venerdì 19 settembre 2014

Terrorismo: jihadisti ISIS come dei moderni untori vogliono diffondere virus Ebola

I  jihadisti dello Stato Islamico, ISIS, progettano di diffondere il virus di Ebola. Si tratta di un virus che ha scatenato dallo scorso mese di febbraio un epidemia che ha messo in ginocchio metà dei Paesi dell’Africa Occidentale. Da circa un mese allarmi per il contagio sono scattati più volte in diversi Paesi occidentali. Per fortuna si è sempre trattato o di falsi allarmi o di focolai molto circoscritti, al massimo un solo contagiato. La situazione però potrebbe precipitare da un giorno all’altro se l’allarme che è stato lanciato dal sito che monitora l’integralismo islamico in Rete, ‘Site’, si concretizzasse con i fatti.  In pratica l’ISIS starebbe valutando l’ipotesi di diffondere il virus di Ebola, usandolo come se fosse un’arma con cui lanciare un attacco batteriologico, nei Paesi che partecipano alla Coalizione anti ISIS, USA in testa. Per chi è contagiato dal virus Ebola, al momento, non esiste ancora né un vaccino né una terapia. Di Ebola quindi si muore ed in maniera tremenda. Finora sono morte almeno 2100 persone nella sola Africa Occidentale e oltre 5mila risultano contagiate. All’epoca della peste, anche allora incurabile, gli untori erano considerate persone cattive , meschine che volevano il male della povera gente. Essi andavano in giro a diffondere la peste infettando tutto quello che poteva essere toccato dalla gente per contagiarla. Oggi. in base alle ultime novità emerse. i terroristi dell’ISIS potrebbero essere associati agli untori in quanto sembra abbino le stesse finalità ossia diffondere deliberatamente il virus Ebola.

Elodia Policarpio
fonte:http://www.liberoreporter.it/2014/09/in-evidenza/terrorismo-jihadisti-isis-come-dei-moderni-untori-vogliono-diffondere-virus-ebola.html

Una “faccia” sulla Luna

I resti di due massi lunari disgregatisi in numerosi frammenti al termine della loro corsa lungo un pendio del cratere da impatto Schiller. (NASA/GSFC/Arizona State University)
La telecamera ad altissima risoluzione a bordo della sonda Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) ha ripreso recentemente questa coppia di roccioni sbriciolati. Le tracce lasciate nella "regolite" - il soffice suolo lunare - dal loro rotolamento verso il basso lungo un pendio del cratere da impatto Schiller indicano la loro provenienza. Questi segni sono stati quasi cancellati dalla continua pioggia di micrometeoriti che bombarda incessantemente la superficie lunare, ma sono ancora percepibili. Ciò significa che è passato molto tempo da quando si sono formati. Massi rotolanti sono stati già individuati sulla Luna, ma ciò che rende questi due diversi è il fatto che si siano frammentati e che quello in basso a destra assomigli ad una mezza faccia umana. Le cause che possono causare il distacco e la caduta di massi lunari ed il loro successivo rotolamento sono diverse. Prima fra tutte, l’impatto di piccoli corpi cosmici che scuotono il terreno localmente, destabilizzando rocce in equilibrio precario; poi i “lunamoti” - la versione lunare dei terremoti (anche se non a causa degli spostamenti delle placche tettoniche, ma provocati da ancora misteriose forze interne lunari) - che possono anche rimuovere massi di grandi dimensioni.
Il cratere lunare da impatto ellittico Schiller. Lungo uno dei suoi pendii si trovano i resti dei due roccioni. (NASA/GSFC/Arizona State University)
La bassa gravità sulla Luna può far sì che rocce di grandi dimensioni possano rimbalzare più facilmente, mentre rotolano a valle, che non sulla Terra e ciò è ben evidenziato dal fatto che la traccia  lasciata dai massi non è lineare, ma tratteggiata. Ma qual è stata la causa della frammentazione di questi due blocchi di roccia? Una prima ipotesi è che fossero già fratturati in partenza, ragion per cui gli stress causati dai rimbalzi ne avrebbero provocato la distruzione al termine della corsa, ma questa potrebbe anche essere stata causata dagli stress termici indotti dalle estreme variazioni di temperatura tra la notte e il giorno lunari (più di 260 °C). Un’altra idea è che i massi siano stati colpiti da meteoriti, ma sembra estremamente improbabile che due roccioni così vicini tra di loro possano aver subito un simile identico destino. Tenendo però conto dei tempi scala geologici in gioco, questa ipotesi, anche se le probabilità sono infinitesime, non è impossibile.
Il frammento di maggiori dimensioni di uno dei due massi che assomiglia ad una faccia umana non sembra essere contento della sua fine...
E per quanto riguarda la “roccia teschio” non si tratta altro che di un fenomeno psicologico denominato “pareidolia” che coinvolge un vago e casuale stimolo (spesso un’immagine o un suono) che è percepito come significativo. Alcuni esempi includono il vedere immagini di animali o volti nelle nuvole, sulla Luna o su Marte. Non si tratta che della tendenza del nostro cervello a interpretare forme casuali come qualcosa di particolarmente significativo. In questo caso si tratta di un volto umano, o di un teschio, come in una delle forme più popolari di pareidolia (forse meglio conosciuta con la famosa "Faccia su Marte", che, come ormai sappiamo, non era altro che un gioco di ombre di un complesso montuoso marziano. Nel nostro caso la roccia  ha l'aspetto di un volto, che non sembra essere particolarmente felice... Guarda anche Trovata la faccia di Mussolini su Marte Trovato un uomo su Marte Pareidolia e facce di pietra: gallery 1 e gallery 2 Leonardo nel legno

Fonte:http://www.focus.it/scienza/spazio/una-faccia-sulla-luna

Il fantasma di viale Lincoln, a Caserta

Il suo nome tutt’oggi resta un mistero: non si sa quale sia. Una monaca, di un convento nei pressi di Caserta. Era poco più di una novizia. Appena entrata in quel convento. Conobbe un giovane. Sentì quell’impulso che, come le avevano insegnato, le spose del Signore avrebbero dovuto combattere, reprimere, ignorare.

Lei ci provò. Per molto tempo ci riuscì. Ma non per sempre. Fu solo un caso. O magari entrambi si cercarono, costruirono insieme l’occasione in cui incontrarsi. Si unirono. Con la consapevolezza che per loro era proibito. Ma proprio questo lo rese ancora più dolce.
Dopo quel loro primo incontro non si rividero più. Colpa e appagamento si mescolavano nei loro animi. Ancora non sapevano quali conseguenze avrebbe avuto la loro unione.

Trascorsero quattro mesi. Ben presto alla monaca fu impossibile nascondere alle consorelle il suo stato di gravidanza. Nascosero la cosa. Il ragazzo non seppe mai niente dell’accaduto. Di quel suo figlio segreto e vietato.

Il bambino nacque sano e forte. Superò i pericoli del parto. Ma non poteva restare in convento. Fu dato subito in affidamento ad alcuni contadini: dissero loro che si trattava di un orfanello, lasciato sulla soglie del convento.

Diversi anni si susseguirono. Un giorno, nel convento arrivò la terribile notizia: il bambino, divenuto ormai un giovinetto, era morto di una malattia incurabile. I contadini riportarono il corpo proprio al convento, perché le spose del Signore lo seppellissero.

Con la morte del cuore, se ne incaricò la monaca, colei che lo aveva partorito. E volle farlo da sola, senza che nessuno potesse vederla.

A Caserta, c’è un sottopassaggio che unisce viale Lincoln a viale Lincoln 2. Qui, al tempo della monaca, sorgeva un maestoso albero secolare. Oggi non c’è più. Ma molti automobilisti di passaggio giurano di aver visto, di notte, la figurano di una donna incappucciata.

Spesso la figura si para dinanzi alle auto. Causando gravi incidenti.

Vuole la leggenda che quello sia il fantasma della monaca. La donna si sarebbe impiccata a quell’albero. Subito dopo aver seppellito lì il proprio figlioletto. Secondo un’altra versione, ora sarebbe alla ricerca proprio della tomba del figlio.

Fonte immagine: ehive.com

giovedì 18 settembre 2014

Il “mistero” dei Teschi di Cristallo




Il mito dei Teschi di Cristallo Maya è stato riportato alla ribalta dal quarto film della saga di Indiana Jones e dal delirio collettivo intorno alle presunte profezie Maya sulla fine del mondo nel 2012, ma è da decenni uno dei capisaldi della cultura new age e del paranormale. Peccato che sia, per dirla senza troppi giri di parole, una fregatura.

Recentemente National Geographic ha messo alla prova le principali asserzioni che riguardano il più famoso di questi teschi, quello che l'esploratore Frederick Albert Mitchell-Hedges (morto nel 1959) diceva di aver scoperto nelle rovine di un tempio Maya da lui trovato a Lubaantun, in quello che oggi è il Belize, nel 1927 ma descritto soltanto molti anni più tardi.

Il teschio in questione è leggermente più piccolo di un cranio umano ed è ricavato da un blocco unico di cinque chili di quarzo ialino o cristallo di rocca lavorato con straordinaria finezza e perfezione, tanto che secondo i sostenitori delle sua origine paranormale sarebbe impossibile crearne un duplicato.

Secondo la prima edizione dell'autobiografia di Mitchell-Hedges (Danger My Ally, 1954), il teschio di cristallo, da lui denominato Teschio del Destino, avrebbe almeno 3600 anni e sarebbe stato usato dai sacerdoti Maya, che con i suoi poteri sarebbero stati in grado di uccidere con la sola forza del pensiero. A suo dire, sarebbe stato fabbricato a mano dai Maya lavorandolo per abrasione con la sabbia, con infinita pazienza, ininterrottamente per circa trecento anni.

Alcuni sensitivi dicono che guardando il teschio negli occhi hanno visioni olografiche del futuro e affermano che ridere in faccia al teschio porti a morte certa. Negli anni Settanta iniziò a circolare l'asserzione che radunando i tredici teschi di cristallo in un unico luogo sarebbero accaduti eventi portentosi o calamità planetarie. Con l'approssimarsi della data fatidica del 2012 queste profezie hanno riacquistato popolarità e suscitato inquietudini.


Una storia affascinante, ma i fatti la smentiscono inesorabilmente. National Geographic, per il documentario The Truth Behind the Crystal Skulls (2011), ha commissionato la fabbricazione di un teschio identico a un artigiano cinese, che in undici giorni di lavoro è riuscito perfettamente nell'impresa.

Blocchi unici di quarzo ialino delle giuste dimensioni si trovano e si possono lavorare con mezzi più che normali, con buona pace di chi dice che sarebbe impossibile creare un teschio di cristallo persino con la tecnologia odierna. Basta avere un bel po' di soldi, perché blocchi del genere sono molto costosi (alcune migliaia di dollari) e la loro lavorazione è altrettanto impegnativa e delicata.

Inoltre nella cultura Maya, ben documentata dagli archeologi, non c'è alcun riferimento a oggetti di questo genere. C'è da aggiungere, poi, che il teschio di Mitchell-Hedges ha vari dettagli anatomici tipici di un cranio europeo, ben diverso da quelli degli abitanti dell'America latina precolombiana. Perché i Maya avrebbero dovuto scolpire pazientemente un teschio europeo?

Cosa più importante, il presunto teschio Maya ha segni di lavorazione meccanica moderna che non hanno nulla di insolito, scoperti dall'esame dell'archeologo Norman Hammond e confermati da Jane Walsh del museo Smithsonian. Tutto punta, insomma, verso una fabbricazione con mezzi tecnologici contemporanei sul modello di un cranio europeo.

Come avviene spesso nel mondo del paranormale, la figlia di Mitchell-Hedges, Anna, ha rifiutato di permettere ulteriori esami scientifici dell'oggetto fino alla propria morte nel 2007. Ora il teschio è custodito dal marito di Anna, Bill Hormann.

Anche le modalità della sua scoperta hanno dettagli imbarazzanti. La figlia di Mitchell-Hedges ha sempre affermato di aver trovato lei stessa il teschio a Lubaantun nel 1927, ma una verifica negli archivi ha rivelato che lei non era affatto lì. Gatta ci cova.

Il teschio di cristallo conferì ad Anna Mitchell-Hedges notevole popolarità, tanto da organizzare esposizioni a pagamento dal 1967 in poi e un tour internazionale intorno al 1990, e ha alimentato una vastissima produzione letteraria di pseudoarcheologia mistica.Il mito dei Teschi di Cristallo Maya è stato riportato alla ribalta dal quarto film della saga di Indiana Jones e dal delirio collettivo intorno alle presunte profezie Maya sulla fine del mondo nel 2012, ma è da decenni uno dei capisaldi della cultura new age e del paranormale. Peccato che sia, per dirla senza troppi giri di parole, una fregatura.

Recentemente National Geographic ha messo alla prova le principali asserzioni che riguardano il più famoso di questi teschi, quello che l'esploratore Frederick Albert Mitchell-Hedges (morto nel 1959) diceva di aver scoperto nelle rovine di un tempio Maya da lui trovato a Lubaantun, in quello che oggi è il Belize, nel 1927 ma descritto soltanto molti anni più tardi.

Il teschio in questione è leggermente più piccolo di un cranio umano ed è ricavato da un blocco unico di cinque chili di quarzo ialino o cristallo di rocca lavorato con straordinaria finezza e perfezione, tanto che secondo i sostenitori delle sua origine paranormale sarebbe impossibile crearne un duplicato.

Secondo la prima edizione dell'autobiografia di Mitchell-Hedges (Danger My Ally, 1954), il teschio di cristallo, da lui denominato Teschio del Destino, avrebbe almeno 3600 anni e sarebbe stato usato dai sacerdoti Maya, che con i suoi poteri sarebbero stati in grado di uccidere con la sola forza del pensiero. A suo dire, sarebbe stato fabbricato a mano dai Maya lavorandolo per abrasione con la sabbia, con infinita pazienza, ininterrottamente per circa trecento anni.

Alcuni sensitivi dicono che guardando il teschio negli occhi hanno visioni olografiche del futuro e affermano che ridere in faccia al teschio porti a morte certa. Negli anni Settanta iniziò a circolare l'asserzione che radunando i tredici teschi di cristallo in un unico luogo sarebbero accaduti eventi portentosi o calamità planetarie. Con l'approssimarsi della data fatidica del 2012 queste profezie hanno riacquistato popolarità e suscitato inquietudini.


Una storia affascinante, ma i fatti la smentiscono inesorabilmente. National Geographic, per il documentario The Truth Behind the Crystal Skulls (2011), ha commissionato la fabbricazione di un teschio identico a un artigiano cinese, che in undici giorni di lavoro è riuscito perfettamente nell'impresa.

Blocchi unici di quarzo ialino delle giuste dimensioni si trovano e si possono lavorare con mezzi più che normali, con buona pace di chi dice che sarebbe impossibile creare un teschio di cristallo persino con la tecnologia odierna. Basta avere un bel po' di soldi, perché blocchi del genere sono molto costosi (alcune migliaia di dollari) e la loro lavorazione è altrettanto impegnativa e delicata.

Inoltre nella cultura Maya, ben documentata dagli archeologi, non c'è alcun riferimento a oggetti di questo genere. C'è da aggiungere, poi, che il teschio di Mitchell-Hedges ha vari dettagli anatomici tipici di un cranio europeo, ben diverso da quelli degli abitanti dell'America latina precolombiana. Perché i Maya avrebbero dovuto scolpire pazientemente un teschio europeo?

Cosa più importante, il presunto teschio Maya ha segni di lavorazione meccanica moderna che non hanno nulla di insolito, scoperti dall'esame dell'archeologo Norman Hammond e confermati da Jane Walsh del museo Smithsonian. Tutto punta, insomma, verso una fabbricazione con mezzi tecnologici contemporanei sul modello di un cranio europeo.

Come avviene spesso nel mondo del paranormale, la figlia di Mitchell-Hedges, Anna, ha rifiutato di permettere ulteriori esami scientifici dell'oggetto fino alla propria morte nel 2007. Ora il teschio è custodito dal marito di Anna, Bill Hormann.

Anche le modalità della sua scoperta hanno dettagli imbarazzanti. La figlia di Mitchell-Hedges ha sempre affermato di aver trovato lei stessa il teschio a Lubaantun nel 1927, ma una verifica negli archivi ha rivelato che lei non era affatto lì. Gatta ci cova.

Il teschio di cristallo conferì ad Anna Mitchell-Hedges notevole popolarità, tanto da organizzare esposizioni a pagamento dal 1967 in poi e un tour internazionale intorno al 1990, e ha alimentato una vastissima produzione letteraria di pseudoarcheologia mistica.



Ma i fatti restano quelli che sono, e ce n'è uno che, insieme agli altri, condanna senza appello tutta la leggenda dei teschi: un catalogo del 1943 della casa d'aste Sotheby's, che offre un teschio di cristallo identico a quello “scoperto” da Mitchell-Hedges. L'acquirente? Frederick Albert Mitchell-Hedges stesso.

E che dire degli altri teschi analoghi esposti nei musei del mondo? Non sono una prova della loro autenticità? No: quelli al British Museum londinese, al Musée du quai Branly parigino e allo Smithsonian di Washington sono presentati etichettandoli chiaramente come falsi. Per esempio, il British Museum dice che il teschio è “Probabilmente europeo, 19° secolo d.C.” e che “sono state riscontrate tracce di una ruota da gioielliere”. Una mola moderna, insomma: altro che Maya che vanno avanti a sabbiare per secoli.

L'unica cosa davvero portentosa di tutta questa faccenda, insomma, è la disonestà di questi imbroglioni e l'ingenuità di chi vuole credere a tutti i costi senza mai dubitare.

mercoledì 17 settembre 2014

Scoperti gli artefatti che fanno traballare l'archeologia

La storia di Padre Crespi è una delle più enigmatiche mai raccontate: una civiltà sconosciuta, manufatti incredibili, enormi quantità d'oro, simboli appartenenti ad una lingua sconosciuta e strane rappresentazioni che collegano l'America Precolombiana agli antichi Sumeri. La cronaca degli eventi, e il modo in cui sono stati trattati, secondo molti rivela ancora una volta una cospirazione per nascondere la verità sulla storia dell'umanità.
Padre Carlo Crespi nacque a Milano nel 1891 e morì nel 1982.

E’ stato un prete missionario salesiano che ha vissuto nella piccola città di Cuenca, in Ecuador, per più di 50 anni, dedicando la sua vita al culto e alle opere di carità.

Il religioso era una persona dai molti talenti: è stato educatore, botanico, antropologo, musicista, ma soprattutto un grande umanista.

Nel 1927, la sua vocazione missionaria lo ha portato a vivere fianco a fianco con gli indigeni ecuadoregni, facendosi carico degli indigeni e conquistandosi il rispetto della tribù dei Jibaro, i quali cominciarono a considerarlo come un vero amico.

Come segno di riconoscenza, nel corso dei decenni gli indigeni hanno donato a Padre Crespi centinaia di manufatti archeologici risalenti ad un’epoca sconosciuta, spiegando che si trattava di oggetti trovati in un tunnel sotterraneo che si trovava nella giungla dell’Ecuador. Molti di essi erano in oro, intagliati con geroglifici di una lingua sconosciuta e che ancora oggi nessuno è stato in grado di decifrare.

Gli oggetti erano stati recuperati dagli indios in una caverna molto profonda, detta in spagnolo Cueva de los Tayos, posizionata nella regione amazzonica conosciuta come Morona Santiago. La grotta, che si trova a circa 800 metri sul livello del mare, fu chiamata Tayos a causa dei caratteristici uccelli quasi ciechi che vivono nelle sue profondità.

Essendo un uomo di cultura, Padre Crespi presto si rese conto che gli straordinari manufatti presentavano inquietanti analogie con l’iconografia delle antiche civiltà mesopotamiche, suggerendo un qualche collegamento tra culture sviluppatesi su versati opposti del pianeta.

Come riporta Yuri Leveratto nel suo approfondito resoconto, Crespi era convinto che le lamine e le placche d’oro a lui donate, e da lui studiate, indicassero senza ombra di dubbio che il mondo antico medio-orientale antecedente al diluvio universale fosse in contatto con le civiltà che si erano sviluppate nel Nuovo Mondo, già presenti in America a partire da sessanta millenni fa.

Secondo Padre Crespi, gli arcaici segni geroglifici che erano stati incisi, o forse pressati con degli stampi, non erano altro che la lingua madre dell’umanità, l’idioma che si parlava prima del diluvio universale. Nella sua ingenuità di uomo di fede e di cultura, il religioso non si rese conto che le sue idee mettevano fortemente in discussione le teorie consolidate dell’archeologia convenzionale (ufficiale).

Visto che i manufatti donatigli avevano formato una collezione di oggetti davvero numerosa, nel 1960 Crespi chiese e ottenne dal Vaticano l’autorizzazione per creare un museo nella missione salesiana di Cuenca.

Quello di Cuenca è stato il più grande museo che sia mai stato creato in Ecuador, almeno fino al 1962, quando un misterioso incendio distrusse completamente la struttura, e la maggior parte dei reperti fu perduta per sempre. Tuttavia, Crespi pare sia riuscito a salvare alcuni pezzi nascondendoli in un luogo a lui solo noto.


Gli USA hanno creato Ebola come arma biologica

l post che vi proponiamo è la traduzione di un articolo comparso sulla Pravda (giornale russo) l'11 agosto 2014. L'autore insinua un terribile dubbio nella nostra mente: il virus Ebola è stato deliberatamente creato in qualche laboratorio statunitense come arma biologica? È un'ipotesi fondata, oppure si tratta dell'ennesimo colpo mediatico nella polemica tra Russia e Stati Uniti?
[Articolo originale comparso sulla Pravda – 11 agosto 2014] L’epidemia del mortale virus Ebola, che nasce nel profondo della giungla, ultimamente si è diffusa in tutto il mondo con una velocità senza precedenti.

Il numero delle vittime, secondo i dati ufficiali, ha già superato il migliaio di persone. Il numero di persone infette sfiora i duemila. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato la malattia come minaccia di rilevanza mondiale. Ci sono modi per combattere la febbre?

Si scopre che c’è un vaccino contro Ebola. Gli scienziati del Pentagono lo stavano sviluppando da 30 anni, e tutti i diritti della cura appartengono al governo degli Stato Uniti. Due medici statunitensi infetti hanno ricevuto iniezioni di vaccino e hanno cominciato il recupero dalla malattia immediatamente.

Perchè questo è stato reso pubblico solo ora? Perchè gli Stati Uniti detengono tutti i diritti per l’uso del vaccino? Ci possono essere due risposte ovvie a queste domande.

Come si può vedere, Ebola è un’arma biologica perfetta: si diffonde rapidamente e provoca quasi il 100% di mortalità. Coloro che hanno il vaccino salvavita possono dettare le condizioni agli altri.

La seconda risposta risiede in un interesse puramente commerciale. È sufficiente disporre di panico alimentato con l’aiuto dei media, come è stato il caso di altre epidemie precedenti come l’influenza aviaria. Successivamente, sarà possibile vendere il farmaco salvavita a qualsiasi prezzo.

Tuttavia, gli scienziati russi dubitano che gli americani abbiano creato davvero la cura, anch’essi impegnati nella ricerca per studiare la natura del virus e creare un vaccino. Tra gli scienziati sovietici, per esempio, il professor Alexander Butenko, nel 1982 è stato membro di una spedizione sovietico-guinea, trascorrendo quasi un anno nelle foreste pluviali della Guinea, quando il virus sconosciuto era stato da poco scoperto.

Secondo Butenho, l’attuale distribuzione dell’infezione è la continuazione del focolaio scoppiato nel 1982. Gli scienziati russi hanno la più ampia base scientifica per la creazione del vaccino, dice Butenko, i cui materiali raccolti un quarto di secolo fa, dovrebbero aiutare l’attuale generazione di scienziati russi nello sviluppo di una cura.

Diversi ricercatori russi sono già in Guinea, tra cui il capo del Laboratorio di Ecologia del Virus Mikhail Shchelkanov. “Attualmente, il vaccino ha superato cinque prove abbastanza bene. Le prove del vaccino ora entrano nella fase finale, ma nessuno sa quando sarà completato”, ha detto Shchelkanov.

Quello che non vi è mai stato detto sui VACCINI - Intervista al dott. Andrew Moulden

1.) Dott. Moulden, ci può parlare un po' del suo background?

Ho 44 anni ed ho trascorso tutta la vita nel mondo accademico tra studi di clinica medica, pratica e ricerca. La mia predilezione per lo studio del cervello e delle scienze del comportamento deriva da un genuino desiderio di trovare soluzioni a molte domande che non hanno risposta, quali: perché siamo qui? che cosa ci rende umani? quali sono le cause di malattie come la schizofrenia, la demenza, la sclerosi multipla, la difficoltà di apprendimento e molte altre patologie spesso invalidanti?
La mia area di competenza professionale è relativa alla valutazione neurocomportamentale del cervello e dei disordini del comportamento.
Sono laureato in Psicologia Biologica con una media dell'88% cumulata proprio sulle materie fondanti della mia specialità, presso la Nipissing University, North Bay Ontario in Canada. Master in "Sviluppo Infantile" con tesi sul "Linguaggio e Sviluppo Neurocognitivo in bambini ed adolescenti" presso la Laurentian University. I miei voti del corso di laurea in Cervello e Comportamento (98%) e Neurobiologia (94%) erano tutte "A". Ho raggiunto simili successi accademici anche durante i successivi master e dottorati.
Ho svolto il mio dottorato di ricerca in Neuropsicologia Clinica Sperimentale. Ho completato anche una sub-specializzazione in Neuroscienze Cognitive presso l'Università di Ottawa durante il dottorato. I miei esami di dottorato di ricerca sono stati svolti sulle lesioni cerebrali acquisite e le sindromi post commozione cerebrale. Ho lavorato con la "Mild Brain Injury Association" come responsabile del gruppo e anche preso la "Head Injury Association" di Toronto, durante il periodo di dottorato. Il mio esame finale di dottorato di ricerca è stato sulle lesioni cerebrali acquisite in seguito ad infortuni. Il mio lavoro clinico è stato dedicato al rilevamento delle lesioni cerebrali acquisite.
Sono stato borsista presso il Natural, Sciences, Engineering, and Research Council of Canada, allievo presso l'Ontario Mental Health Foundation ed ho ricevuto 27 premi/borse di studio per l'eccellenza accademica, di ricerca, clinica e didattica nel corso della mia formazione universitaria. Sono stato classificato tra i primi 1-5% dei medici residenti durante il mio soggiorno per le rotazioni di medicina di emergenza a Ottawa.
Ho svolto corsi di approfondimento in Cervello e Comportamento, Neurologia, Neuropsicologia e Neuropsichiatria presso l'Università di Ottawa (1993-2005) e corsi completi in Neurobiologia presso l'Atlantic Baptist University a Moncton, Canada Newbrunswick.
La mia formazione clinica, durante il dottorato è stata in Neuropsicologia Clinica presso l'Ospedale Baycrest, Rotman Research Institute - University of Toronto, e il Credit Valley Hospital, Ottawa Health Sciences Center Memory Disorders Clinic. La tesi di dottorato è stata in Functional Brain Imaging ed in Neuro-Elettrofisiologia alla University of Toronto. In seguito ho completato una laurea in medicina presso la McMaster University di Hamilton, Ontario.
Durante il dottorato la mia formazione extra-curriculare è stata in Neurologia Comportamentale e Neuropsicologia Clinica. Il tirocinio elettivo durante la Scuola Medica si è svolto presso il reparto di Clinica Neurologica. La formazione da medico residente in Psichiatria/Neuropsichiatria. Ho ricevuto la licenza del Medical Counsel of Canada (2006) avendo superato le conoscenze di base (LMCC 1), le competenze cliniche (LMCC 2) e gli esami coerenti con gli United States Medical Licensing Exams (parti USMLE 1 e 2).
Durante la mia formazione come medico residente, sono stato classificato tra i primi 1-5% dei medici residenti, durante le rotazioni dalla mia autorità di vigilanza tra cui le rotazioni in Medicina di Emergenza a Ottawa.
Ho scelto di dedicarmi alle valutazioni neurocognitive, neurocomportamentali e di ricerca basandomi sul mio dottorato e masters di formazione, piuttosto che praticare la medicina clinica. Ho conseguito la laurea in medicina solo per capire meglio il cervello e disturbi del comportamento, non per diventare un medico pratico/prescrizionale.

In passato, mi sono dedicato per diversi anni alla decifrazione delle conseguenze neurocomportamentali derivanti dalle iper attivazioni del sistema immunitario, disturbi dello sviluppo neurologico ed ultimamente alle vaccinazioni, quali fattori scatenanti ambientali comuni di alcune malattie cerebrali e disturbi del comportamento.
Prossimamente il mio lavoro sarà sottoposto a revisione paritaria (in originale 'peer review' = analisi fatta sulle pubblicazioni scientifiche, da parte di specialisti del settore per verificarne l'eventuale idoneità alla successiva pubblicazione su riviste specializzate). Per ora, la "peer review" è disponibile nella serie di DVD dal titolo 'Tolerance Lost', in cui ho tradotto le scienze mediche in uno stile di informazione e di presentazione che può essere compresa dal grande pubblico, così come le sentenze speciali in cui la corte si è pronunciata sui danni da vaccino. Esempi di prova di danno, sono stati catalogati in modo da poter essere visionati personalmente da ognuno (in lingua originale: "see for yourself" format).

2.) Dott. Moulden, abbiamo appreso che Lei ha fatto una scoperta rivoluzionaria. Ce ne può parlare?

Sarei felice di farlo.
Attraverso le mie ricerche ed il mio lavoro nel corso degli anni, ho scoperto che le vaccinazioni causano compromissioni del flusso sanguigno (ischemie) al cervello ed al corpo, le cui entità possono andare dal danno clinico silente fino alla morte del paziente. Questi sono colpi che attraversano il corpo di tutti noi. Ho ragione di credere che siamo tutti interessati e che tutte le vaccinazioni siano la causa dell'ascesa travolgente di autismo, disturbi specifici dell'apprendimento, disturbi da deficit di attenzione, la morte improvvisa del lattante, sindrome della guerra del golfo, demenza, disturbi epilettici, alcuni tipi di cancro e da quanto emerso, molto, molto di più.

 3.) Cosa l'ha fatta dissentire dai punti di vista rigidi e forse ottusi della maggior parte dei suoi colleghi?

Il cervello ed il sistema nervoso sono collegati in modo molto specifico. Le funzioni sono localizzate in aree specifiche. Dopo aver studiato il cervello e il comportamento, le neuroscienze, la neuropsicologia clinica, lo sviluppo neurologico infantile, l'imaging funzionale del cervello, neurologia clinica, neuropsichiatria clinica, medicina clinica, immunologia, ematologia, test e misurazioni e la comprensione degli strumenti e le ipotesi e le tecniche della medicina ufficiale, mi trovai nella condizione eccezionale di avere la possibilità di vedere i problemi di medicina clinica, da una moltitudine di settori di competenza e di conoscenze scientifiche simultaneamente. Rispetto al cervello umano, ho capito 'regole e leggi' della funzione del cervello rispetto al danno cerebrale e meccanismi fisiologici che possono causare unicamente danni al cervello ben specifici, in modi che solo le mie abilità cliniche hanno potuto scoprire e riconoscere, mentre le principali tecniche di neuroimaging non riescono a farlo. L'iniziale momento "aha" è stato nel 2001.

4.) Cosa ha catturato la Sua attenzione, in cosa si è imbattuto tanto da indurla ad indagare ulteriormente?

Al termine della Scuola Medica, stavo vedendo pazienti autistici che presentavano afasie motorie trans-corticali, difficoltà verbali e paralisi dei nervi cranici molto specifiche che potevano essere spiegati SOLAMENTE da un ictus ischemico. I miei studi precedenti sulla schizofrenia, sulla demenza, sulla ricerca di modalità di neuroimaging, valutazioni celebrali e comportamentali, hanno contribuito notevolmente alla mia capacità di 'vedere' ciò che è stato a lungo davanti agli occhi di tutti - ictus ischemici e danni cerebrali - da vaccinazioni. Il problema è stato che non sapevamo né come misurare, né quando misurare o che cosa misurare, senza considerare i limiti degli strumenti che abbiamo usato per misurare l'integrità del cervello in salute, malato e disturbato.
Ci sono voluti diversi anni per decifrare come si verificano i danni cerebrali nell'autismo ed in molti altri disturbi dello sviluppo neurologico che vedevamo. Ora credo di avere le risposte a questo, o almeno così sembra ed anche alcune soluzioni.
Le vaccinazioni anti Polio hanno causato danni cerebrali esattamente come TUTTI gli altri vaccini. Infatti, la sindrome di Guillian Barré ed una miriade di altri disturbi neurologici sono causati da un meccanismo di danno comune - sia pure da inneschi diversi a seconda dell'individuo. Si tratta di ischemia da flusso del sangue alterato nelle unità di microcircolazione. Semplicemente non avevamo sufficientemente valutato ciò che giusto di fronte ai nostri occhi.
I miei primi casi includevano numerosi pazienti autistici e schizofrenici. Essi mostravano esattamente la stessa manifestazione acuta di paralisi. Questi danni cerebrali erano sottili ma multipli in modo misurabile ed erano riscontrabili in epoche pre-vaccinali (ovvero anteriormente alla diffusione della vaccinazioni generali) a causa di virus selvaggi come la poliomielite e la paralisi infantile.
Una volta che ero armato delle conoscenze e delle competenze di un medico, di un neuropsicologo clinico, di un esperto in sviluppo neurocomportamentale infantile con esperienza di ricerca in neuroimaging, test e misura, metodo di progettazione ed analisi scientifiche, nonché, nella localizzazione funzionale dei disturbi cerebrali e comportamentali, e in diverse altre discipline scientifiche, ho potuto vedere 'l'intera la foresta' nonostante gli alberi. Letteralmente, credo di aver trovato e scoperto un meccanismo comune di molte malattie e disordini neurologici acquisiti.

5.) Come è stato in grado di dimostrare questo e come si è organizzato per farlo? Quali tecniche di imaging sono alla base di tutto questo?

Ho quantificato ed ampliato gli standard di valutazione neurologica e neuropsicologica delle funzioni del cervello. In sostanza, ho 'digitalizzato' gli esami fisici neurologici e neuropsicologici attraverso neurosviluppo utilizzando software di miglioramento dell'immagine in grado di localizzare i 'territori spartiacque' delle aree funzionali nel cervello - 'la fine della strada' dei vasi sanguigni in varie aree del cervello . Tutti i miei strumenti e le mie tecniche non sono invasive.

Ora sono in grado di valutare nel 'qui ed ora' o guardare indietro a 50 anni fa, per rispondere alle domande sulle cause delle malattie, dei disturbi dello sviluppo neurologico e molto altro. Ora possiamo avanzare notevolmente, diagnosticare preventivamente la morte improvvisa del neonato e non posso rispondere a domande quali: era un bambino predisposto? sono stati i vaccini a causare l'autismo a questa persona? questa morte è stata causata dal Gardasil? forse i vaccini provocano questi danni? Poiché il meccanismo di danneggiamento è comune a tutti, quando i vaccini sono coinvolti e talvolta anche in caso di malattie infettive di origine virale.

 6.) Qual'è l'informazione di base che sottostà alle Sue affermazioni e su cosa si fondano le Sue convinzioni?

I semplici microbi non sono l'unica causa di decessi, malattie e disturbi. Ora ho definitivamente dimostrato che TUTTI i vaccini, da quelli pediatrici a quelli geriatrici, stanno causando gli stessi tipi di danno al cervello, a prescindere da quale malattia o disturbo si palesi. I danni in questione sono dei 'mini colpi' vascolari che non sono rilevabili attraverso il nostro neuroimaging, in quanto al di sotto della sua risoluzione ma sono misurabili confrontando il prima / dopo protocollo di vaccinazione. Essi sono anche direttamente misurabili in tempo reale, tuttavia, questo comporterebbe l'impiego di tecniche e tecnologie che non ho ancora divulgato al pubblico.
Da sottolineare che, in epoca pre-vaccinale, i virus della polio, rosolia prenatale, morbillo, tetano, "influenza spagnola", ecc. provocarono esattamente gli stessi danni di cui parliamo. Noi semplicemente non abbiamo considerato il fatto che una risposta generica nel corpo umano, quale una risposta immunitaria aspecifica e l'instabilità emodinamica del flusso di sangue al microscopio, stavano causando paralisi, insufficienza respiratoria ed altro.
Abbiamo indebolito virus e batteri, li abbiamo iniettati in ognuno di noi causando malattie croniche, ovvero, malattie in forma attenuata, questo è il modo in cui questi agenti patogeni hanno sempre causato un danno. Tutto questo non è altro che la risposta dell'organismo quando agenti estranei vi entrano, specialmente in condizioni di ipersensibilità, ciò sta provocando disturbi dello sviluppo neurologico, malattie croniche e molto altro.

7.) Lei parla di epidemie. Cosa può spiegarci riguardo alle epidemie? Come si manifestano?

La spiegazione di epidemia è semplice, attualmente stiamo vedendo:
- 1 bambino su 6 con disturbi specifici dell'apprendimento;
- 12-15% dei bambini con disturbo da deficit di attenzione;
- 1 bambino su 87 all'interno spettro autistico - con un aumento del 1700% in dieci anni;
- 1% di morte improvvisa del lattante;
- 40 morti e 15.000 sostanziali reazioni avverse al Gardasil;
- 1 persona ogni 15, ultra 65enne, affetta da demenza, 1 su 8 oltre gli 85 anni;
- Sindrome da stanchezza cronica;
- Fibromialgia;
- Disturbo epilettico;
- Sindrome di West;
- Ritardo globale dello sviluppo;
- 1 persona ogni 450 con diabete di tipo 1;
- 1 uomo ogni 2 ed 1 donna ogni 3 svilupperà il cancro nel corso della vita.
La sindrome guerra del Golfo ha colpito e reso disabili oltre 250.000 soldati con 42.000 decessi. Questi soldati vaccinati mostrano esattamente gli stessi danni neurologici post-vaccinazione dei neonati e dei bambini sottoposti a vaccinazioni pediatriche. In conclusione, questi sono i danni causati da una richiesta di ossigeno maggiore rispetto alla quantità disponibile nell'organismo!
Questa è solo la punta dell'iceberg.
Questi colpi microscopici avvengono nel cervello e nel resto del corpo nell'immediato e posticipatamente, in modo crescente e calante, in modo acuto e cronico. Questi danni così diversi, stanno ricevendo una sovrabbondanza di diagnosi/nomenclature cliniche, tuttavia, la causa fisiologica di base è comune a tutti i livelli.
Non esiste una cosa come un'epidemia genetica acquisita. L'epidemia è un fenomeno acquisito, da fattori ambientali, quindi, ora posso dimostrare in modo definitivo, che le vaccinazioni di massa sono responsabili della maggior parte di questi casi.

8.) Qual è stata la risposta alle Sue scoperte? Come sono state accolte dal pubblico e dal mondo in generale?

Il pubblico capisce. I medici alternativi accettano. I medici tradizionali, tra cui i neurologi pediatrici, sono sbalorditi. Le case farmaceutiche e le organizzazioni sanitarie strutturate devono negarlo. La filosofia è "se non possiamo negare il messaggio, allora dovremo screditare il messaggero", Questo è semplicemente come funziona il sistema.

L'evidenza ora è rilevabile da tutti. Tutto ciò che dovete fare ora è essere istruiti per apprezzare e vedere ciò che è davanti ai vostri occhi - laici e medici.
La mia immagine si chiama 12-IMAM – 12 "Eye" M.A.S.S. Anoxia Measures, basata sui 12 nervi cranici. "M.A.S.S." sta per "Moulden Anoxia Spectrum Syndrome". Anossia (anoxia) significa apporto alterato di ossigeno ai tessuti.

 9.) Ci sono altri medici, ricercatori e scienziati che condividono la Sua opinione e sono d'accordo con Lei?

Tutti loro devono prendersi il tempo per apprendere. Ciò è al 100% innegabile. Non c'è alcun modo per confutare ciò che tutti ora possiamo vedere. Per l'esempio, la gravità esisteva fin dagli albori della creazione. Isaac Newton non ha 'scoperto' la gravità, ha semplicemente proposto un quadro concettuale per spiegare perché le mele cadono dagli alberi.
Io ho semplicemente proposto un quadro concettuale scientifico, un sistema di misurazione, delle spiegazioni del "perché ci ammaliamo", ho osservato che tutti i vaccini causano esattamente gli stessi danni neurologici a prescindere da quando la malattia si palesa nel corso della vita. Questo significa che la causa di malattie e disturbi è "qualcosa" che il corpo fa in risposta alla stimolazione immunitaria - ora credo di sapere cos'è questo "qualcosa".

 10.) Secondo Lei, qual è la percentuale di vaccini che causano effetti negativi?

A mio parere, TUTTI. Ora posso mostrare le prove a sostegno di questo. I danni possono essere stati clinicamente silenti, ma siamo tutti lesi a diversi livelli che possono andare dalla situazione clinicamente silente ai veri e propri disturbi e malattie - in tutti gli organi. Tuttavia, per il momento, la mia capacità di misurare e dimostrare la mia idea è bloccata principalmente alle funzioni cerebrali e alle condizioni neurocomportamentali, neuropsichiatriche e neurologiche.

 11.) Pensa che sia possibile determinare in anticipo (con prove mediche o esami clinici) quali individui sono predisposti a reazioni molto gravi ai vaccini?

Si, comunque, i vaccini non sono rivolti alla causa comune delle malattie e dei disordini fisiologici. Non sono i microbi a provocare malattie, morte e malattie croniche, è la risposta immune, generica, non specifica e l'instabilità elettrostatica del flusso di sangue che sta provocando malattie e molti stati di autoimmunità, incluso la sclerosi multipla e molto, molto di più.

Non abbiamo bisogno di vaccinarci contro tutti gli agenti patogeni della terra, dal momento che tutti gli agenti patogeni inducono malattia, morte e disabilità attraverso un unico meccanismo comune. E' questo meccanismo comune a dover essere indirizzato sulla base delle esigenze di ognuno. Questo ora è fattibile. La teoria dei germi di Louis Pasteur era giusto quello - una teoria. I suoi contemporanei, il dott. Antoine Bechamp e il dott. Rudolf Virchow erano più vicini alla verità per quanto riguarda la causa delle malattie. Sorprendentemente, questo significa che molto di ciò che stiamo facendo in medicina occidentale è sbagliato - abbiamo praticato la medicina in modo da confondere le cause con gli effetti e causando, complessivamente, più danni che salute... per oltre 200 anni!

 12.) Coloro che credono fortemente nei vaccini, spesso affermano che se avviene una reazione in poche ore è troppo presto o se avviene dopo diversi mesi o addirittura anni dopo la somministrazione del vaccino è troppo tardi per affermare che gli stessi sono coinvolti. Entro quanto tempo potrebbero verificarsi effetti negativi, secondo Lei? Questi effetti collaterali potrebbero presentarsi in ritardo? Come si potrebbe spiegare che alcuni eventi avversi si sono verificati così tanto tempo dopo la vaccinazione?

Le reazioni si verificano per tutti noi in pochi minuti, a due livelli:
1) reazione non specifica da iperstimolazione del sistema immunitario (un processo coinvolto in tutti gli stati di ipersensibilità immunitaria - che ho chiamato "di massa"),
2) instabilità elettrostatica del flusso di sangue che riduce la dinamica dei fluidi e l'apporto di ossigeno e nutrienti in tutto il corpo: 60.000 miglia di sottili vasi sanguigni necessari per la vita, la funzione cellulare, il benessere e la salute.
Al microscopio, il flusso di sangue ed i vasi sanguigni appaiono danneggiati, immediatamente e posticipatamente, in forma crescente e calante, da acuta a cronica, clinicamente silente o apparente. Si verificano cambiamenti di fase del flusso di sangue da fluido a gel, e viceversa. Il flusso sanguigno diventa viscoso/agglutinato. Il sangue vischioso non può attraversare i capillari progettati per consentire ai globuli rossi, che trasportano l'ossigeno, di transitare in fila indiana.
In fisica, la forza è uguale tempi di accelerazione delle masse. Questo fenomeno è noto come la "Big G" di Isaac Newton (per gravità). All'aumentare la massa (come nel sangue agglomerato da altre particelle in sospensione nel flusso sanguigno - tra cui metalli pesanti e amminoacidi), senza un incremento netto in spinta, allora, si verifica una decelerazione, un non avanzamento del flusso.
Il cervello ed altri organi non hanno recettori di flusso di sangue. Ci sono solo i recettori per la pressione arteriosa. Di conseguenza, quando il flusso di sangue diminuisce, il corpo non riceve segnali che qualcosa non va qualora la pressione rimanga adeguata. Tutto ciò influisce a livello microscopico, talora a livello di angstrom (0,1 nanometri) ma non abbiamo microscopi per vedere tutto questo "live" all'interno del corpo umano.
Quando un lattante muore di “morte improvvisa” o per “nessuna causa apparente” dopo una vaccinazione, la causa effettiva del decesso è il flusso indebolito del sangue, in questo caso a livello di microscopici vasi capillari spartiacque nel tronco encefalico che controlla il movimento centrale respiratorio. Il flusso danneggiato del sangue è bilaterale. Questo determina la cessazione della respirazione. L’arresto cardio-respiratorio avviene in un essere umano perfettamente sano. I medici legali non rileveranno alcuna causa di decesso dato che la causa della morte “per mancanza di flusso sanguigno a livello capillare” si verifica in tutti noi in caso di morte.
Eventi avversi avvengono a tale distanza dalle vaccinazioni in quanto i danni sono aggiuntivi, progressivi e soggetti ad altri eventi che producono una iper-stimolazione del sistema immunitario non specifica oltre la semplice vaccinazione. Lo stato ischemico può aumentare e diminuire. Auto anticorpi possono formarsi contro I tessuti che vengono, così, scarsamente irrorati. La viscosità del sangue può fluttuare e le aree vascolari danneggiate da precedenti vaccinazioni divengono predisposte.
Tuttavia, il meccanismo comune di patologia ritardata è quasi sempre correlata alla tolleranza immunologica, alla stabilità colloidale ridotta o indebolita del flusso sanguigno e alla perdita di capacità di conduzione e dispersione del flusso sanguigno. “La vita della carne si trova effettivamente nel sangue” – questa è elettrostatica. Non c’è niente in natura come la corrente alternata o diretta. Tutto è elettrostatico. In termini di elementi formati nel sangue, questi si ritrovano in minute cariche statiche nel dominio di 100 mila volt che mantengono il flusso sanguigno sparso, graduale, fluido con basso “bulk stress” o coagulato, laminare “denso” con elevato bulk stress.
Le leggi che governano il flusso sanguigno nel corpo umano sono le stesse che governano il movimento nel nostro universo. Sono forze elettriche e chimiche. La causa non deve essere mai ricercata nella chimica. I cambiamenti chimici sono un effetto. Le cause si trovano nelle forze elettriche, che sono una parte di tutte le sostanze che hanno massa. La medicina occidentale ignora la natura elettrica della fisiologia umana, per lo più per mancanza di comprensione e per una inabilità a trarre vantaggio dalle sfaccettature basilari della natura liberamente a disposizione di tutti noi – elettricità, elettrostatica e acqua…di tutte le cose. Il corpo è per il 75% formato da acqua. Il sangue è costituito per il 95% da acqua. L’acqua ha una componente elettrica così come tutta la massa e la materia nell’universo. Questa componente elettrica è critica per il flusso sanguigno, per la capacità di conduzione, la cicatrizzazione e le funzioni a livello cellulare.

13.) Secondo Lei, tutti I vaccini sono “imputati” oppure alcuni vaccini sono ancora “accettabili” ed in caso affermativo, quali?

Non è più un’opinione, in quanto posso ora dimostrare che TUTTI i vaccini producono esattamente gli stessi danni per tutti noi esattamente allo stesso modo in cui il virus della poliomielite ha causato paralisi, insufficienza respiratoria (“Iron lung”: polmone di ferro), morte, emorragia celebrale e molto altro.

Una prima parte del problema è dovuta alle ripetute vaccinazioni, debitamente intervallate. La seconda parte del problema è creata dall’alluminio. La terza parte problema è rappresentata da TUTTE le sostanze estranee contenute nei vaccini – è come buttare benzina sul fuoco. Una persona non deve necessariamente essere vaccinata direttamente per essere danneggiata da un vaccino.
I vaccini non sono gli unici fattori scatenanti il problema. Talvolta, quando una madre tollera dal punto di vista immunitario un determinante antigene specifico, la vaccinazione della madre indurrà danni ischemici da “M.A.S.S.” al lattante attraverso l’allattamento al seno, così come fanno le vaccinazioni – e causare autismo (attacchi ischemici). Talvolta questo potrà causare la “Sindrome di Mobius” nel periodo prenatale – il 48% di questi bambini sono affetti da autismo o da schizofrenia infantile. Schizofrenia ed autismo rappresentano la stessa “bestia” in patofisiologia (ischemia da M.A.S.S.) sebbene la sequenza di innesco differisca in funzione dell’immunologia. Elettrostatica e tempistica dei danni durante il neurosviluppo.
I danni acquisiti sono aggiuntivi e cumulativi con ciascun vaccino. Per esempio, ho adesso dimostrato che le adolescenti che hanno presentato gravi reazioni avverse al Gardasil, inclusa la morte, stanno attualmente sperimentando un completamento del danno neurovascolare aggiuntivo che aumenta con OGNI vaccinazione infantile. Questi danni sono anch’essi aggiuntivi per i lattanti e i bambini alla stessa maniera. Sono tutti attacchi ischemici. C’è un “punto di rottura”. Quando questo punto viene raggiunto, in frequenza, durata o gravità nei primissimi anni, emergono disturbi dello sviluppo neurologico. Se questo avviene in un adolescente o adulto, emergeranno diverse serie di sintomi. Il processo è simile ad uno “strangolamento” veloce o lento di un tessuto a causa di una rallentata dinamica dei fluidi e circolazione microvascolare, integrità e riparazione.

14.) In Francia, molti denunciano di soffrire di Macrofagi Myofasciitis a seguito della campagna di vaccinazione di massa anti Epatite B (Ghepardi, Clérin e al.). Si tratta di una condizione causata da un'anomala stagnazione di cristalli di alluminio derivanti da una iper-stimolazione e una iper-reazione del sistema immunitario e da una miriade di altri problemi immunitari collaterali. La Sua scoperta conferma l’esistenza di questo tipo di malattia o ha scoperto una condizione completamente diversa?

Sicuramente. Questo è simile alla reazione Arthus da vaccini, il “fenomeno Bordet, il fenomeno Santarelli/Schwatrzman, e la risposta da ipersensibilità ritardata di tipo IV nella fisiologia dei mammiferi". La “M.A.S.S.” consiste in una serie di passi fisiologici che portano l’ischemia – a pelle, cervello, organi e ossa. L’alluminio è un coagulante o flocculante. L’alluminio ha una carica elettrica di +3. tutti i cationi positivi sono “coagulanti” – determinano l’aggregazione, agglomerazione, il deposito, l’“addensarsi” di particelle dotate di massa. L’alluminio ha 84 volte la capacità di causare l’agglomerazione (l’addensarsi) rispetto al Sodio (Na+) – un elemento con una singola carica positiva.
Noi usiamo l’alluminio nel trattamento acquatico delle piante, per addensare, agglomerare e flocculare al fine di far sedimentare in fondo all’acqua le relative impurità. Usiamo l’alluminio come un anti-sudorifico dato che causa addensamento e blocca i dotti per la traspirazione delle ascelle. Il tessuto ischemico attrae i macrofagi che tentano di “ripulire” il tessuto danneggiato allo stesso modo dell’alluminio sedimentato. Questo determina una risposta infiammatoria (o meno). L’alluminio non può essere prontamente rimosso dai tessuti in quanto l’ampia carica positiva (dall’alluminio) svia la capacità di conduzione elettrostatica negativa del sangue laddove l’alluminio si è accumulato. I vasi sanguigni, i muscoli, e l’aponeurosi nelle aree tessutali verranno danneggiate dalla progressiva ischemia e dall’incapacità di rimuovere l’alluminio dall’area (per un problema di carica elettrica). I macrofagi e i globuli bianchi verranno richiamati per “ripulire” quest’area. Si tratta della reazione del sistema immunitario concentrata in modo cronico in quest’area che perpetua il problema e crea malattie più gravi e la possibilità dell’introduzione di una risposta autoimmune, o una tolleranza immunologia attraverso anergy (=assenza di normale reattività) o delezione.

Straordinariamente, la risposta del sistema immunitario, in biomeccanica, determina un ulteriore danno ai tessuti, in alcuni casi, passando dalla macrofagi myofasciitis al Diabete di tipo 1, al morbo di Parkinson, alla sclerosi multipla, alla Sindrome di Guillan Barré, alle convulsioni febbrili, allo spettro autistico, al morbo di Crohn, alla morte improvvisa del lattante e …a “quello che volete”.

15.) Gli additivi tossici nei vaccini, quali l’alluminio, sono gli unici fattori scatenanti le reazioni da Lei menzionate o anche gli antigeni dei vaccini possono contribuire a queste reazioni? In altre parole, secondo Lei, se i vaccini non contenessero alluminio il problema della tossicità sarebbe completamente risolta? Ritiene che tutti i vaccini debbano essere banditi, ossia che l’intera filosofia delle vaccinazioni sia sbagliata, oppure che siano solo quei vaccini e i loro ingredienti che debbano essere modificati per essere resi “buoni”?

Buona domanda. Chiaramente avete letto alcuni delle mie pubblicazioni. Il problema è duplice:
1. Elettrostatico. Ad esempio, i cationi caricati positivamente sono patologici;
2. Immunologico - questo è la “M.A.S.S.” (sequenze di risposte immunologiche). Entrambe le categorie presentano una serie di processi che possono essere lanciati indipendentemente o in collaborazione e che alla fine determinano il meccanismo della malattia – l’ischemia – che rappresenta il primo passo per ciò che segue.
Ritengo, sulla base di prove conclusive, che tutti i vaccini debbano essere banditi. Tutti i vaccini causano ischemie celebrali, danni fisici, malattie croniche e malattie varie. I vaccini non affrontano la causa degli agenti infettivi – M.A.S.S. ed elettrostatica del flusso sanguigno. Sono questi ultimi che devono essere affrontati, non le vaccinazioni per qualunque tipo di “germe” esistente.
Alluminio, mercurio, squalene e altri inquinanti che vengono aggiunti ai vaccini, sono equivalenti ai virus e ai batteri in termini di danno ai tessuti umani. Si tratta di sostanze estranee alla fisiologia umana, che inducono risposte elettrostatiche ed immunologiche, che in eguale misura sviano il flusso sanguigno e portano a danni tessutali diretti.
È significativo che i vaccini determinino la stessa identica sequenza patologica del virus della poliomielite nel causare paralisi e insufficienza respiratoria. Questo è lo stesso meccanismo per cui:
- la Talidomide fa nascere bambini privi di braccia e gambe;
- il Vioxx causa infarti e attacchi cardiaci;
- i farmaci per abbassare il colesterolo causano mialgia e myositis (=infiammazione muscolare);
- l’influenza spagnola ha ucciso 20 milioni di persone nel 1918;
- il vaccino per l’influenza suina ha causato paralisi (vedi http://www.vactruth.com);
- i vaccini per Epatite A e B causano la sclerosi multipla;
- una serie di vaccini contro l’antrace hanno portato le ex combattenti (femmine) a dare alla luce neonati senza gambe o braccia 18 mesi dopo le vaccinazioni;
- tutti i vaccini causano disturbi dell’apprendimento o dello spettro autistico, SIDS e ADHD;
- vaccinazioni antinfluenzali ripetute determinano demenza;
- l’antitetanica causa il tetano – un attacco ischemico, in evoluzione, al cervello derivante dall’interruzione del flusso sanguigno;
- le vaccinazioni provocano la Sindrome di Guillan Barré> (consistente in ischemie a livello di capillari verso i tratti corticospinali discendenti - danni celebrali!);
- il vaiolo ha ucciso e causato lesioni della pelle – ischemia dermale – flusso sanguigno rallentato;
- la rosolia congenita, in epoca pre-vaccinica, ha causato danni ischemici al cervello, al corpo e ai polmoni.
La poliomielite, il morbillo e la rosolia congenita in epoca pre-vaccinica hanno causato i medesimi danni che vediamo oggi, in forma diversa, a seguito delle vaccinazioni. Non c’è e non c’era nelle normali infezioni virali né mercurio né alluminio. Chiaramente, il problema non può risolversi semplicemente eliminando gli adiuvanti di alluminio. La soluzione è invece quella di controllare la stabilità elettrostatica del flusso sanguigno e la dinamica dei fluidi, oltre al controllo delle sequenze di risposte immunologiche, non specifiche e generiche, che adesso conosco ed ho chiamato “M.A.S.S.”.
Sorprendentemente, M.A.S.S. ed elettrostatica contengono le risposte per la prevenzione di patologie così come gli aspetti chiave verso la guarigione di queste cervelli e corpi danneggiati, passando attraverso lo spettro “M.A.S.S.”.

 16.) Cosa impedisce alle Sue scoperte di essere accettate e prese in considerazione?

Questo è qualcosa che devo ancora pubblicare, in ogni caso, cerco di dimostrare presso il circuito delle Corti Federali Statunitensi, che l’unico modo per evitare questa rovina incontrollata è ritenere il sistema responsabile in tribunale – ampiamente, altrimenti le compagnie che producono i vaccini non saranno in alcun modo disincentivate dal trarre profitto dalla disponibilità di vaccini.
Straordinariamente, ho fornito una prova così evidente, che potete vedere quasi letteralmente da soli, partendo da adesso e tornando indietro di 70 anni, se all’epoca vi erano questi danni. Questo è stato realizzato grazie al programma non invasivo e funzionale BrainGuardMD di neuroimaging, neuromotoria, neurovascolare.

17.) Lei crede che la vaccinazioni abbiano estirpato le malattie pandemiche?

Assolutamente no. Tutto ciò che abbiamo fatto è stato trasformare un “grosso incendio” (forest fire = incendio di una foresta) per l’1% della popolazione in un “incendio leggero” (brush fire = incendio del sottobosco) cronico e acuto per l’intera popolazione. Le epidemie sono state estirpate da misure igieniche, nutrizione, acqua potabile, adeguata nutrizione ed idratazione. Patogeni virulenti possono essere trattati – avevamo semplicemente bisogno di controllare la risposta “M.A.S.S.” della fisiologia umana e l’elettrostatica del flusso sanguigno. A questo proposito, non ci sarebbero state paralisi infantili o arresti respiratori causati dalla poliomielite, o morte causata dall’influenza Spagnola o H1N1 per quanto ci riguarda. Noi possiamo gestire i germi – tutti, semplicemente dobbiamo controllare la grandezza e la natura delle risposte del sistema immunitario a questi patogeni virulenti. Le stesse sequenze patologiche, nella fisiologia umana, devono essere controllate, nei limiti della necessità di conoscere, indipendentemente dalla tensione o virulenza patogenetica.

La poliomelite adesso è conosciuta come meningite asettica e con una miriade di altri nomi. Non è mai sparita. Tuttavia, ripeto, il virus della poliomielite non è mai stata la causa di paralisi e malattie – queste reazioni erano attacchi ischemici derivanti da “M.A.S.S.”. Tutti gli altri stati patologici derivano da questo primo passo generico verso la malattia.

18.) Ha trovato ostilità, difficoltà od ostruzionismo alla pubblicazione dei Suoi lavori da parte delle principali riviste mediche?

Si, inclusi attacchi alle mie conferenze sin dal 2005, tra le varie tattiche “preventive” che possono essere discusse successivamente. Per il momento la questione riguarda la salute e il benessere dei nostri simili, le mie battaglie sono irrilevanti.
La medicina ufficiale non è stata gentile, sarebbe stata gentile solamente se avessi semplicemente “concordato” (=“play ball” – frase idiomatica che indica accettare di fare quello che qualcuno vuole al fine di raggiungere un fine comune generalmente negativo). All’epoca delle mie prime scoperte e messa a punto di strumenti diagnostici che dimostrassero le funzioni di causa effetto, sedevo nel consiglio di amministrazione di due organizzazioni mediche in Canada. Ho accettato di rappresentare la verità, la scienza e l’umanità piuttosto che riempirmi le tasche o accettare avanzamenti di carriera per “vendermi”. Questo è quello per cui un medico ha prestato giuramento. Questo è quello per cui uno scienziato deve essere fedele. Questo è quello che un essere umano deve fare per i propri simili. Non si tratta di essere migliore dei propri simili, bensì di aiutare i propri simili a stare meglio. Abbiamo tutti il nostro ruolo da svolgere. Come emerge, queste scoperte mediche costituiscono il mio piccolo contributo alla conoscenza che appartiene all’umanità, non al mio portafogli e non dev'essere sotterrato nella “cripta” di qualche compagnia farmaceutica.
Il mio lavoro spaventa gli alti gradi e adesso anche le corti Federali. Costoro mi devono marchiare come “ciarlatano” e distruggere la mia credibilità, dal momento che non possono negare l’evidenza che porto a conoscenza.
Non è più semplicemente una questione di sicurezza dei vaccini. Le mie scoperte sulla “M.A.S.S.” si ripercuotono sull’intero modello medico – i germi NON sono di per sé la causa delle malattie – questa non è mai stata la verità, ma solo una teoria.

19.) Quali sono i punti di vista principali e le rivendicazioni dei suoi ‘oppositori’?

Non ne hanno. Ormai non hanno più opinioni. La verità parla da sola – res ipsa loquitur. Tutto ciò che possono fare è venire ad ascoltare, a vedere. TUTTI coloro che si prendono tempo per imparare ed essere istruiti dalle prove che ora posso dimostrare sono senza parole, dai neuropediatri a tutte le professionalità mediche e paramediche di quel tipo. Le corti federali (“vaccine court”) non possono contestare la verità. Vedremo quale punto di vista emerge da quella platea con il tempo.

20.) In Francia, le autorità affermano che sono solo voci isolate quelle che si oppongono al vaccino per le Epatite B e che il collegamento con la sclerosi multipla deve essere provato. Cosa ne pensa?

La sclerosi multipla è il primo danno ischemico da rallentato flusso sanguigno, da M.A.S.S. ed elettrostatica dei fluidi del corpo umano deviata. Questo si riscontra anche nella sindrome Guillan Barré. Le guaine mieliniche intorno ai nervi possono essere danneggiate da anticorpi contro proteine basiche della mielina, o altre teorie quali quella del “mimetismo molecolare”. Il punto essenziale è che le condizioni ischemiche sono all’origine. Quando questo si ripete, aumentando e diminuendo, il danno lentamente si accumula. Anche nel grano i tratti di “cavi” di sostanza bianca sono vascolari. Persino i vasa vasorum ed i tratti di sostanza bianca, bersagliati nella sclerosi multipla, sono il risultato della distruzione di origine autoimmunitaria che sperimentano per i danni ischemici progressivi. Questo si verifica in seguito a ripetute vaccinazioni, “flusso sanguigno addensato”, “M.A.S.S.” e dinamica dei fluidi sviata nella microcircolazione, cervello, corpo e nelle interconnessioni del sistema nervoso.

21.) Cosa pensa del fatto che per ben più di un secolo un gran numero di dottori ha messo in guardia sui vaccini, presentandosi alle conferenze per informare il mondo dei pericoli di questa pratica, ma i cui studi, ricerche ed affermazioni non hanno avuto seguito? Come mai i loro avvertimenti non hanno avuto effetto?

I soldi fanno girare il mondo. Il modello medico che attualmente abbiamo è sbagliato. Alcuni realmente credono di fare del bene. Il sistema politico è controllato da interessi corporativi molto ricchi. Ignorano quello che non conoscono. Usano la paura per controllarci. Non avevano le comprovate tecniche che dimostrano la causa effetto che io ho acquisito attraverso il sistema di misurazione 12-IMAM. La scienza è solo un modello umano statistico, probabilistico e matematico che può rapidamente scoprire la verità allo stesso modo in cui può creare verità ex novo, o nascondere la verità – se il fine giustifica i mezzi, se il profitto è coinvolto e non conoscono altri modi per realizzare il fine cui tutti noi tendiamo.

 22.) Sono stati presi provvedimenti nei suoi confronti nel suo lavoro? Qualcuno ha tentato di zittirla, di impedirle di parlare del suo lavoro?

Esiste un ordine reprimente ad oggi che mi impedisce di parlare ai convegni medici in Canada. Contestarono la mia iscrizione all’albo. La mia sponsorizzazione alla presentazione del mio lavoro al congresso mondiale di psichiatria, al Cairo, Egitto, fu cancellata nel 2005. Nessuno ha voluto finanziare il mio lavoro – nonostante fossi un borsista Nazionale che aveva ricevuto 250.000 dollari in 27 borse di studio accademiche e di ricerca durante I miei studi universitari. Anche il nostro quarantennale consigliere della Food and Drug Safety canadese, Dr. Shiv Chopra, fu intimato al silenzio e licenziato per aver messo in guardia su molte questioni, una delle quali era l’inganno relativamente alla sicurezza ed efficacia dei vaccini.
Fui additato come “ciarlatano” entro 24 ore dalla presentazione in pubblico del mio lavoro, la prima volta lo scorso ottobre. Presumo questo debba considerarsi una medaglia d’onore – sebbene alla società nel suo complesso appare disonorevole.
Ho scelto di allontanarmi dalla medicina Occidentale e da 20 anni di pluri-premiata educazione universitaria, l’anno scorso. Non tornerò indietro. Non ho scelta. La mia integrità e il mio sapere mi impediscono di andare avanti. Quando lo standard delle cure mediche ti costringe a fare del male al tuo prossimo, e tu lo sai, allora si presenta un dilemma etico o un’attenzione selettiva. Se fossi rimasto nella professione medica facendo quello che faccio adesso, dicendo quello che dico adesso, mi avrebbero radiato dall’albo, per una qualunque ragione. Pertanto vi sareste sentiti dire “non ascoltate il Dr. Moulden…è stato radiato dall’albo.” Non mi possono portare via qualcosa che ho scelto di non usare. La mia conoscenza non è vincolata rinnovare una licenza. Se guidi per vent’anni, e scegli di non rinnovare la tua patente, questo non implica che tu non sappia comunque guidare una macchina.
L’unico medico che ha compreso la reale grandezza delle mie scoperte è stato il Dr. Bernard Rimland – fondatore dell’Autism Research Institure e del protocollo DAN statunitense. Sfortunatamente il Dr. Rimland è deceduto un anno prima che fossi pronto a pubblicare il mio lavoro.

Sorprendentemente, alcuni prominenti scienziati – sostenitori nel mondo dello spettro autistico conoscono il mio lavoro, tuttavia, il mio lavoro minaccia anche le loro organizzazioni e questo crea ulteriori ostacoli. Non si può giustificare la spesa, in 5 anni, di 5 milioni di finanziamento stimando gli effetti del virus del morbillo sui macachi quando qualcuno ti dimostra che i batteri non sono la causa della malattia, per non parlare dell’autismo. Non si può giustificare di far pagare alle famiglie 5000 dollari per una diagnosi gastrointestinale, quando ormai è dimostrato che i problemi gastrointestinali sono un sintomo della stessa patologia che determina danni celebrali – l’ischemia.

23.) È stato chiamato a testimoniare in tribunale?

Sono in tribunale adesso. Due “siluri” nell’acqua evidentemente. Un caso riguarda un adulto professore universitario che ha contratto demenza a seguito dei vaccini per le Epatite A e B. L’altro caso riguarda una morte improvvisa in culla a seguito della somministrazione dei vaccini DTap/MMR. Questi casi saranno la cartina di tornasole e sostengo entrambi con la medesima prova – tutti i vaccini, qualunque sia la diagnosi, creano gli stessi danni ischemici neurologici misurabili, riproducibili e quantificabili. Le corti stanno trascinando i propri piedi.
Il seguente link a “Baby M.” racconta la storia di fronte al ministero. http://www.vaccinerights.com/forensics.html

24.) Secondo lei qual è il ruolo del WHO (Organizzazione Mondiale della Sanità), e quello del CDC (Centre of Desease Control)?

Ritengo che siano controllati dagli stessi gruppi che traggono profitto dal venderci malessere e malattie e cure palliative basate sulla mancanza di conoscenza circa le cause delle malattie e dei disordini – in causa, prevenzione e cura. L’intera griglia di controlli e contrappesi è stato corrotto con riferimento a conoscenza, potere, direzione, obiettivi, metodi, credi, legislazione e nomine. La salute ed il benessere umano non possono essere affidati alla punta di una siringa o ad un’unica soluzione per qualunque problema. Tagliare, bruciare ed avvelenare non rappresentano la cura della salute.

25.) Perché ritiene che il suo lavoro rappresenti la più importante scoperta nel campo della medicina?

Si tratta della causa di malattie, di patologie croniche, inclusi tutti i disturbi dello sviluppo neurologico, la demenza, molti disturbi neurologici e … beh, di gran parte di quello che fino ad oggi abbiamo etichettato senza aver di fatto veramente compreso. Abbiamo fino ad oggi lanciato cocomeri sul bersaglio (delle freccette) cercando di beccare il centro, senza sapere dove questo si trovasse. Abbiamo fatto un a gran confusione e causato un inutile e globale dolore e sofferenza ad un numero astronomico di persone. Ciò che devo supportare è quasi letteralmente uno spostamento paradigmatico in tutte le forme di cura per la salute, che ci consenta di passare dall’epoca della candela a quella dell’energia elettrica, con domande e risposte, che non richiedano di iniettare nel nostro corpo sostanze estranee. È il momento di concentrarsi sul “nocciolo” della salute e del benessere. Il mio lavoro apre la strada a questa nuova epoca e al ritorno a all’arte delle cure naturali, inclusa la chiropratica, la naturopatia, l’osteopatia, la fitoterapia e alla Medicina tradizionale Cinese. Questa sarà una pillola amara da buttar giù per la medicina allopatica e gli interessi farmaceutici.
Sicuramente, condividendo scienza e verità comprovata, nessuno acquisterà o venderà più un vaccino nella storia a venire. Questo avverrà presto. Prego di non essere in ritardo.

 26.) Cosa pensa delle misure che sono state attualmente prese in alcuni paesi per rendere obbligatoria la vaccinazione contro una potenziale pandemia di influenza suina?

Questo è un genocidio. Coloro che verranno danneggiati saranno quelli che avranno ricevuto il maggior numero di vaccinazioni, dal momento che i danni da vaccino sono cumulativi. Le generazioni più giovani saranno quelle maggiormente colpite – nel breve e nel lungo termine. Stiamo per iniettare vaccinazioni di MASSA, creando disturbi di MASSA, su scala di MASSA. Questo porterà a danni fisici e celebrali per tutti.
Lo stato non ha il diritto di interferire, con leggi o decreti, nell’inviolabilità del sangue e corpo umano e dell’anima. È uno stato che impone la propria volontà su singoli cittadini. Si tratta di una catastrofe incombente, che creerà proprio la cosa che fa credere di allontanare. È già successo prima.
Vi ho allegato un secondo articolo per affrontare la questione – per completare il quadro e mostrare il mio punto di vista, e fare un ultimo sentito appello ai cittadini dei vostri Paesi di svegliarsi da questa corsa titanica in cui siamo stati imbarcati – l’iceberg è proprio davanti a noi. Dovete riprendere il controllo del timone – tutti noi dobbiamo rispondere a questa chiamata, tutte le Nazioni…adesso.

27.) Ritiene possibile che i governi possano istituire leggi marziali per imporre e rendere obbligatorie le vaccinazioni?

Sono già passate le leggi che sostengono queste azioni. Infatti, in caso di una rivolta civile, nel Nord America le leggi sono state cambiate in modo che l’esercito Americano possa venire in Canada a reprimere le rivolte. Quando viene invocata la legge marziale o una pandemia globale, i singoli cittadini perdono i propri diritti, devono vaccinarsi, a pena di essere considerati come una minaccia per la sicurezza nazionale e la salute pubblica.

28.) Cosa, secondo Lei, ha scatenato l’influenza “spagnola” nel 1918?

Le vaccinazioni al personale militare Statunitense impiegato oltremare.
L’influenza spagnola non ha ucciso 20 milioni di persone. Sono state una risposta M.A.S.S. immunocompetente non specifica e la perdita di controllo elettrostatico di stabilità del flusso sanguigno a livello microscopico a causare ischemie clinicamente silenti a livello di micro-circolazione capillare.

Gli attacchi ischemici fisici e celebrali possono essere considerati causa di morte nell’influenza Spagnola così come lo potranno essere nella prossima “epidemia” sia attraverso le vaccinazioni che attraverso virus liberamente circolanti nella comunità.
Non avete bisogno di vaccinarvi contro l’Influenza Spagnola più di qualunque altro tipo di patologia, avete bisogno di controllare i meccanismi della fisiologia umana, attraverso i quali i vari patogeni inducono malattie – il MASS e l’elettrostatica – altrimenti conosciuti come “potenziale Zeta”.

29.) Cosa pensa delle varie terapie e discipline usate per trattare le reazione avverse dei vaccini?

Chiamatemi. 1-877-NOW-I-CAN. Prima cosa valutazione, seconda cosa diagnosi. Terza cosa trattamento – adesso usiamo freccette per colpire l’obiettivo e lasciamo i “cocomeri” dell’allopatia. Ho alcune soluzioni che potrebbero essere implementate immediatamente. In ogni caso, l’intero sistema deve essere stravolto. Il corpo può guarire – incluso il cervello. Dovete semplicemente colpire più obiettivi contemporaneamente per ripristinare i poteri auto-curanti con cui Dio ha dotato tutti i nostri corpi. Questa sarà chiamata serie curativa di soluzioni e metodi IMAM MASS Victory. Per ora, potete trovarci on line, per aiuto, al http://www.brightstepsforward.org e http://www.therapies4kids.com.
Potete creare i migliori cerotti del mondo, fino a che il mondo non capisce che è malato e “sanguinante” i cerotti hanno poco senso. Quando il paziente, in questo caso l’intero sistema medico occidentale, è malato e in fase di rifiuto, non si possono offrire trattamenti e nuove soluzioni, fino a che il paziente non concorda in cosa consista il “sanguinamento”. Fino a quel momento, siamo tutti fermi e non posso parlare di risposte, soluzioni o “cerotti”, in quanto le mie risposte non hanno ancora alcun senso – coloro che controllano il sistema medico devono prima ammettere che il problema esiste realmente. In questa circostanza, riconoscere qual è il problema costituisce anche un’ammissione di responsabilità – a livello personale, politico e corporativo – questo è un peso non indifferente da portare e una pillola amara da ingoiare.
Cominceremo aiutando coloro che cercano aiuto. Non faccio denunce. Se a qualcuno capita di stare meglio dopo averci visto, deve trattarsi di una coincidenza.

30.) Una volta che “il danno è fatto”, non c’è più speranza oppure ci sono altri approcci? Si può fare qualcosa per trattare i danni da vaccino?

Si. Il corpo e il cervello possono guarire allo stesso modo in cui possono guarire l’ulcera del piede diabetico e la piaga da decubito. È prima di tutto una questione di flusso sanguigno – sia dal punto di vista della patologia che della guarigione. L’elettrodinamica, sorprendentemente, è una parte del processo di guarigione quanto lo è l’ossigeno, e il controllo “MASS” e “Zeta”. Il sistema epatico è critico. Il corpo può detossificarsi da solo – in ogni caso, deve essere rimesso in uno stato fisiologico appropriato.
Grazie a Dio, con riferimento alle funzioni celebrali, i danni da vaccino, hanno prevalentemente disconnesso i tratti connettori di sostanza bianca, lasciando invece intatta le “lampadine” (la materia grigia). Le connessioni celebrali di sostanza bianca possono essere ripristinate. I connettori celebrali possono ricrescere e riconnettersi, perfettamente e punto per punto da soli. Si deve prima ristabilire l’equilibrio nel corpo umano – nei sistemi multi-organici. Questo è tutto fattibile, ma deve essere fatto caso per caso, perché non esiste una soluzione unica per tutti in questo caso.

 31.) Lei è coinvolto anche in politica… Ci può dire cosa l’ha spinta ad entrare in politica? Non crede che la politica delle vaccinazioni potrebbe essere considerata come una posizione strategica, più monopolistica di altre? Spera di cambiare le cose attraverso il suo coinvolgimento politico? La sua vita non è maggiormente in pericolo adesso che è entrato in politica, tenuto conto della sua presa di posizione sulla questione delle vaccinazioni?

Quando il sistema socio politico è malato e produce malattie serve un medico. Non posso cambiare il sistema curando sette pazienti al giorno e chiamare questo vita e carriera.

Preferisco cambiare il sistema, per aiutare l’individuo, piuttosto che cambiare l’individuo per aiutare me stesso. Il sistema medico, socio politico e bancario mondiale è controllato dagli stessi gruppi che contribuiscono a farci ammalare. Le conoscenze mediche e la verità scientifica non aiuteranno l’umanità.
L’unico modo per uscire dalla confusione che abbiamo creato è una democrazia informata, educata, partecipativa, per la gente, con la gente e della gente. Io spero di ispirare i cittadini a reclamare cosa spetta di diritto alle persone, la loro Nazionalità, i diritti inalienabili, la Sovranità, e il controllo nell’emissione e nel controllo del credito e nella valuta della nazione. Se la gente non controlla questi nodi critici, allora l’usura, una volta preso il controllo seminerà distruzione in tutte le nazioni – su salute, ricchezza, diritti fondamentali e libertà.
Non c’è nulla da temere se non la paura stessa. La morte è inevitabile. Si dovrebbe temere di più ciò che non si è fatto nella vita sapendo cosa era giusto piuttosto che non fare cosa è giusto fare, distinguendo il bene dal male. Derisione, povertà, perdita di prestigio, ricchezza o morte – senza fede, senza speranza, sei già morto. Io ho scelto di amare, per me stesso e per i miei simili, semplicemente perché la verità mi ha guidato nelle mie scelte verso questa direzione. Noi tutti dobbiamo fare delle scelte.
Non vedrete mai un autocarro seguire una processione funebre – forse nella vita c’è di più che raccogliere averi. Dio non ti incolperà mai per aver fatto la cosa giusta. La colpa sta nell’inerzia, nonostante l’abilità, la conoscenza e la capacità di fare altrimenti.
Sarei contento di entrare nel vostro paese per penetrare l’oscurità dei vaccini con la luce, per tutti.
Fonte:
Dr. Andrew Moulden MD, PhD
http://www.vactruth.com
http://www.brightstepsforward.org
http://www.therapies4kids.com

Ogni malattia e' parte di un processo Karmico di espiazione e volutivo

Dal punto di vista “karmico”, della legge spirituale di causa-effetto, ogni malattia è la causa funzionale per soddisfare le esigenze di pagamento di alcuni “debiti” contratti dall’anima. In verità la sola cosa certa una volta che l’anima ha assunto un corpo è che verrà il momento in cui questo corpo sarà abbandonato, si chiama processo di nascita-morte.

Le esperienze che vengono vissute nel lasso di tempo in cui l’anima permane nella forma fisica sono tutte stabilite nel libro del destino ed hanno una funzione educativa per ricondurre l’anima alla sua vera sorgente che è lo Spirito, ovvero la Consapevolezza Assoluta.

Nel gioco della vita, come avviene nei vari fotogrammi di un film, viene racchiuso uno ipotetico percorso che non è altro che un riflesso immaginario nello specchio mentale. Infatti la mente viene paragonata ad uno specchio che riflette le immagini proiettate dalla coscienza facendole apparire “esterne” alla coscienza stessa che le osserva. Questo processo viene anche definito “scissione della coscienza nella triade osservatore, osservato, osservazione”.

Ma lasciamo da parte queste descrizioni metafisiche e torniamo alla analisi di come il karma si manifesta. Dicevamo che una volta nati giocoforza occorre morire. Il modo in cui sopraggiunge questa morte è dettato dal destino scelto dall’anima per soddisfare le esigenze della sua posizione evolutiva. Un tempo si poteva morire di lebbra, con una lenta e lunga agonia in cui si sperimentavano vari stadi di depressione e di umiliazione. Oppure si poteva morire colpiti da un dardo in battaglia, con un infortunio, per esaustione, inedia o disfunzione fisica di ogni
genere.
Ma anche oggi si può morire in vari modi: per incidente stradale, per avvelenamento ambientale, per abbandono in un ospizio, etc. Insomma i modi di morire soddisfano diverse necessità karmiche.
Che siano quasi scomparse alcune malattie epidemiche, come la peste, il colera, etc. non ha però impedito al destino di trovare nuove forme espiative per soddisfare queste esigenze. Oggi la malattia per antonomasia è il cancro che assume vari aspetti e forme, sia nel genere che nei modi di affrontarlo.
Esaminando la cosa dal punto di vista naturalistico ogni malattia è solo una degenerazione organica che mostra alcuni aspetti dello squilibrio che il corpo-mente sta attraversando. E nel sistema adottato per combattere tale squilibrio, ovvero il “modo” in cui tale degenerazione viene affrontata, segue un’indicazione karmica dell’anima coinvolta. Ad esempio ci si può ammalare di cancro, non saperlo e quando la morte sopraggiunge definirne la causa “vecchiaia” o “indebolimento”, etc. oppure si può scoprire la malattia e affrontare il calvario di cure invasive, torturanti e lente, come la chemioterapia, imbottitura di farmaci chimici, etc. (che corrisponde a determinate esigenze espiative dell’anima), oppure si può curare la malattia attraverso azioni di riequilibrio energetico, con sistemi naturali, come i metodi semplici elementali basati sul movimento e riaggiustamento delle energie psichiche e fisiche coinvolte nel processo indicato come “malattia”, il sistema più semplice essendo la corretta dieta alimentare. Ma questi sono piccoli esempi nella enorme gamma di possibilità implicate nel decorso karmico verso l’esaustione fisica, cause funzionali di un dato pagamento karmico.
In questo momento in cui lo squilibrio interno-esterno è molto accentuato nella nostra società, in seguito alla cecità che porta l’uomo a considerarsi astratto dalla natura e conseguentemente che lo spinge all’arroganza di voler autogestire, indipendentemente dall’insieme del contesto vitale, la sua esistenza sul pianeta, dà come risultato la retribuzione karmica di lunghe e penose malattie e stati generali di malessere.
L’alienazione dalla vita porta all’alienazione da se stessi, da qui l’insorgere di malattie degenerative come appunto il cancro e conseguenti “cure” che in realtà sono solo peggioramenti della condizione psicofisica, ovvero che comportano un ulteriore degrado mentale e fisico. Ma si dice che l’uomo apprende attraverso un processo di tentativi ed errori per cui si suppone che l’intelligenza alla fine prevalga….

martedì 16 settembre 2014

Normandia: presunta flottiglia UFO avvistata e filmata nei pressi delle scie chimiche video





Il 12 settembre 2014 una coppia di amici ha avvistato e registrato uno strano fenomeno nel cielo della Normandia. I due testimoni stavano osservando la presenza di alcune scie chimiche quando improvvisamente hanno notato alcune luci nel cielo. Di cosa si è trattato? Segni dal Cielo vi mostra il video di quest’avvistamento che sta facendo il giro del web.
I due amici si trovavano su uno yacht e stavano navigando mentre osservavano il meraviglioso cielo blu della Normandia, nel nord-ovest della Francia. I due erano intenti ad osservare le scie chimiche ed alcune nuvole quando la loro attenzione è stata catturata da alcuni oggetti presenti nel cielo. Riportiamo di seguito la testimonianza di uno dei testimoni.
Ho notato alcuni strani piccoli punti di luce nei pressi delle enormi scie chimiche, ho preso il mio Iphone ed ho iniziato a riprendere lo strano fenomeno. Controllando in seguito la registrazione sullo schermo del mio pc sono riuscito a contare 7 oggetti bianchi. Non so di cosa possa trattarsi ma mi sono fatto 3 ipotesi:

·        1) Meteore che cadono ( fenomeno raro in pieno giorno )

·       2)  Droni spia o dispositivi militari

·        3) Ufo ( oggetti volanti non identificati )

 Questo tipo di avvistamento è abbastanza ricorrente e ci sono tantissime registrazioni molto simili al filmato in questione. Ci sentiamo di escludere l’opzione meteore in quanto è difficile che un fenomeno del genere possa capitare in pieno giorno. Il filmato è molto interessante ed a primo impatto sembra possa trattarsi effettivamente di una flottiglia Ufo.
Come sempre, vi invitiamo ad osservare con molta attenzione il filmato ed a farvi una propria idea personale. Voi cosa ne pensate? Vi ricordiamo la presenza della chat sul nostro sito e vi suggeriamo di commentare e condividere le vostre idee, per un confronto molto interessante su quest’argomento che tanto ci accomuna.



Stefano Sorce

Redazione Segnidalcielo


Cosa c’è nel mio cibo? Scopri i 10 cibi più contraffatti

In un Paese noto in tutto il mondo per la qualità del suo cibo, quella contro la contraffazione alimentare è una lotta che si svolge grazie a criteri di selezione e qualità degli alimenti molto rigida. Tuttavia, non sempre è possibile individuare e fermare tali prodotti prima che essi arrivino negli scaffali del supermercato. Se per borse, vestiti, gioielli, e oggetti tecnologici contraffatti i danni sono prevalentemente economici e legati alla qualità del prodotto, nel caso del cibo ad essere messa a repentaglio è la salute del consumatore.
Ecco quali sono i dieci prodotti più frequentemente contraffatti.

1) Succo d’arancia

Vi sareste mai aspettati che i maggiori rischi derivino dal succo d’arancia? Eppure è proprio questo prodotto, apparentemente così semplice, a venire contraffatto più di frequente. Tra le misture più dannose che si possono trovare in commercio c’è quella contenente zucchero di barbabietola, zucchero di grano, glutammato monosodico, acido ascorbico, solfato di potassio, e solo per ultime polpa di arancia e parti di pompelmo. Non propriamente il migliore rimedio contro l’influenza…
2) Miele

Al di là di casi di ritiro di merci contenenti sostanze tossiche, il miele è tra gli alimenti più semplici da contraffare e questo avviene solitamente spacciando prodotti mediocri per altri di elevata qualità. La possibilità di rimuovere i resti di polline e parti organiche delle api produttrici è ciò che rende più difficile la definizione della qualità del miele. Tuttavia, l’elenco delle sostanze che si possono trovare nel miele contraffatto è ben più temibile della semplice contraffazione del marchio: sciroppo di saccarosio, sciroppo di glucosio, dolcificanti artificiali di vario tipo, zucchero di barbabietola e zucchero di canna parzialmente lavorato.

3) Olio al tartufo

L’olio al tartufo utilizzato per condire i vostri piatti potrebbe non contenere alcuna traccia di tartufo. Al contrario, molti degli olii al tartufo in commercio potrebbero essere aromatizzati tramite l’unione dell’olio d’oliva con un aroma a base di petrolio, solitamente il 2,4 – dithiapentane. Scovare il vero olio al tartufo potrebbe quindi non essere semplice, nemmeno al supermercato: per individuarlo si consiglia di leggere molto attentamente gli ingredienti evitando quelli che riportano generiche indicazioni di “aromi” o “essenze”.
4) Mirtilli

Fortunatamente, è impossibile contraffare i mirtilli se li si acquista sotto forma di semplice frutta. Purtroppo, però, non si può dire altrettanto dei molti prodotti industriali al sapore di mirtillo o che dovrebbero contenere parti di mirtilli. In alcune barrette, dolciumi, prodotti ai mirtilli si scopre così che dei frutti non c’è nemmeno traccia, mentre al loro posto è presente un mix di zucchero, sciroppo di sciroppo di glucosio, amido, olii idrogenati, aromi artificiali e il colorante artificiale blu n.2 e rosso n.4. L’utilizzo di questi “finti mirtilli” è una pratica che purtroppo è stata riscontrata in uso anche per le più grandi marche, considerate erroneamente le più sicure. Il modo per tutelarsi? Vedere i succosi mirtilli riportati sulle immagini delle confezioni non è sufficiente: occorre leggere con cura gli ingredienti e cercare la presenza di veri mirtilli, mentre i coloranti citati non ci devono essere.
5) Latte

E’ uno degli alimenti base, molto diffuso nella dieta degli adulti e importante in quella dei bambini. Eppure, se volete essere certi di offrire ai vostri piccoli una merenda di qualità, vi conviene leggere molto attentamente gli ingredienti. Tra essi potreste rischiare di trovare: melamina, formaldeide, urea, perossido d’idrogeno, detergente, soda caustica, amido, acqua non potabile, lardo di maiale e grasso di mucca. Non proprio quello che si può definire un pasto ottimale…

6) Pesce

La sostenibilità non è l’unico elemento da tenere sotto controllo quando si acquista il pesce: già sono tristemente noti i casi di livello di mercurio troppo alto che hanno portato più volte nel mondo al ritiro di prodotti ittici dal commercio. Accanto al rischio di mercurio, si aggiunge infatti quello di acquistare del pesce ma consumare, effettivamente, altre specie rispetto a quelle che si è creduto di comprare.
7) Zafferano

Lo zafferano è una delle spezie più esotiche e più costose: non stupisce, quindi, che sia anche tra le più contraffatte. La varietà di sostanze con le quali lo zafferano può venire contraffatto è ampia: tra le principali sostanze ci sono calendula, curcumina, polvere di seta di mais, petali di papavero, cipolla disidratata, gesso, amido, solfato di bario, borato di sodio, glicerina, sandalo disidratato e fibre di seta rossa. Il vostro risotto sarà giallo ma con che cosa dentro veramente chi lo sa?

8) Olio d’oliva

Un’altra eccellenza italiana è minacciata da molti prodotti che risultano contraffatti: l’olio d’oliva, immancabile in tavola. Nei casi più comuni, il vero olio di oliva contenuto nelle confezioni è inferiore alla quantità riportata, mischiato ad altro olio più economico e di inferiore qualità. Ancor peggio è quando l’olio d’oliva viene invece diluito con altri olii di diversa origine, come l’olio di mais, l’olio di semi di girasole, olio di palma, olio vegetale, olio di noci, olio di nocciola, olio di arachidi, olio di semi di soia. In casi fortunatamente molto più rari, è stata perfino rinvenuta la presenza di olio non alimentare, come il tristemente celebre caso del 1981 in Spagna, quando 600 persone morirono dopo aver consumato dell’olio d’oliva che non era, in realtà, alimentare,

9) Succo di melograno

Il succo di melograno è indicato come un prodotto sano e benefico per l’organismo, perché ricco di antiossidanti. Almeno, quando non viene contraffatto: in tal caso, all’interno della confezione si può invece trovare anche succo d’uva e di pera, zucchero e sciroppo di glucosio ad alto contenuto di fruttosio, fino ad arrivare a prodotti del tutto contraffatti che non contengono nemmeno una goccia di melograno.
10) Caffè

Il caffè è un piccolo piacere per molti irrinunciabile, nonché un vero e proprio vanto per l’Italia, paese al quale viene riconosciuto il merito di avere una delle migliori tradizioni nella preparazione del caffè. Eppure, il rischio di contraffazione spunta anche qui, a meno che non acquistiate i chicchi ancora da macinare. Il pericolo cresce invece nel caso di caffè istantaneo, nel quale è possibile trovare tracce di semi di soia tostati, farina di patate, caramello, glucosio, maltodestrina, amido, polvere di cicoria, rametti, gusci di caffè, orzo tostato, grano tostato, farina di segale e fichi.

Come difendersi quindi dal pericolo della contraffazione?

Leggere bene gli ingredienti è un primo passo, ma purtroppo non è sufficiente quando anche le etichette possono essere menzognere: meglio quindi comprare il cibo integro quando possibile, fare la spesa presso rivenditori e centri di fiducia, affidarsi a marchi che avrebbero molto da perdere, in termini di reputazione, se venissero scoperti responsabili di contraffazione, e fare infine attenzione alle offerte “troppo convenienti per essere vere”: potrebbero non essere affatto convenienti per la salute!

Se vuoi ricevere gratuitamente notizie su alimentazione naturale, biologico, cucina naturale lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Fonte:http://www.tuttogreen.it/cosa-ce-nel-mio-cibo-scopri-i-10-cibi-piu-contraffatti/