza della contrada francavillese denominata “Contura”, e sono stati notati da diversi angoli d’osservazione (tra cui da Piazza Wojtyla e dal quartiere Matrice) da più cittadini che si trovavano a passeggio o affacciati al balcone di casa.
Il rapporto tra Francavilla di Sicilia ed i cosiddetti “Et” è una vecchia storia.
Rovistando negli archivi del “Centro Italiano Studi Ufologici” (C.I.S.U.), si apprende che già a metà degli Anni Settanta proprio da questo Comune della Valle dell’Alcantara vennero segnalati numerosi avvistamenti Ufo soprattutto da parte di giovani, come gli allora adolescenti francavillesi Franco Guidotto e Salvatore Puglisi, che erano soliti trascorrere le loro serate nella cosiddetta “passeggiata” di Via Regina Margherita; in quei casi si fa, in particolare, riferimento a sfere luminose nonché ad oggetti volanti di forma allungata sfreccianti nel cielo a velocità stratosferica, ma pure in grado di stazionare immobili alcuni secondi per poi improvvisamente “schizzare via” dileguandosi nelle tenebre: tutti movimenti, evoluzioni ed acrobazie che nessun velivolo terrestre sarebbe a tutt’oggi in grado di effettuare.
Tali fenomeni si sono ripresentati con notevole frequenza nell’autunno di cinque anni fa, quando diversi cittadini di Francavilla di Sicilia, tutti di assoluta attendibilità (insegnanti, pubblici impiegati, operatori economici, ecc.), avvistarono nei cieli luci in movimento e dall’inusitata intensità nonché oggetti strani, simili ad astronavi, nelle campagne.
La maggior parte degli avvistamenti del 2009 ed un altro paio registrati sempre a Francavilla all’inizio della scorsa estate hanno avuto come “location” i terreni ed i cieli tra le adiacenti contrade Cappuccini e Contura, ovvero la stessa area del recente avvistamento di domenica scorsa; ciò induce molti appassionati della materia a ritenere che il lembo di territorio francavillese in questione possa addirittura ospitare una base extraterrestre.
Autorevoli studiosi locali sostengono, altresì, che la cittadina dell’Alcantara potrebbe addirittura costituire una “meta prediletta” dagli “Et”. Si è spesso discusso, infatti, dei rapporti tra gli esseri di altri mondi e le misteriose ed evolutissime antiche civiltà degli egizi e degli aztechi; trattasi di questioni che si dipanano da ere lontanissime. Ebbene: così come l’Egitto, con le sue piramidi ed i suoi geroglifici, ed il territorio messicano, un tempo abitato dai progreditissimi Maya, pure il territorio francavillese presenterebbe specifiche testimonianze di rapporti millenari con creature “superiori”, come i numerosi megaliti (ossia i macigni di roccia) disseminati nelle campagne, le cui conformazioni evocano i volti di esseri umanoidi.
La questione ufologica è, indubbiamente, affascinante e va affrontata con le dovute cautele, senza facili “entusiasmi”, ma nemmeno pregiudizi: si può essere scettici su determinati fenomeni o avvistamenti, ma ritenere che, in un Universo dalle dimensioni incommensurabili, il “dono” della vita sia prerogativa esclusiva del pianeta Terra, ci sembra francamente un atteggiamento di eccessiva presunzione.
Rodolfo Amodeo
FOTO: ricostruzione grafica dell’avvistamento ufologico di domenica scorsa a Francavilla di Sicilia
fonte:http://pianetablunews.wordpress.com/2014/08/21/segnali-dal-cielo-a-francavilla-di-sicilia/

sabato 30 agosto 2014

SE NON CI STERMINERA’ LA GUERRA NUCLEARE, FORSE LO FARA’ IL VIRUS DI EBOLA





Pubblichiamo una “ottimistica” previsione del noto analista Paul Craig Roberts

Ho appena sentito alla National Public Radio due cose che hanno totalmente distrutto quel minuscolo briciolo di fiducia che ancora avevo nella leadership americana. Ho concluso che il termine “americano intelligente” è un ossimoro.

Le nostre elite hanno deciso che gli americani non sono abbastanza minacciati dalla guerra e dal caos economico, così stanno portando l’ebola virus in America. La Public Radio ha riportato che due persone infettate dal virus, che non ha cura ed è di solito mortale, stanno venendo trasportate all’Emory University Hospital di Atlanta, Georgia.

Basta un colpo di tosse, uno starnuto, una goccia di saliva, e il virus è libero, in uno dei principali nodi di trasporto degli USA. Qualcuno vuole la pandemia? C’è poco dubbio che gran parte del mondo farebbe un gran respiro di sollievo se si sbarazzasse di Washington.


I portatori di ebola verranno apparentemente messi in quarantena in camere speciali. Ma sappiamo già che gli ospedali americani non riescono a contenere nemmeno le infezioni da stafilococco (http://rt.com/usa/177408-nightmare-bacteria-antibiotic-southeast/). Che ne sarà degli utensili, i piatti, le tazze, i bicchieri con cui le persone infette da ebola mangiano e bevono? E chi pulirà i vasi da notte? Un solo errore di una persona, una lacrima in un guanto di gomma, e il virus è rilasciato.

Se non moriremo di ebola, dovremo comunque scansare la guerra nucleare. Ho ascoltato parte della conferenza stampa di Obama: ha accusato Putin di tutte le cose che solo Obama sta facendo. Se crede davvero in quello che ha dichiarato alla stampa, è completamente disinformato dai suoi consiglieri. Se non crede alla rozza propaganda che fa, sta consapevolmente spingendo alla guerra contro la Russia, che probabilmente significa anche contro la Cina e la fine di noi tutti.

Teniamo presente che, dopo 8 anni, l’esercito statunitense non è riuscito ad occupare con successo l’Iraq, e che, dopo 13 anni, non riesce a sconfiggere poche migliaia di talebani poco armati in Afghanistan.

Russia e Cina non sono l’Iraq, la Libia o l’Afghanistan. La guerra con la Russia sarà nucleare. Washington si è preparata per questo: ha abbandonato il trattato ABM, creato quello che crede essere uno scudo ABM, e cambiato la sua dottrina per permettere il primo attacco nucleare statunitense. Tutto ciò è ovviamente diretto alla Russia, e il governo russo lo sa. Per quanto ancora la Russia starà ferma ad aspettare il primo attacco di Washington?

La Russia non ha fatto nulla tranne che contrastare, tardivamente, le bugie che Washington usa per cominciare le guerre. La Russia (e la Cina) avevano seguito le menzogne di Washington circa le armi di distruzione di massa dell’Iraq. Avevano seguito la favola per cui il tentativo di conquista e occupazione dell’Afghanistan da parte di Washington, durato 13 anni, serviva a trovare Osama bin Laden.

Erano cadute nell’inganno di Washington secondo cui la risoluzione dell’ONU che istituiva una no-fly zone sulla Libia aveva lo scopo di impedire all’aviazione di Gheddafi di bombardare il suo popolo, solo per scoprire che Washington abusò della risoluzione per inviare aerei NATO a rovesciare il governo libico.

Quando Washington tracciò una “linea rossa” nella sabbia riguardo all’uso, da parte del governo siriano, di armi chimiche contro le forze esterne organizzate da Washington e spedite in Siria per rovesciare il governo, facendo finta che questi mercenari islamisti fossero i veri sostenitori della democrazia in Siria, la gran parte del mondo sapeva che Washington stava per organizzare un attacco chimico per poi addossarne la colpa ad Assad.

Quando l’attacco orchestrato puntualmente avvenne, questa volta Russia e Cina non ci cascarono. E nemmeno il parlamento britannico.

Washington non riuscì a produrre alcuna prova a sostegno delle accuse che aveva lanciato nella speranza di ottenere almeno l’appoggio britannico per un assalto militare alla Siria. La Russia, tuttavia, riuscì a produrre delle prove, e le prove sventarono il complotto di Washington contro la Siria.

L’intervento russo fece arrabbiare Washington, così come l’intervento russo che bloccò il complotto per attaccare l’Iran. Washington, priva di qualsiasi prova e in contraddizione con i resoconti dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica, per i cui ispettori sul terreno in Iran non vi era dirottamento di uranio dal legittimo programma energetico verso un programma bellico, si preparò comunque ad attaccare l’Iran. L’Iran venne circondato da circa 40 basi militari statunitensi e due flotte di Washington al largo delle sue coste.

Ma intervenne la Russia ed elaborò un accordo, che Washington doveva accettare, per cui l’arricchimento iraniano dell’uranio sarebbe stato mantenuto al livello basso usato per produrre energia, molto al di sotto di quello richiesto per gli armamenti.
Due note negative per la Russia, il cui governo aveva prevenuto le guerre volute da Washington. Dalla Russia (e dalla Cina) ci si aspettava che appoggiassero le bugie di Washington come gli stati fantoccio di Europa, Canada, Australia e Giappone, paesi che da molto tempo avevano consegnato la loro sovranità a Washington.

Sfortunatamente per la Russia, ha dimostrato di aver raggiunto abbastanza potere e influenza per bloccare i piani di guerra di Washington, e ha di conseguenza fatto scattare la dottrina Wolfowitz contro di essa. Ho citato questa dottrina in articoli recenti, ma la potete cercare su google e leggerla voi stessi.

La dottrina è la base della politica estera di Washington, e dichiara che il principale obiettivo di tale politica è di prevenire l’ascesa di qualsiasi paese possa bilanciare l’egemonia statunitense sul mondo (la dottrina fa menzione esplicita della Russia, ma vale anche per la Cina).
Washington è disturbata dal fatto che la Russia abbia per due volte sventato le sue intenzioni belliche, e che il parlamento dello stato fantoccio di Gran Bretagna abbia votato con i russi. Washington è anche preoccupata dai crescenti rapporti economici e politici tra i suoi stati fantoccio europei e la Russia. I paesi europei, specialmente la Germania, hanno numerose connessioni redditizie con la Russia, da cui tutta l’Europa dipende per gli approvvigionamenti di energia.

Washington ha concluso che rischia di perdere il suo controllo sull’Europa. Mentre il governo russo stava dormendo godendosi le Olimpiadi, Washington fece scattare il colpo di stato a Kiev. La neo-con Victoria Nuland, nominata da Obama assistente segretario di stato, lo scorso dicembre annunciò in una conferenza stampa che Washington aveva speso 5 miliardi di dollari per comprare le ONG ucraine (che, come quinte colonne, potevano essere usate per dimostrazioni di piazza e per destabilizzare il governo) e per coltivare e comprare politici ucraini che avrebbero fatto da spalla a Washington. Naturalmente la Nuland descrisse l’acquisto dell’Ucraina da parte di Washington come un “far avanzare la democrazia”.
Il golpe contro il governo democraticamente eletto portò al potere elementi estremisti che proclamavano il loro odio verso gli ebrei e i russi. Questi elementi misero fuori legge il russo quale lingua ufficiale e perpetrarono violenze fisiche contro la popolazione russofona.

L’Ucraina è sempre stata una terra dai confini mobili. Come disse qualcuno, “l’Ucraina è un paese in cerca di confini.” Quando era una provincia sovietica, i leader sovietici vi annetterono, per varie ragioni, province tradizionalmente russe. Quando l’Unione Sovietica nel 1991 collassò, le pressioni di Washington su di una Russia debole risultarono nella separazione dell’Ucraina dalla Russia, compresa la Crimea, che era stata russa dal ’700 e costituiva l’unico porto russo in acque temperate.

Le popolazioni russe nei territori che i leader sovietici avevano stupidamente annesso all’Ucraina vennero messe in allarme dall’estrema russofobia del governo che Washington aveva installato a Kiev. Tali territori votarono per ricongiungersi alla patria e staccarsi dal russofobico stato fantoccio degli USA. Il governo russo accettò la richiesta della Crimea, ma non delle altre ex province russe, per dimostrare all’Europa che la Russia non era provocatoria, né la causa della crisi. Putin fece perfino ritirare dalla duma l’autorizzazione ad intervenire militarmente in Ucraina per proteggere le province secessioniste. Questo auto-controllo ha danneggiato, più che aiutare, la posizione del governo russo. Washington ha usato la sua macchina propagandistica per etichettare l’autodeterminazione della Crimea come “invasione e annessione da parte della Russia”.

L’auto-controllo russo riguardo alle richieste di ricongiungimento delle altre province ex russe ha finito con l’incoraggiare Washington ad attaccarle militarmente per mano del governo di Kiev. La propaganda è poi riuscita ad incolpare la Russia per la guerra lanciata da Washington contro le province separatiste.

A Washington non interessa la verità, e la Russia non può vincere una guerra di propaganda con Washington, che controlla il linguaggio del mondo, l’inglese. I media occidentali sono fatti da idioti che permettono a Washington di spingere verso la guerra e lo sterminio della vita sulla Terra.

Se la Russia avesse accettato le richieste delle province separatiste, non ci sarebbe guerra. Il governo ucraino è demente e controllato da Washington, ma non avrebbe attaccato territori riconosciuti dalla Russia come propri. Washington interpreta l’auto-controllo russo come debolezza, e ha quindi aumentato la pressione. La Russia ha anche convinto l’Europa che aderire alle sanzioni di Washington non comporta costi da parte russa. Contando sulla buona volontà, la ragionevolezza, la verità e l’evidenza, la Russia ha misinterpretato Washington e i suoi vili burattini europei.

Ciò che Obama oggi (1°agosto) intendeva nella sua conferenza stampa alla Casa Bianca, quando ha detto che Putin dovrebbe usare la diplomazia -cosa che Putin ha fatto senza risultato- è che Putin dovrebbe consegnare la Crimea, a dispetto del volere dei popoli di Crimea e Russia, al governo fantoccio di Kiev, cosicché Washington possa sloggiare la Russia dal suo porto temperato e dall’accesso al Mare Mediterraneo, rendendo in tal modo inutile la base navale russa a Tartus, in Siria. Obama vuole anche che Putin invii nei territori separatisti dell’Ucraina forze militari per farli sottomettere al governo fantoccio di Kiev. Questa è la posizione “diplomatica” di Washington. Solo una persona totalmente demente potrebbe considerare la posizione di Obama realista.

Come persona considerata imparziale dai media mondiali e che arriva a conclusioni ragionevoli indipendentemente dalla propaganda di Washington, vengo spesso intervistato da media indipendenti, sia stranieri che statunitensi. Recentemente i media russi si sono rivolti a me in numerose occasioni. Quello che ho imparato è che i media russi sono perplessi dall’ostilità di Washington verso la Russia.
La Russia non sta operando nel vecchio Sud Confederato per cercare di aizzarlo contro Washington perché questa ha rapinato, assassinato, e distrutto la cultura del Sud, ma Washington al contrario sta operando nel sud russo per cercare di aizzare l’Ucraina, a lungo parte della Russia, contro la Russia.

Poiché i russi, tranne forse il governo, non conoscono la dottrina Wolfowitz, non sanno che l’obiettivo principale di Washington è di prevenire l’ascesa di altre potenze che potrebbero limitare il suo ruolo di sola “unipotenza”, egemone sulla Terra.
Anziché rendersi conto della vera minaccia, i media russi mi chiedono se il bilancio russo possa reggere il taglio delle forniture energetiche all’Europa in risposta alle sanzioni di Washington. Ogni volta che sento questa domanda sono sorpreso. La Russia può far chiudere gran parte dell’industria europea e lasciare gli europei al freddo, e i media russi mi chiedono se la Russia se lo può permettere? Si può permettere di venire demonizzata dalle menzogne, di venire colpita da sanzioni propagandistiche che danneggeranno l’Europa e alcune aziende statunitensi, di apparire così debole da essere inerme di fronte alle sanzioni occidentali e da accettarle senza dimostrarne il costo all’Europa e agli USA? Ma Washington ha fatto il lavaggio del cervello perfino ai russi?

Sono preoccupato dalla crisi orchestrata da Washington, perché credo che stia portando alla guerra, che sarà nucleare. Siete pronti a venire distrutti per le bugie di Washington sull’aereo malese? Sono convinto che dietro l’abbattimento del MH-17 ci sia Washington, perchè la sua propaganda era evidentemente già pronta e aspettava solo di essere messa in atto. Che Washington sia responsabile è il motivo per cui non fornirà le foto satellitari dell’area al momento della distruzione dell’aereo. E’ il motivo per cui Washington risponde alle prove fattuali russe con menzogne e propaganda. E’ Obama e i sono tirapiedi di Obama a Kiev che rifiutano di negoziare, non la Russia.

La Russia ha altrettante testate nucleari di Washington, e lo “scudo ABM” è una farsa. Se il folle governo americano condurrà una crisi, da esso stesso creata, alla guerra, moriremo tutti, e per cosa? La risposta è: per una BUGIA di Washington.
Volete morire per una bugia? Un’altra bugia di Washington? Se non volete, è meglio che lo facciate sapere a Washington.

La Russia non può mettere fine a questa crisi a meno che non prenda una posizione diversa. Ho precedentemente argomentato che la Russia dovrebbe portare il caso all’ONU. In alternativa, dovrebbe coinvolgere l’Europa in due questioni. Una è: l’Europa vuole che la Russia le tagli le forniture energetiche, forniture che Washington, nonostante le sue bugie, non potrà rimpiazzare se non forse fra 3 anni o più? L’altra è: l’Europa vuole una guerra contro la Russia, e pensa che quei paesi idioti che ospitano i missili di Washington non verranno bombardati con armi nucleari e sterminati?

La crisi in Ucraina continuerà a spese della Russia e di tutta l’umanità, finché la Russia spiegherà allo stupido, arrogante, supponente Occidente che le sue azioni criminali e aggressive contro di essa hanno un costo reale, e che la Russia è pronta a farlo pagare.

I popoli dell’Occidente, vittima della propaganda, non hanno idea del destino verso cui i loro governi dementi li stanno portando. La Russia deve mettere in chiaro ai popoli disinformati dell’Occidente che non ha intenzione di diventare uno stato fantoccio o di accettare le aggressioni gratuite dello stupido alla Casa Bianca.
Aiuterebbe a salvare la vita sulla Terra se anche la Cina lo mettesse in chiaro. Prima è, meglio è.
A meno che il mondo non tenga a freno i criminali dementi a Washington, ha firmato la propria condanna a morte.
Fonte: Paul Craig Roberts

Viaggio astrale

 6 Tecniche per uscire dal proprio corpo e rientrarvi con lo sdoppiamento evolutivo
Scarica il pdf QUI

il viaggio astrale tecniche dell'onda azzurra

Tecnica dell'onda azzurra
Tecnica Onda Azzurra
Una delle tecniche più semplici ed efficaci e' quella di immaginare un'onda azzurra che ci pervade a macchia d'olio dai piedi alla testa. Ma andiamo con ordine, prima di tutto bisogna scegliere il luogo adatto, in genere la propria stanza da letto, considerata per la maggiore il luogo più tranquillo della casa poi accertarsi di non essere disturbati durante l'esercizio; un minimo rumore o preoccupazione, specie le prime volte può mandare a monte tutto il lavoro svolto sino a quel momento. Una volta scelto il luogo e prese le precauzioni accurate bisogna attenuare la luce dell'ambiente, possibilmente oscurare del tutto la stanza, per chi e' infastidito dal buio non c'e' problema i risultati ci saranno comunque forse con un po' di pazienza in piu' rispetto al buio completo. Sdraiarsi quindi sul letto se il luogo prescelto fosse la propria camera, o su un tappeto o altro di simile nel caso di altre stanze, la posizione deve essere supina, cioè completamente distesi a pancia in su con le braccia e le gambe leggermente divaricate; accertarsi di essere ben comodi e di avere la colonna vertebrale completamente diritta, evitare cuscini troppo alti. A questo punto comincia la tecnica vera e propria: chiudere gli occhi e cercare di svuotare la mente dai pensieri, se non ci riuscite perché qualche pensiero prepotentemente vi distrae, non preoccupatevi, lasciatelo scorrere, e passate oltre, lui svanirà nel nulla, sfumandosi nel vuoto che state creando........ Cominciate a respirare senza fretta, inspirare, trattenere ed espirare, dapprima normalmente, poi sempre più ampiamente e facendo una breve pausa tra una fase e l'altra sino ad arrivare al livello di vostro agio visualizzare il vostro corpo sdraiato, immaginatelo il più completo possibile, adesso soffermate lo sguardo sul vostro piede destro, entrate nei particolari, sulle dita e poi sul pollice e sull'unghia.... da qui inizierete a notare una macchia (un punto, una linea, un alone) di colore azzurro che comincia ad espandersi sia al di fuori del dito che al di dentro, trapassando i peli la pelle le ossa i tessuti sanguigni; seguitela visivamente mentre pervade il dito pollice passando poi alle altre dita, una ad una, poi al piede e su per la caviglia, il tutto molto lentamente e continuando a respirare profondamente.... Il blu continua a salire e a penetrarvi, passando alla coscia e arrivando al linguine. Ora fate lo stesso procedimento per la gamba sinistra mantenendo sempre viva l'immagine della gamba destra ormai tutta blu, sino a congiungere le due parti nel bacino inferiore.... Notare che man mano che l' onda blu tocca le parti del corpo che visualizzate esse si rilassano dolcemente. Procedete con la visualizzazione del blu che sale dal bacino verso il torace, inglobando stomaco ombellico, costole, reni, vene, pelle e così via salendo su sino al collo, da qui passate al braccio destro, come per le gambe partire dal dito per espandersi alla mano, al polso, all'avambraccio, al braccio, alla spalla per congiungersi al collo, questo anche per il braccio sinistro. Ogni parte man mano si rilassa, tenete sempre in mente che il vostro corpo adesso e' blu nelle parti coperte dall'onda.... Dal collo passate al mento alla bocca, alle gengive ai denti, alla nuca, al cervello ai capelli, su sino a completare nella parte più alta della testa..... Adesso ammirate il vostro corpo che e' diventato blu, lasciate andare il respiro, lasciatelo fluire liberamente, man mano si attenuerà da solo, non fateci più caso, rimanete vuoti contemplando il vostro senso di rilassamento; quando vi sentirete pronti cominciate ad immaginare che le parti del corpo si distaccano lievemente, da quelle reali, cioè immaginate un doppio del vostro corpo che prende forma dal distaccamento di quello vero, tipo un lieve alone col profilo del vostro corpo nella parte anteriore, lasciatevi andare, non pensate, non esiste più nulla non esiste il respiro, non esistono le forme, non esistono stimoli.... tutto e' immobile, in una stasi perpetua... quell'alone appena distinto dal corpo siete voi, leggeri e soffici che lentamente vi sollevate verso il soffitto, impercettibilmente voi siete svegli e galleggiate sopra il vostro corpo..... Adesso provate a guardarvi attorno, la luce vi pervade, la trasparenza del vostro corpo azzurro e' sorprendente, provate a guardarvi le mani, provate a muovervi, basta pensare di muoversi e ciò avviene... Se e' la prima volta che vi siete sdoppiati non restate fuori a lungo, il vostro corpo fisico non e' ancora abituato ad avervi fuori coscientemente e potrebbe stancarsi troppo, quindi rientrate, basta pensarlo, o addirittura non ne avrete neanche il tempo, vi ritroverete a contatto con il corpo senza neanche accorgervene... le prime volte e' molto difficile rimanere fuori, l'attrazione del corpo e' molto forte!! Per destarsi dalla fase di torpore cominciate a riprendere il respiro, dolcemente, per aumentarne il ritmo lentamente, immaginate nel frattempo un vento rosso, caldo che dalla vostra testa soffia verso i piedi, sfumando l'azzurro che man mano scompare, appena vi sentirete pronti cominciate a muovere le dita dei piedi, poi delle mani, poi i piedi, le mani e così via, sino a prendere piena coscienza del vostro corpo, infine stiracchiatevi come fareste la mattina così da riattivare nel modo migliore le funzioni del corpo.

venerdì 29 agosto 2014

COSA SONO I VIAGGI ASTRALI

COSA SONO I VIAGGI ASTRALI

Le cosiddette esperienze extracorporee, conosciute anche come viaggi astrali o OBE (Out of Body Experience), si possono considerare eventi straordinari grazie ai quali un individuo si percepisce consapevolmente fuori dal proprio corpo fisico. La coscienza, sostanza in cui risiede la consapevolezza, si separa quindi dal corpo per viaggiare liberamente nella dimensione astrale composta a sua volta da più livelli. Tale fenomeno non è ristretto a pochi eletti ma avviene naturalmente nel sonno di ogni essere umano, anche se in modo spesso inconsapevole e confuso a causa dell'interpretazione che ne viene data al risveglio; tuttavia sono state individuate, grazie alle esperienze raccolte in diversi studi, alcune situazioni standard che potrebbero attivarne una "variante lucida" come: uno stress fisico o emotivo molto forte, un particolare stato di trance indotto da tecniche di rilassamento profondo, l'utilizzo di potenti sostanze psicotrope come l'ayahuasca, la percezione di particolari stimoli durante la fase REM.

Anche se oggettivamente risulta complesso spiegarle in modo univoco a causa delle diverse sfumature con cui vengono percepite, le OBE, sono state oggetto di molte analisi. Pur non avendo carattere esaustivo, alcune scoperte sono state così sensazionali da destare un notevole interesse tra gli addetti ai lavori. Dagli studi effettuati (Blackmore, 1982) si riscontra che almeno il 5% delle persone abbia avuto un esperienza consapevole fuori dal corpo, ma è con molta probabilità un dato sottostimato. Per considerare le OBE un fenomeno reale a tutti gli effetti non è essenziale conservarne un'ampia letteratura scientifica; le OBE avvengono per sopperire a particolari necessità personali e sono un fatto ormai assodato e testimoniato da migliaia di persone di tutte le estrazioni, di tutte le età, in tutte le epoche. Sono fenomeni con origini talmente antiche da essere documentati e riconosciuti da tutte le tradizioni che hanno conservato la storia autentica dei propri antenati.


VIAGGI ASTRALI E SOGNI LUCIDI
I sogni lucidi, sogni in cui la consapevolezza prende il controllo del sogno, sono un fenomeno altrettanto reale e conosciuto da moltissime culture. Ne hanno parlato personalità come Ippocrate, Aristotele e Galeno ma il nome più noto è certamente quello del grande esponente della letteratura sciamanica, Carlos Castaneda, che, osservando gli insegnamenti di Don Juan, prima di addormentarsi, era solito mantenere l'intenzione di guardarsi le mani in sogno per acquisire lucidità nell'esperienza onirica. Eventi come i sogni lucidi o le OBE non possono avere cause patologiche anche perchè non procurano alcun effetto nocivo e il numero di persone palesemente sane e integrate che nel tempo ne hanno riferito l'esperienza è incredibilmente vasto. Anche se gli studi sui sogni lucidi e sulle esperienze extracorporee (LaBerge, 1988; Bleckmore, 1983, 1984; Glicksohn, 1989; Irwin, 1988) ne hanno evidenziato alcune similitudini e relazioni, queste ultime non possono essere accomunate a un sogno.




Mentre nei sogni lucidi, le immagini percepite dall'onironauta vengono create dall'mmaginazione che, anche in assenza di stimoli sensoriali, può riprodurre uno specifico ambiente e mutarlo a piacimento, nelle proiezioni astrali questo condizionamento non esisterebbe e si sarebbe pertanto liberi di osservare un "modello astrale" del mondo reale, per certi versi identico, ma percepibile in modo differente e insolitamente completo. Per familiarizzare con i "poteri astrali" è necessaria esperienza. Una volta raggiunta una certa attitudine alla lucidità onirica, dal sogno lucido è comunque possibile giungere al viaggio astrale e viceversa poichè tra i due fenomeni il passo è breve. L'induzione dei sogni lucidi può avvenire artificialmente con specifici strumenti come il Novadreamer progettato da LaBerge.


COME RICONOSCRE UN VIAGGIO ASTRALE


Benchè non sia una regola, un elemento comune che ci permette di riconoscere l'autenticità di un esperienza fuori dal corpo è la visione del luogo in cui avviene la separazione; generalmente dove è avvenuto il rilassamento o una particolare vicenda traumatica. Infatti, è tipico di chi è già esperto di viaggi astrali o ha subito traumi di una certa rilevanza, vedere il proprio corpo fisico giacere "spento" disteso nel letto, sul luogo di incidenti o in sala operatoria. La percentuale di casi positivi può scendere nei soggetti trattati con farmaci o sedativi (Green, 1983; Poynton, 1975; Blackmore, 1983). Non è raro trovare testimonianze che raccontano di essersi percepiti in astrale successivamente ad alcuni segnali avvertitivi come paralisi notturne (Salley, 1982; Irwin, 1988; Muldoon & Carrington, 1974; Fox, 1962), sussurri, schiocchi, ronzii o vibrazioni diffuse in tutto il corpo (Gabbard & Twelmow, 1984).

Altri ancora affermano di essersi improvvisamente ritrovati in ambienti dalla struttura a sconosciuta o in paesaggi celestiali, così come di riuscire a spostarsi nel tempo o di aver incontrato persone defunte e guide spirituali. Il tutto accompagnato da una consapevolezza estrema e da sensazioni incredibilmente vivide anche dopo il risveglio. Gli scenari che si possono incontrare in una OBE sono soggettivi e dipendono in buona misura dalla qualità dei pensieri della persona che la sperimenta, nonchè dal tipo di energia che la caratterizza. Di norma, pur essendoci l'eventualità che la nostra tendenza a razionalizzare e a interpretare gli eventi porti a dimenticare o a stravolgere tutto ciò che non rientra nella cosiddetta normalità soggettiva, quando si vive un simile distacco della coscienza, le sensazioni associate a questa singolare circostanza permangono per molto tempo. Risvegliarsi da una OBE è come passare da uno stato di veglia ad un altro stato di veglia, può sembrare paradossale ma in sostanza è ciò che avviene.

VIAGGI ASTRALI E MORTE

Quando il corpo fisico cessa di vivere, l'anima si separa da esso e resta nel mondo astrale per un periodo funzionale al grado di spiritualità raggiunto, generalmente in un "luogo" adatto a ripulirsi dalle "tossine" che ha assorbito nell'ultima vita materiale. Una volta avvenuta la purificazione, il corpo astrale, che funge da veicolo per l'anima come il corpo fisico funge da veicolo per il corpo astrale, si dissolve e l'essenza vitale si trasferisce in dimensioni più consone alla sua esistenza. Questi passaggi ricordano proprio le più tradizionali rappresentazioni dell'Inferno (mondo materiale, duale, conoscenza attraverso l'sperienza del contrasto), del Purgatorio (mondo astrale, attesa, pulizia dagli attaccamenti terreni) e del Paradiso (dimensione dell'anima, beatitudine, nessuna esperienza fino all'incarnazione successiva).


Una OBE è assimilabile quindi ad uno stato di morte temporanea dove la coscienza viene espulsa dal corpo per immergersi nella dimensione astrale, libera di vagare in relazione al proprio livello di consapevolezza e con l'ausilio di "sensi" molto più raffinati di quelli fisici. Non a caso una OBE viene chiamata in gergo anche "piccola morte". Una vera e propia esperienza di pre-morte (NDE), invece, non ha solo scopi esplorativi e accade assai più raramente. La si può considerare un viaggio astrale in piena regola dove però si sfiora la possibilità di accedere direttamente ai regni superiori dell'anima, senza intermezzi. Vivere una simile esperienza ha voluto dire per molte persone riconsiderare i concetti stereotipati di "morte" e di "aldilà" che gli erano stati impartiti fin dall'infanzia.

Chi vive una OBE spesso conserva la sensazione di possedere un corpo. Analogamente ai sogni lucidi, anche in un esperienza extracorporea il soggetto non percepisce se stesso attraverso i sensi ma più che altro grazie al ricordo di sé, poichè la pura coscienza non possiede una forma vera e propria. Un po' come potrebbe accadere ad un fantasma, anch'esso presente come residuo di un corpo fisico in qualche substrato della dimensione astrale, ma in essa intrappolato fino alla dissoluzione.

Chi ha sperimentato l'uscita dal corpo fisico racconta spesso di aver visto o percepito un cordone, detto "cordone d'argento", che lega il corpo alla coscienza separata. Tale collegamento consente il passaggio di energia tra il corpo fisico e quello astrale per tutta la durata del suo viaggio, breve o lungo che sia, e ne garantisce il rientro in situazioni di emergenza o di scarso apporto energetico. La sua flessibilità è pressochè infinita e non vi è pericolo che si possa recidere durante un'esperienza extracorporea. Non è sempre possibile vederlo ma rappresenta l'unico elemento che consente il ripristino dell'integrità in caso di "incontri indesiderati" (alcune presenze tipiche della dimensione astrale potrebbero turbare l'osservatore) o comunque ogni qual volta si renda nuovamente necessaria. Dopo la morte pare che il cordone si dissolva liberando la coscienza da ogni vincolo. Essa troverà la "situazione astrale" che le compete per affinità vibrazionale.

VIAGGI ASTRALI, REMOTE VIEWING E INTELLIGENCE
Governi occulti, servizi segreti e apparati militari, sinergicamente uniti e da sempre in accordo sull'utilizzo di nuove tecnologie in grado di assicurare loro il controllo, non sono mai rimasti indifferenti alle potenzialità del potere psichico. La ricerca metafisica è stata più volte oggetto di programmi finalizzati all'attuazione di tattiche militari non convenzionali. Tra questi, il progetto Stargate della CIA, iniziato negli anni '70 e chiuso ufficialmente nel 1995, è senz'altro il più attinente alla materia dei viaggi astrali. Anche conosciuto con nomi in codice quali Gondola Wish, Scannate, Sun Streak, Grill Flame e Center Lane, aveva l'obiettivo di sfruttare abilità come la chiaroveggenza e la proiezione astrale per operazioni di spionaggio e ritrovamenti impossibili. L'approccio del progetto fu di natura scientifica ma si riuscirono a produrre risultati soddisfacenti solamente nel 20% dei casi. Un esito non proprio incoraggiante visti gli stanziamenti milionari richiesti dalle forze militari statunitensi per questo tipo di sperimentazioni. Pare comunque che, da parte delle maggiori potenze, l'interesse e la fiducia nei confronti delle applicazioni metafisiche non abbia mai realmente vacillato. Nel novero dei paesi che hanno adottato programmi simili e che potrebbero utilizzare ancora oggi la visione a distanza ci sono, oltre agli Stati Uniti, la Russia, la Cina e probabilmente la Francia.
Con il termine "Remote Viewing" (visione a distanza), al tempo coniato da Ingo Swann, si intende il processo mediante il quale un osservatore percepisce informazioni nascoste o in località distanti, servendosi di qualcosa che esula dai cinque sensi canonici. Tuttavia, esiste ancora un'errata sovrapposizione nell'uso generale dei termini "esperienza extracorporea" e "visione a distanza". Chi ha sperimentato entrambe le modalità è probabilmente giunto alle stesse informazioni ma da differenti stati di coscienza. Nella prima, l'osservatore si proietta nella versione astrale del luogo da investigare e si percepisce come se fosse presente in qualche forma consapevole, nella seconda, l'osservatore è in grado di ottenere dettagli sullo stesso luogo grazie alla chiaroveggenza, ma restando consciamente "ancorato" al sito in cui si svolge l'esperimento. Il generale Joseph McMoneagle fu uno dei maggiori esponenti del progetto Stargate ed estese le potenzialità della visione a distanza al passato e al futuro. Si associò agli studi sulle OBE del Monroe Institute, centro di rierche parapsicologiche del noto inventore del sistema Hemi-Sync, Robert Allan Monroe.
- See more at: http://noiegliextraterrestri.blogspot.it/2010/11/espandere-la-soscienza-con-i-viaggi.html#sthash.flY1zWOY.dpuf

La prossima crisi economica è attesa per la primavera 2015

Le previsioni dell’istituto di ricerca e management International Institute for Management Development di Losanna annunciano il rischio di un nuovo crollo dei mercati e del conseguente collasso dell’economia nella primavera del 2015.
Anche gli americani e gli inglesi che da anni pretendono di avere all’attivo performance notevoli iniziano ad ammettere che la buona salute delle loro economie è molto artificiale. La loro industria finanziaria è devastata da deliranti operazioni monetarie.
Le cifre dell’impiego usate nelle comunicazioni ufficiali sono falsificate per il buon uso della stampa politica. In Gran Bretagna l’ufficio del primo ministro si dice felice di aver riportato il tasso di disoccupazione al 6.6% ma si astiene dal dare lezioni di condotta agli europei, nella misura in cui nel paese vi sono oltre 8 milioni di persone che lavorano meno di 16 ore la settimana. E’ un terzo della popolazione attiva che lavora meno di quanto vorrebbe.
Quando la Casa Bianca si dice felice che in giugno la disoccupazione nel paese è scesa a 6,3%, il US Bureau of Labor Statistiques precisa che il tasso dei disoccupati dell’indicatore U6 (che integra chi lavora meno di 6 la settimana) è del 12.4%. I democratici e i repubblicani sanno quali sono le cifre reali e sanno bene che il movimento del Tea-party recluta fra queste persone.
Una convenzione di banchieri ha convenuto che la politica dei QE, la stampa continua di moneta, condotta dalla Federal Reserve non ha creato ricchezza reale, ha creato un aumento spettacolare dei prezzi delle azioni nei paesi occidentali e dell’immobiliare in paesi come Brasile, Canada e Gran Bretagna.
E’ come se tutti fossero stati drogati per sopportare lo choc dei subprimes nel 2008 e la dipendenza è tale che sei dopo non si possono più interrompere le trasfusioni di morfina. Il rischio di overdose è evidente, per non parlare degli choc politici e sociali negli Stati Uniti all’avvicinarsi delle elezioni presidenziali.
Le crisi legate a un disequilibrio della stampa di moneta rispetto alla creazione di ricchezza hanno cicli di 7 anni. Nel 1994 vi era stata la bolla delle obbligazioni. Nel 2001 la bolla di internet. Nel 2008 la crisi dei subprimes americani. Nel 2015 potremmo assistere allo scoppio di una nuova bolla finanziaria, le cui ripercussioni economiche sarebbero ben più gravi, dato che la struttura è già seriamente traballante.

(Fonte : Atlantico.fr/Redazione)

Perchè la gente non reagisce davanti alle ingiustizie?

Vi è mai capitato di vedere un film come “Shindler’s list” dove i prigionieri venivano sterminati a sangue freddo? Perchè la gente non reagiva? Vi siete mai chiesti perchè non tentavano di strappare la pistola dalle mani del loro assassino? Perché anche davanti alla morte, la rassegnazione era talmente alta da non tentare nemmeno un ultima e disperata fuga? Perchè a volte l’uomo davanti alle ingiustizie si sente totalmente impotente e si rassegna? Come siamo arrivati a questa rassegnazione generale e a questa apatia, che consente ai poteri corporativi di manovrare la politica e l’economia in maniera così disumana?
Un caso famoso di impotenza appresa è quello dell’esperimento carcerario di Stanford di Philip Zimbardo. In questo esperimento, un gruppo di volontari venne diviso in due gruppi ai quali venne chiesto di immedesimarsi nelle parti rispettive di guardie e di prigionieri. Questo esperimento è stato fermato al 6º giorno a causa dei cambi eccessivi che si registrarono nelle personalità dei volontari. Le guardie si erano trasformate in sadici aguzzini, mentre i prigionieri si erano rassegnati a sopportare qualsiasi sopruso. Uno stato di rassegnazione e di impotenza era stato indotto.
Un’altro interessante esperimento che aiuta a capire meglio come la rassegnazione può essere indotta, viene mostrato in questo video, nel quale si vede come una psicologa (Charisse Nixon) riesce a provocare nella sua classe, attraverso l’angoscia e la frustrazione, uno stato di rassegnazione e di impotenza, in meno di 5 minuti. Da questi esperimenti ne risulta che in una condizione di frustrazione o di angoscia costante, l’essere umano tende a rassegnarsi e a vedere insormontabili anche le difficoltà più lievi.
Praticamente il ripetersi di un fallimento porta a pensare in maniera pessimistica di non essere in grado di risolvere il problema, quindi ci si arrende e si aprono le porte ad un fallimento certo.
Se pensiamo solo per un secondo al bombardamento mediatico al quale siamo sottoposti costantemente, non è così difficile comprendere in che maniera vengono utilizzati questi studi ed in che maniera chi li usa ne trae vantaggi… Sottoponendo una persona ad un senso di angoscia e frustrazione costante, si può indurla a pensare che non può fare niente per cambiare la propria condizione e quindi la si conduce verso uno stato di apatia e di sopportazione di qualsiasi malefatta. Comprendere come funzionano questi meccanismi può aiutare a capire come reagire positivamente alle avversità. Una volta si diceva che leggere una rivista di moda per 15 minuti abbassava l’autostima del 30%, oggi, la guerra all’autostima è stata estesa su tutti i fronti: radio, tv, giornali, pubblicità per le strade, internet e social network, che ti seguono ovunque. Immagina quindi quello che può provocare una vita intera sentendosi ripetere costantemente che qualcosa non va bene nella tua vita. Che la tua macchina è vecchia, che il tuo guardaroba è fuori moda, che i tuoi denti non sono bianco scintillante, che hai la cellulite ecc…  In parole povere attraverso la frustrazione, l’autostima scende sotto terra e in questa maniera la strada è stata spianata per accettare con rassegnazione e apatia qualsiasi soluzione che generalmente viene offerta da chi ha causato il problema.
Ovviamente esiste la soluzione a questo pessimismo indotto ed è l’ottimismo indotto. Gli stessi studi di Martin Seligman lo portarono a formulare nuove teorie sulla psicologia positiva e su come vivere più felici. In effetti la psicologia, come dice Seligman, si è sempre occupata dell’aspetto patologico, tralasciando la prevenzione e la promozione. La psicologia positiva, invece, si occupa di studiare, con l’investigazione scientifica, quei processi che sono alla base delle emozioni e delle qualità positive dell’essere umano. Uno strumento in aiuto dei “pessimisti”, che se vengono aiutati a riprendere fiducia in se stessi, possono uscire dallo stato di rassegnazione e riappropriarsi della propria felicità. È un pò come quando nasce un bambino che, al momento della nascita è totalmente impotente ma, crescendo acquisisce sempre più fiducia in se stesso perdendo poco a poco l’impotenza.
Per approfondire il tema: Società italiana di psicologia positiva.
Quindi, il primo passo da fare per avvicinarsi ad una vita positiva è allontanarsi dalla sorgente primaria di angoscia e frustrazione, eliminando fisicamente quelle fonti che minano l’autostima. Per essere informati non c’è bisogno di possedere una televisione! Riavvicinarsi alla natura è il secondo passo. Alla fine del 1800 ci fu l’esodo dalle campagne verso le fabbriche delle città. Adesso è arrivato il momento di invertire la rotta e diriokkupare le campagne. L’essere umano è fondamentalmente ottimista e se non viene influenzato dall’esterno è capace di creare pace e benessere attorno a se. È capace di vivere in simbiosi con gli altri esseri viventi di questo pianeta e di produrre cibo in abbondanza per il benessere di tutti.  C’è bisogno di rompere quelle logiche e quegli schemi sociali che ci sono stati propinati per farci vivere in uno stato di frustrazione perenne. Il capitalismo e le sue logiche non funzionano e i suicidi in costante aumento nella società occidentale ne sono la prova! Questo modello di sviluppo non soddisfa le necessità ma solo crea desideri. La necessità è un qualcosa che si soddisfa mentre il desiderio si rinnova di continuo. Nella società del consumo a tutti i costi, vengono creati costantemente nuovi desideri e false necessità, che portano a vivere in una condizione di insoddisfazione perenne. Per molti la vita sembra essere diventata solo una lunga corsa verso l’accaparramento di quelle “necessità” che poi in realtà non sono altro che “desideri indotti” dai milioni di messaggi pubblicitari che assorbiamo inconsapevolmente tutti i giorni. Una corsa frivola, futile e demenziale, che ha come traguardo un pianeta invivibile ed una società lobotomizzata. Il terzo passo, è cambiare il chip. Passare dalla competizione per il profitto personale, alla cooperazione per il benessere della comunità. La cooperativa integrale catalana è un valido esempio da seguire…. Ritengo che è impossibile contrastare quei poteri organizzati che hanno inventato la crisi economica, se prima non smettiamo di combatterci tra noi. Mentre si fa sempre più acceso il dibattito tra destra contro sinistra, tra sud contro nord o tra punk contro radical chic, l’unica cosa evidente è che le logiche capitaliste e il profitto economico sono contro l’umanità intera e che la globalizzazione, distrugge la vita, in tutte le sue forme, su tutto il pianeta. Abbiamo imboccato un cammino sbagliato, bisogna tornare al bivio precedente e prendere una nuova direzione. Informati, organizzati e cambia il chip, perchè nonostante tutte le bugie che ti raccontano, solo tre passi ti separano dal benessere e da una vita felice.

Controllo mentale e l’uomo Sim Card

di Cristina Amoroso

Perché la gente non reagisce? Perché non si combatte per difendere e tutelare i propri diritti?

Perché davanti alla perdita del lavoro, ad un futuro incerto, ad un sopruso, ad una ingiustizia l’uomo si sente impotente tanto da alzare la mano su se stesso, piuttosto  che cercare una soluzione? Perché anche davanti alla mano di un assassino non si tenta un’ultima e disperata fuga?

Come siamo arrivati a un tale grado di rassegnazione e apatia, che consente alle lobby di manovrare la politica e l’economia in  maniera così disumana?

Quanti di noi possono portare ad esempio di come la rassegnazione può essere indotta? Si pensi  alla scuola in cui un insegnante riesca a provocare nella sua classe, attraverso l’angoscia e la frustrazione, uno stato di rassegnazione e di impotenza, tanto che gli alunni tendono a rassegnarsi e a vedere insormontabili anche le difficoltà più lievi. In pratica il ripetersi di un fallimento porta a pensare in maniera pessimistica di non essere in grado di risolvere il problema, quindi ci si arrende e si aprono le finestre ad un fallimento certo. O anche alla famiglia dove un genitore, attraverso la paura e la frustrazione, riesce a creare nel figlio un tale stato di rassegnazione e disagio da impedirgli di affrontare serenamente la scuola o il lavoro.

Se pensiamo solo per un secondo al bombardamento mediatico al quale siamo sottoposti costantemente, è facile comprendere in che maniera vengono utilizzati questi studi ed in che maniera chi li usa ne trae vantaggi… Sottoponendo una persona ad un senso di angoscia e frustrazione costante, si può indurla a pensare che non può fare niente per cambiare la propria condizione e quindi la si conduce verso uno stato di apatia e di sopportazione di qualsiasi ingiustizia che subisce. Siamo bombardati nella nostra autostima su tutti i fronti: radio, tv, giornali, pubblicità per le strade, internet e social network che ti seguono ovunque. Continuamente ti senti ripetere che qualcosa non va bene nella tua vita. Hai la cellulite, il colesterolo, la tua macchina è vecchia, i denti non sono bianchi come dovrebbero, il tuo guardaroba è fuori moda ecc… In parole povere attraverso la frustrazione, l’autostima scende sotto terra e in questa maniera la strada è stata spianata per accettare con rassegnazione e apatia qualsiasi soluzione che generalmente viene offerta da chi ha causato il problema. Lo sa bene la psichiatria deviata al servizio dei potenti.

I metodi moderni di controllo mentale sono per molti aspetti mere estensioni, ad un livello tecnologico più elevato, di ciò che, in maniera prevedibile, è sempre risultato vincente: religione, sport, politica, istruzione, ecc. Dal controllo mentale al controllo di massa, strumento da sempre utilizzato sotto forma di propaganda, usato per alterare la percezione e quindi influenzare grandi masse. I mezzi di informazione, riuniti in corporazioni e resi abbastanza uniformi gli uni con gli altri, mentre incoraggiano la passività, offrono pure l’illusione della scelta.

Oggi, però, siamo entrati in una fase pericolosa, in cui il controllo mentale ha assunto una dimensione scientifica e fisica che include un sofisticato assalto, a spettro completo, sulla mente sotto forma di sostanze chimiche nel cibo, nell’aria e nell’acqua, così come tramite le interferenze elettromagnetiche e l’onnipresente cocktail della Big Pharma che inquina non solo il diretto utilizzatore, ma trabocca, anche, nel resto della popolazione inconsapevole. In combinazione con il controllo su istruzione e mezzi di comunicazione, non c’è da meravigliarsi sul perché la vera ribellione fatichi a prendere piede. Tuttavia, nonostante gli assalti descritti sopra, le persone si ribellano, a livello globale. Questo indica un risveglio sperimentale che è preoccupante per la minoranza di coloro che, consapevolmente, tentano di asservire il pianeta. Quindi cosa porterà il domani? Il controllo mentale del futuro rinuncia ad ogni pretesa di alterare indirettamente la percezione attraverso i media e la politica, visto che continua ad essere smascherato per ciò che è in realtà. Abbandona la goffa e sporadica efficacia degli psicofarmaci e delle tossine ambientali, poiché le aziende come la Monsanto non solo risultano oltraggiose, ma sono viste come la personificazione sulla terra, della vera malvagità.

Il controllo mentale del futuro punta dritto alla programmazione diretta della mente digitale, questo è esattamente ciò che l’élite tecnotronica sta discutendo in questo momento.

Nicholas West (http://www.activistpost.com/2013/06/7-future-methods-of-mind-control.html) elenca sette modi possibili tramite cui potrebbero raggiungere questo risultato, a meno che non scopriamo i loro piani in tempo per continuare a contrastare i loro scopi anti-umani:

Sorveglianza e Gadgets: Entra in Internet ed i dispositivi “intelligenti” si connetteranno. Internet è tutte le forme di sorveglianza e gadget tutto in un unico pacchetto. Ora, questo ci porta, già, al livello successivo. E’ stato, infatti, dimostrato che questo tipo di tecnologia può ricablare il cervello.

Computer, tablet, cellulari, videogiochi ecc, mentalmente controllati sono già qui.

Robot controllati mentalmente e droni: Con un numero crescente di robot e droni già sul campo di battaglia e nel campo civile, si aprono delle possibilità per i droni “controllati dal pensiero”.

Fusione tra l’uomo e la macchina? Questo è in realtà il sogno transumanista, ma la DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency) sta, ovviamente, cercando di assicurarsi che questa fusione, arrivi, prima, sul campo di battaglia.

Manipolazione magnetica:  impulsi transcranici ad ultrasuoni,  per esempio sui soldati per aumentare la loro capacità di allerta e ridurre al minimo fastidiose emozioni, come la paura o la compassione e sui nemici sensazioni opposte (letargia nausea).

Impianti e tecnologia ingeribile: Il settore del controllo mentale, oltre agli ovvi cambiamenti comportamentali, diventa una possibilità grazie agli impianti di RFID e tecnologia RFID ingeribile. L’impianto su umani della VeriMed è stato approvato dalla FDA (Food and Drug Administration) ed è stato utilizzato come sistema di identificazione dai militari israeliani. Al momento, questa tecnologia viene venduta come una rete di sensori interni, ma c’è molto di più che può essere fatto, come è stato dimostrato nei test sugli animali. Ancora una volta, i campi di battaglia sono il posto dove è più probabile che vengano impiegati per primi questi impianti nel settore della neuro-robotica, naturalmente finanziati dalla DARPA.Con l’avvento della nanotecnologia, che può inserirsi attraverso la barriera emato-encefalica, non è fuori questione, che l’invasione potrebbe arrivare di soppiatto attraverso il cibo o vaccini. Gli scienziati hanno ammesso apertamente di voler ricablare il cervello attraverso la modificazione del DNA … ma con lo scopo di aiutarci!

Genetica e Neuro-ingegneria: ricablare il circuito DNA potrebbe aiutare a curare l’asma o rendere possibili altri tentativi, apparentemente benigni, di sradicare afflizioni e disturbi, ma potrebbe servire per altri scopi non proprio benefici.

Neuroscienza: Si tratta di una vasta area di ricerca e lo si nota da quanto viene investito, e da quante agenzie federali sono coinvolte. Il progetto BRAIN, di Obama, è massicciamente finanziato con la consapevolezza che il cervello umano è l’ultima frontiera. Si tratta di un piano che prevede 100 milioni di dollari in 10 anni e che sta già dando qualche frutto. Ancora una volta, la promessa è quella di risolvere i misteri delle malattie come il morbo di Alzheimer, ma di nuovo c’è la DARPA a garantire che ci sia sempre una ricerca malevola condotta sottobanco. Ad esempio, si fa ricerca sulla cancellazione della memoria per eliminare il disturbo da stress postraumatico, il quale ci serve come promemoria degli orrori della guerra su entrambi i fronti di un conflitto. I soldati che prendono parte a più missioni, non sono mai stati così soggetti a compiere suicidi ed omicidi.

E’ inevitabile che la scienza decodifichi il cervello umano in modo così completo, che saremo in balia di scienziati pazzi che giocheranno con noi come se fossimo una versione di Carte Sim? O l’umanità, in realtà, è più grande della somma delle sue parti, non quantificabile e per sempre libera e senza confini come spera di essere? La mente non è, per nulla, un oggetto materiale. La mente non è il cervello.

In realtà, il cervello umano è infinitamente complesso e non può essere così facilmente rivelato, previsto e manipolato. E così è, a meno che non permettiamo che sia diversamente. L’essere umano è fondamentalmente ottimista e se non viene influenzato dall’esterno è capace di creare pace e benessere attorno a sè. È capace di vivere in simbiosi con gli altri esseri viventi di questo pianeta e di produrre cibo in abbondanza per il benessere di tutti. Allora  sentiremo la Libertà, non la libertà. Poi ci scrolleremo di dosso questi sciocchi e maneggioni che cercano di affascinarci con il loro tanto sproloquiato taglia e cuci di falsa conoscenza.

fonte:http://www.ilfarosulmondo.it/controllo-mentale-e-luomo-sim-card/

Antenne nascoste e controllo mentale

Ecco un video sulle antenne in cui si delinea il nesso con l'utilizzo delle onde elettro-magnetiche per il controllo mentale. Purtroppo è in inglese, ma sono riuscito a tradurre e mettere per iscritto alcune parti interessanti dei primi 3 minuti.

Del resto molte immagini sul camuffamento delle antenne parlano da sole. Chissà quante ce ne sono più o meno occultate che servono per diversi scopi non dichiarati e non dichiarabili. Ovviamente è difficile avere la certezza assoluta che le antenne vengano utilizzate per il controllo mentale; però dal momento che questo sistema di potere sta utilizzando sistemi ben peggiori, è difficile pensare che si lasci scappare l'occasione per utilizzare un'arma così efficae ed invisibile.

Capita a proposito la prima segnalazione (di Maria): la compagnia Aria prevede l'installazione in 5 anni di 4.500 stazioni WiMAXdistribuite su tutto il territorio nazionale, ma già entro il 30 giugno del 2009 saranno installate 1.200 stazioni WiMAX su tutto il territorio nazionale. Per altro l'azienda che si è aggiudicato la possibilità di fornire tale servizio fa capo ad un personaggio legato alla tristemente nota banca Goldman Sachs e ci sono pure legittime perplessità su come tale azienda abbia vinto la gara. Per approfondimenti sui retroscena di tale vicenda guardate questo articolo e seguite i suoi link.
Sono grato a chiunque possa segnalarmi altri link di approfondimento ... sono a corto di tempo, l'unico che aggiungo adesso al volo è questo: le micro-onde arma contro la biosfera.


giovedì 28 agosto 2014

WI-FI: LA MORTE INVISIBILE CHE STA DISTRUGGENDO LE NUOVE GENERAZIONI

Quella che risulta essere la principale minaccia per la nostra salute è anche naturalmente quella che più viene tenuta nascosta dai media di tutto il mondo.

Un giro economico ultra miliardario, legato ai settori in piena crescita della telefonia e della tecnologia senza fili, monopolizza infatti l’informazione, impedendo che si sappia a livello di massa un’inquietante verità: l’esposizione alle radiazioni di microonde a basso livello (Wi-Fi) è causa conclamata di irreversibili danni cerebrali, cancro, malformazioni, aborti spontanei, alterazioni della crescita ossea. E la fascia di popolazione più a rischio è rappresentata in assoluto dai bambini e dalle donne.

Non stupisce che tutto questo fosse ben noto e documentato in ambito medico e scientifico già molto prima che la tecnologia Wi-Fi dilagasse in tutte le nostre case, arrivando quotidianamente alla portata anche dei bambini. Gli effetti biologici non solo pericolosi, ma letali di questa tecnologia sono stati abilmente tenuti nascosti al pubblico per preservare i lauti profitti delle aziende e per foraggiare le tasche dei vari Bill Gates, Steve Jobs e Carlo De Benedetti.

Il Comitato Nazionale Russo per la Protezione dalle Radiazioni NON-Ionizzanti, in un proprio documento di ricerca intitolato “Effetti sulla salute dei bambini e adolescenti” ha evidenziato nei bambini esposti a queste radiazioni:

 1) 85% di aumento delle malattie del Sistema Nervoso Centrale;

2) 36% di aumento dell’epilessia;

3) 11% di aumento di ritardo mentale;

4) 82% di aumento di malattie immunitarie e rischio per il feto.
E nel 2002, 36.000 medici e scienziati di tutto il mondo hanno firmato l’ “Appello di Friburgo”. Dopo dieci anni, l’Appello è stato rilanciato e mette in guardia in particolare contro l’uso del Wi-Fi e l’irradiazione di bambini, adolescenti e donne incinte. Quello di Friburgo è un appello di autorevoli medici internazionali che in Italia ha purtroppo trovato scarso ascolto.

E allora come proteggerci? Come fare per salvarsi da queste pericolose minacce? Ecco che il sito Tuttogreen ha diramato un utile prontuario, consistente in dieci consigli pratici, che qui di seguito vi riportiamo:

1) Non fare usare i telefoni cellulari ai bambini, se non in caso di emergenza. Tollerati gli SMS, ma è meglio ridurre anche quelli. In Francia, non a caso è stata vietata la pubblicità dei telefoni cellulari rivolta ai minori di 14 anni;

2) Utilizzare sempre gli auricolari con cavo (non quelli wireless). Anche l’uso del vivavoce è consigliabile;

3) In caso di presenza di poca rete o di mancanza di campo, non effettuare chiamate. In questi casi sarà necessaria più potenza radiante, con conseguenti maggiori radiazioni;

4) Usare il cellulare meno possibile in movimento, come ad esempio in treno e in automobile. Il rischio costante di diminuzione del segnale aumenta in questi casi l’emissione di radiazioni;

5) Non tenete il cellulare vicino all’orecchio o vicino alla testa in fase di chiamata, quando le radiazioni sono più forti. Fatelo semmai dopo aver atteso la risposta;

6) Non tenete il cellulare in tasca dei pantaloni, nel taschino della camicia o nella giacca che indossate;

7) Cambiate spesso orecchio durante la conversazione e, soprattutto, riducete la durata delle chiamate;

8) Utilizzate il più possibile, quando potete farlo, la linea fissa non wireless, oppure strumenti di instant messaging come Skype o similari;

9) Non addormentatevi mai con il cellulare vicino alla testa, ad esempio usandolo come sveglia;

10) Scegliete sempre modelli che abbiano un basso valore di SAR (tasso di assorbimento specifico delle radiazioni).

E se permettete, un altro consiglio ve lo diamo noi:  se proprio dovete utilizzare un cellulare per comunicare con il mondo che vi circonda, anche se può sembrarvi impossibile cercate di evitare l’utilizzo di smartphone. Sono in assoluto i più pericolosi!

Fonte:

Animali Strani Dal Mondo , Dal Serpente A Forma Di Pene A Pesci Incubo

Pensate a tutte le creature che vivono nel nostro quartiere cani, gatti, topi, insetti, uccelli … sarebbe quasi impossibile nominarli tutti. Ora, pensate a tutti gli animali che vivono nella vostra regione, nel vostro stato, nel vostro continente e nel mondo.

Non c’è da meravigliarsi che tante nuove specie vengono scoperte ogni giorno, non abbiamo idea di quante specie “strane” animali esistono, prendete ad esempio questi animali quasi surreali :

1) Sea Pig Scotoplanes : vivono in profondi fondali oceanici, in particolare sulla pianura abissale dell’ Atlantico Pacifico e dell’Oceano Indiano. Estraggono il loro cibo dal fango del profondo del mare.

2) Okapi: Questo mammifero faux-zebra è originario della Repubblica Democratica del Congo, in Africa centrale. Anche se sembra una zebra, in realtà è strettamente connessa alla giraffa.

3) Spinoso Dragon: Questa piccola lucertola è coperta ha un colore  marrone deserto in modo che possa nascondersi più facilmente sotto la sabbia. Essa ha anche un “falsa testa” che utilizza per distrarre i predatori.

4) Shoebill: Questo grande uccello è chiamato shoebill a causa del suo becco. Anche se era già noto agli antichi Egizi e Arabi, l’uccello è stato classificato solo nel 19 ° secolo.


5) Indiana Viola Frog: Questa specie di rana sta solo due settimane dell’anno fuori sulla superficie della Terra.

6) The Blue pappagallo:. Trovato nell’Oceano Atlantico, questo luminoso pesce azzurro spende l’80% del suo tempo alla ricerca di cibo.



7) The Viper Bush:. Questo predatore vive in alto tra gli alberi delle foreste tropicali in Africa. Fa la maggior parte della caccia durante la notte. Può sembrare adorabile, ma è mortale.
8) La Saiga: può sembrare un esperimento scientifico andato male, ma in realtà è un’antilope trovato nella steppa eurasiatica. Noto per la sua over-size, la struttura del naso flessibile e la proboscide.


9) Glauco Atlantico:. Questo piccolo animale adorabile è anche conosciuto come il drago blu. Si tratta di una specie di lumaca di mare blu, che si trova in acque oceaniche calde. Può anche scivolare sulla superficie dell’acqua, grazie ad una sacca riempita di gas nello stomaco.



10) Il Pacu Pesce:. Questa incubo vivente si trova in Papua Nuova Guinea. Le persone del posto lo chiamano “cutter palla.”  Buona fortuna a dormire stanotte.

11) Venezuelano Barboncino Moth:. Sì, gli insetti possono essere anche adorabili. Questo è stato trovato in Venezuela nel 2009. Gli scienziati non sanno più di tanto della falena barboncino, ma stanno imparando ogni giorno di più.
12.) Hummingbird Hawk-Moth: Si nutre di fiori ed emette un suono simile a quello di un colibrì.

13) Canocchia:. Ci sono diverse specie di gamberetti mantide, ma la varietà arcobaleno è visivamente sbalorditiva. Sono anche chiamati “locuste del mare”, “assassini di gamberetti” e persino “scissionisti pollice”. Questo è un potente predatore che si trova in acque tropicali e sub-tropicali, uccidendo la preda con i suoi potenti artigli.