domenica 25 gennaio 2015

Misteri del Rosario - Il Santo Rosario in italiano

Si inizia facendosi il Segno della Croce e dicendo:

Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.


V- O Dio, vieni a salvarmi.
R- Signore, vieni presto in mio aiuto.
V- Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
R- Come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.


Si recita il Credo :

Credo in un solo Dio, Padre Onnipotente, creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili e invisibili.
Credo in un solo Signore Gesù Cristo unigenito figlio di Dio nato dal Padre prima di tutti i secoli. Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, dalla stessa sostanza del Padre.
Per mezzo di Lui tutte le cose sono state create. Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo e per opera dello Spirito Santo si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo.
Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto e il terzo giorno è resuscitato secondo le Scritture ed è salito al Cielo e siede alle destra del Padre e di nuovo verrà nella gloria per giudicare i vivi e i morti ed il suo Regno non avrà fine.
Credo nello Spirito Santo che è Signore e dà la vita e procede dal Padre e dal Figlio e con il Padre ed il Figlio è adorato e glorificato e ha parlato per mezzo dei profeti.
Credo la Chiesa una, santa, cattolica e apostolica.
Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati e aspetto la resurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà. Amen

corona del rosario.jpeg

Si recita un Padre Nostro (b).
Si recitano 3 Ave Maria (c): una per la Fede, una per la Speranza e una per la Carità, le tre virtù teologali.
Si recita un Gloria al Padre (d).


A questo punto si ripete per 5 volte la seguente seguenza :


 Enunciazione di uno dei 5 Misteri relativi al giorno in cui si recita all'inizio di ogni decina di preghiere;
 Padre Nostro;
 10 Ave Maria;
 Un Gloria al Padre;
 Preghiera di Fatima

Preghiera di Fatima: «Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell'inferno, porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia» (la Madonna a Fatima, 13 Luglio 1917).


Al termine delle cinque decine si prega il "Salve Regina". Si conclude con le "Litanie Lauretane" e volendo con alcune preghiere facoltative (riportate in basso).


Elenco dei misteri :


MISTERI GAUDIOSI (o della GIOIA) – Da recitare il Lunedì e il Sabato :


1‐ L’Annunciazione dell’Angelo a Maria Vergine : «Nel sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria.» (Luca 1,26-38).


2‐ La Visita di Maria Vergine a Santa Elisabetta : «In quei giorni Maria si mise in viaggio verso la montagna e raggiunse in fretta una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino le sussultò nel grembo. Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: "Benedetta tu fra le donne, e benedetto il frutto del tuo grembo!» ( Luca 1, 39-42).


3‐ La Nascita di Gesù : «In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della Siria Quirino. Andavano tutti a farsi registrare, ciascuno nella sua città. Anche Giuseppe, che era della casa e della famiglia di Davide, dalla città di Nazaret e dalla Galilea salì in Giudea alla città di Davide, chiamata Betlemme, per farsi registrare insieme con Maria sua sposa, che era incinta. Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c'era posto per loro nell'albergo» (Luca 2,1-7).

4‐ La Presentazione di Gesù al Tempio : «Quando furono passati gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall'angelo prima di essere concepito nel grembo della madre. Quando venne il tempo della loro purificazione secondo la Legge di Mosè, portarono il bambino a Gerusalemme per offrirlo al Signore, come è scritto nella Legge del Signore:Ogni maschio primogenito sarà sacro al Signore; e per offrire in sacrificio una coppia di tortore o di giovani colombi, come prescrive la Legge del Signore» (Luca 2, 21-24).


5‐ La Perdita e il Ritrovamento di Gesù nel Tempio : «I suoi genitori si recavano tutti gli anni a Gerusalemme per la festa di Pasqua. Quando egli ebbe dodici anni, vi salirono di nuovo secondo l'usanza; ma trascorsi i giorni della festa, mentre riprendevano la via del ritorno, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme, senza che i genitori se ne accorgessero... Dopo tre giorni lo trovarono nel tempio, seduto in mezzo ai dottori, mentre li ascoltava e li interrogava. E tutti quelli che l'udivano erano pieni di stupore per la sua intelligenza e le sue risposte» (Luca 2, 41-47).



MISTERI LUMINOSI (o della LUCE) – Da recitare il Giovedì :


1‐ Il Battesimo di Gesù nel Giordano : «Appena battezzato, Gesù uscì dall'acqua: ed ecco, si aprirono i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba e venire su di lui. Ed ecco una voce dal cielo che disse: "Questi è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto"» (Matteo3,16-17).


 2‐ Il primo miracolo di Gesù alle nozze di Cana : «Tre giorni dopo, ci fu uno sposalizio a Cana di Galilea e c'era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli. Nel frattempo, venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: "Non hanno più vino". E Gesù rispose: "Che ho da fare con te, o donna? Non è ancora giunta la mia ora". La madre dice ai servi: "Fate quello che vi dirà"» (Giovanni 2, 1-5).


3‐ L’Annuncio del Regno di Dio : «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al Vangelo »(Marco 1, 15).


4‐ La Trasfigurazione di Gesù sul monte Tabor : «Sei giorni dopo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni suo fratello e li condusse in disparte, su un alto monte. E fu trasfigurato davanti a loro; il suo volto brillò come il sole e le sue vesti divennero candide come la luce» (Matteo 17, 1-2).


5‐ L’Istituzione dell’Eucarestia : «Ora, mentre essi mangiavano, Gesù prese il pane e, pronunziata la benedizione, lo spezzò e lo diede ai discepoli dicendo: "Prendete e mangiate, questo è il mio corpo"» (Matteo 26, 26).



MISTERI DOLOROSI (o del DOLORE) – Da recitare il Martedì e Venerdì :


1‐ L’Agonia di Gesù nell’Orto Degli Olivi : «Allora Gesù andò con loro in un podere, chiamato Getsemani, e disse ai discepoli: "Sedetevi qui, mentre io vado là a pregare". E, presi con sé Pietro e i due figli di Zebedeo, cominciò a provare tristezza e angoscia. Disse loro: "La mia anima è triste fino alla morte; restate qui e vegliate con me". E, avanzatosi un poco, si prostrò con la faccia a terra e pregava dicendo: "Padre mio, se è possibile, passi da me questo calice! Però non come voglio io, ma come vuoi tu!"» (Matteo 26, 36-39).


2‐ La Flagellazione di Gesù alla Colonna : «Allora Pilato fece prendere Gesù e lo fece flagellare. E i soldati, intrecciata una corona di spine, gliela posero sul capo e gli misero addosso un mantello di porpora; quindi gli venivano davanti e gli dicevano: "Salve, re dei Giudei!". E gli davano schiaffi » (Giovanni 19,1-3).

3‐ La Coronazione di Spine : «Allora i soldati del governatore condussero Gesù nel pretorio e gli radunarono attorno tutta la corte. Spogliatolo, gli misero addosso un manto scarlatto e, intrecciata una corona di spine, gliela posero sul capo, con una canna nella destra; poi mentre gli si inginocchiavano davanti, lo schernivano: "Salve, re dei Giudei!"» (Mt 27, 27-29).

4‐ Il Viaggio al Calvario di Gesù carico della Croce : «Allora costrinsero un tale che passava, un certo Simone di Cirene che veniva dalla campagna, padre di Alessandro e Rufo, a portare la croce. Condussero dunque Gesù al luogo del Golgota, che significa luogo del cranio » (Marco 15, 21-22).

5‐ La Crocifissione e Morte di Gesù : «Quando giunsero al luogo detto Cranio, là crocifissero lui e i due malfattori, uno a destra e l'altro a sinistra. Gesù diceva: "Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno"... Era verso mezzogiorno, quando il sole si eclissò e si fece buio su tutta la terra fino alle tre del pomeriggio. Il velo del tempio si squarciò nel mezzo. Gesù, gridando a gran voce, disse: "Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito". Detto questo spirò» (Luca 23, 33-46).



MISTERI GLORIOSI (o della GLORIA) – Da recitare il Mercoledì e la Domenica :


1‐ La Risurrezione di Gesù : «Il primo giorno dopo il sabato, di buon mattino, si recarono alla tomba, portando con sé gli aromi che avevano preparato. Trovarono la pietra rotolata via dal sepolcro; ma, entrate, non trovarono il corpo del Signore Gesù. Mentre erano ancora incerte, ecco due uomini apparire vicino a loro in vesti sfolgoranti. Essendosi le donne impaurite e avendo chinato il volto a terra, essi dissero loro: "Perché cercate tra i morti colui che è vivo? Non è qui, è risuscitato"» (Luca 24, 1-6).

2‐ L’Ascensione di Gesù al Cielo : «Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu assunto in cielo e sedette alla destra di Dio» (Marco 16, 19).

3‐ La Discesa dello Spirito Santo su Maria e gli Apostoli : «Mentre il giorno di Pentecoste stava per finire, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all'improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo, e riempì tutta la casa dove si trovavano. Apparvero loro cinque lingue come di fuoco che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro; ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue come lo Spirito dava loro il potere di esprimersi» (Atti 2, 1-4).

4‐ L’Assunzione di Maria Vergine al Cielo : «Tutte le generazioni mi chiameranno beata. Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente» (Luca 1, 48-49).

5‐ L’Incoronazione di Maria Vergine Regina del Cielo e della Terra : «Nel cielo apparve poi un segno grandioso: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle» (Apostoli 12, 1).


Dopo aver terminato le 5 decine di preghiere si recitano un Salve Regina e le Litanie e volendo, anche una preghiera facoltativa (ne abbiamo riportato alcune in basso)


SALVE REGINA :

Salve, Regina, Madre di Misericordia, vita, dolcezza e speranza nostra, salve. A Te ricorriamo, noi esuli figli di Eva;a Te sospiriamo, gementi e piangenti in questa valle di lacrime.Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi quegli occhi Tuoi misericordiosi, e mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del Tuo Seno.O Clemente, o Pia, o dolce Vergine Maria.




LITANIE LAURETANE:


Signore, pietà » Signore, pietà.
Cristo, pietà » Cristo, pietà.
Signore, pietà » Signore, pietà.
Cristo, ascoltaci » Cristo, ascoltaci.
Cristo, esaudiscici » Cristo, esaudiscici.
Padre del cielo, che sei Dio » abbi pietà di noi.
Figlio, Redentore del mondo, che sei Dio » abbi pietà di noi.
Spirito Santo, che sei Dio » abbi pietà di noi.
Santa Trinità, unico Dio » abbi pietà di noi.
Santa Maria » prega per noi.
Santa Madre di Dio » prega per noi.
Santa Vergine delle vergini » prega per noi.
Madre di Cristo » prega per noi.
Madre della Chiesa » prega per noi.
Madre della divina grazia » prega per noi.
Madre purissima » prega per noi.
Madre castissima » prega per noi.
Madre sempre vergine » prega per noi.
Madre immacolata » prega per noi.
Madre amabile » prega per noi.
Madre ammirabile » prega per noi.
Madre del buon consiglio » prega per noi.
Madre del Creatore » prega per noi.
Madre del Salvatore » prega per noi.
Vergine prudentissima » prega per noi.
Vergine degna di onore » prega per noi.
Vergine degna di lode » prega per noi.
Vergine potente » prega per noi.
Vergine clemente » prega per noi.
Vergine fedele » prega per noi.
Specchio di perfezione » prega per noi.
Sede della sapienza » prega per noi.
Causa della nostra letizia » prega per noi.
Tempio dello Spirito Santo » prega per noi.
Tabernacolo dell'eterna gloria » prega per noi.
Dimora tutta consacrata a Dio » prega per noi.
Rosa mistica » prega per noi.
Torre di Davide » prega per noi.
Torre d'avorio » prega per noi.
Casa d'oro » prega per noi.
Arca dell'alleanza » prega per noi.
Porta del cielo, prega per noi.
Stella del mattino » prega per noi.
Salute degli infermi » prega per noi.
Rifugio dei peccatori » prega per noi.
Consolatrice degli afflitti » prega per noi.
Aiuto dei cristiani » prega per noi.
Regina degli Angeli » prega per noi.
Regina dei Patriarchi » prega per noi.
Regina dei Profeti » prega per noi.
Regina degli Apostoli » prega per noi.
Regina dei Martiri » prega per noi.
Regina dei Confessori della fede » prega per noi.
Regina delle Vergini » prega per noi.
Regina di tutti i Santi » prega per noi.
Regina concepita senza peccato originale » prega per noi.
Regina assunta in cielo » prega per noi.
Regina del Santissimo Rosario » prega per noi.
Regina della famiglia » prega per noi.
Regina della pace » prega per noi.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo » Perdonaci, Signore.
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo » Ascoltaci, Signore.
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo » Abbi pietà di noi.
Prega per noi, santa Madre di Dio » Perché siamo fatti degni delle promesse di Cristo.



Preghiera finale:

Preghiamo. O Signore Dio, concedi a noi tuoi figli, di godere sempre la salute dell’anima e del corpo, e, per l’intercessione della beata sempre Vergine Maria, di essere liberati dalle angustie della vita presente e di godere un giorno la gioia eterna. Per Cristo nostro Signore. Amen.


Preghiere che si possono dire al termine del Rosario:


Preghiera a San Giuseppe :

A te, o beato Giuseppe, stretti dalla tribolazione ricorriamo, e fiduciosi invochiamo il tuo patrocinio dopo quello della tua santissima Sposa. Per quel sacro vincolo di carità che ti strinse all'immacolata Vergine Madre di Dio, e per l'amore paterno che portasti al fanciullo Gesù, riguarda, te ne preghiamo, con occhio benigno la cara eredità che Gesù Cristo acquistò col suo sangue, e con il tuo potere ed aiuto sovvieni ai nostri bisogni. Proteggi, o provvido custode della divina Famiglia, l'eletta prole di Gesù Cristo; allontana da noi, o padre amantissimo, la peste di errori e di vizi che ammorba il mondo; assistici propizio dal cielo in questa lotta col potere delle tenebre, o nostro fortissimo protettore; e come un tempo salvasti dalla morte la minacciata vita del bambino Gesù, così ora difendi la santa Chiesa di Dio dalle ostili insidie e da ogni avversità, e stendi su ciascuno di noi il tuo patrocinio, affinché col tuo esempio e con il tuo soccorso possiamo virtuosamente vivere, piamente morire e conseguire l'eterna beatitudine in cielo. Amen.



Preghiera a San Michele :

San Michele Arcangelo, difendici nella battaglia; sii nostro aiuto contro la malvagità e le insidie del diavolo. Che Dio eserciti su di lui il suo dominio, preghiamo supplichevoli: e tu, o Principe della milizia celeste, col divino potere ricaccia nell'inferno Satana e gli altri spiriti maligni che si aggirano per il mondo per perdere le anime. Amen.



Sub tuum praesidium :

Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, santa Madre di Dio; non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, ma liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta.



Preghiera al Cuore Immacolato di Maria :

O Cuore Immacolato di Maria, colmo di bontà, mostra il Tuo amore verso di noi. La fiamma del Tuo Cuore, o Maria, scenda su tutti gli uomini. Noi Ti amiamo immensamente. Imprimi nei nostri cuori il vero amore così che abbiamo un continuo desiderio di Te. O Maria, mite e umile di cuore, ricordati di noi quando pecchiamo. Tu sai che tutti gli uomini peccano. Donaci, per mezzo del Tuo Immacolato e Materno Cuore, di guarire da ogni malattia spirituale. Fa' che sempre possiamo guardare la bontà del Tuo Cuore Materno e che ci convertiamo per mezzo della fiamma del Tuo Cuore.



Riepilogando, il Rosario si recita seguendo i seguenti passi:


Si fa il Segno della Croce e si recita il Credo.
Si recita un Padre Nostro.
Si recitano 3 Ave Maria per la fede, la speranza, la carità.
Si recita un Gloria al Padre.
Si enuncia il primo mistero (per esempio si dice: «Nel primo mistero gaudioso si contempla l'Annunciazione») e si recita un Padre Nostro.
Si recitano 10 Ave Maria meditando il mistero.
Si recita un Gloria al Padre e la Preghiera di Fatima (facoltativa).
Si enuncia il secondo mistero e si recita un Padre Nostro.
Si recitano 10 Ave Maria meditando il mistero.
Si recita un Gloria al Padre e la Preghiera di Fatima.
Si enuncia il terzo mistero e si recita un Padre Nostro.
Si recitano 10 Ave Maria meditando il mistero.
Si recita un Gloria al Padre e la Preghiera di Fatima.
Si enuncia il quarto mistero e si recita un Padre Nostro.
Si recitano 10 Ave Maria meditando il mistero.
Si recita un Gloria al Padre e la Preghiera di Fatima.
Si enuncia il quinto mistero e si recita un Padre Nostro.
Si recitano 10 Ave Maria meditando il mistero.
Si recita un Gloria al Padre e la Preghiera di Fatima.
Si recita la Salve Regina
Si recitano le Litanie Lauretane.
Si fa il Segno della Croce.
Facoltativamente si recita la Preghiera finale o una delle preghiere specificate in precedenza.



Le 15 promesse di Maria Santissima ai devoti del Santo Rosario :


La Santissima Vergine in questi ultimi tempi ha dato una nuova efficacia alla recita del Santo Rosario, tanto che non c'è nessun problema nella vita di ciascuno di noi - temporale o spirituale, non importa quanto difficile - che non possa essere risolto col Rosario.



A Suor Lucia dos Santos la Santissima Vergine ha promesso che:


1. A tutti coloro che reciteranno il mio Rosario prometto la mia specialissima protezione.
2. Chi persevererà nella recita del mio Rosario, riceverà grazie potentissime.
3. Il Rosario sarà un'arma potentissima contro l'inferno, distruggerà i vizi, dissiperà il peccato e abbatterà le eresie.
4. Il Rosario farà rifiorire le virtù, le buone opere e otterrà alle anime le più abbondanti misericordie di Dio.
5. Chi confiderà in me, col Rosario, non sarà oppresso dalle avversità.
6. Chiunque reciterà devotamente il S. Rosario, con la meditazione dei Misteri, si convertirà se peccatore, crescerà in grazia se giusto e sarà fatto degno della vita eterna.
7. I devoti del mio Rosario nell'ora della morte, non moriranno senza Sacramenti.
8. Coloro che recitano il mio Rosario troveranno, durante la loro vita e nell'ora della morte, la luce di Dio e la pienezza delle sue grazie e parteciperanno ai meriti dei beati in Paradiso.
9. Io libero ogni giorno dal Purgatorio le anime devote del mio Rosario.
10. I veri figli del mio Rosario godranno di una grande gioia in cielo.
11. Ciò che chiederai col Rosario, l'otterrai.
12. Coloro che propagano il mio Rosario saranno da me soccorsi in ogni loro necessità
13. Io ho ottenuto da mio Figlio che tutti i devoti del Rosario abbiano per fratelli nella vita e nell'ora della morte i Santi del Cielo.
14. Coloro che reciteranno il mio Rosario fedelmente sono tutti figli miei amatissimi, fratelli e sorelle di Gesù.
15. La devozione del Santo Rosario è un grande segno di predestinazione.



Benedizioni del Rosario :

1. I peccatori saranno perdonati.
2. Le anime assetate saranno ristorate.
3. Coloro che sono incatenati avranno le loro catene spezzate.
4. Coloro che piangono troveranno felicità.
5. Coloro che sono tentati troveranno pace.
6. Il povero troverà aiuto.
7. I Religiosi saranno corretti.
8. Coloro che sono ignoranti saranno istruiti.
9. L'ardente imparerà a superare l'orgoglio.
10. I defunti (le anime sante del purgatorio) avranno sollievo alle loro pene dai suffragi.

 regina-del-ss-rosario-di-pompei


Indulgenze per la recita del Rosario
Si concede l’indulgenza plenaria al fedele che: recita devotamente il Rosario mariano in chiesa od oratorio, oppure in famiglia, in una comunità religiosa, in una associazione di fedeli e in modo generale quando più fedeli si riuniscono per un fine onesto; si unisce devotamente alla recita di questa preghiera mentre viene fatta dal Sommo Pontefice, e trasmessa per mezzo della televisione o della radio. Nelle altre circostanze invece l’indulgenza è parziale.
Per l’indulgenza plenaria annessa alla recita del Rosario mariano si stabiliscono queste norme: è sufficiente la recita della sola terza parte; ma le cinque decadi devono recitarsi senza interruzione; alla preghiera vocale si deve aggiungere la pia meditazione dei misteri; nella recita pubblica i misteri devono essere enunziati secondo l’approvata consuetudine vigente nel luogo; invece in quella privata è sufficiente che il fedele aggiunga alla preghiera vocale la meditazione dei misteri.

Dal Manuale delle Indulgenze n° 17 pagg. 67-68

Fonte:http://lucedidio.over-blog.it/ 

L'orologio dell'apocalisse

Siamo a un soffio dalla fine del mondo, ammoniscono gli scienziati regolando segnatempo simbolico creato all'Università di Chicago nel 1947 per monitare i rischi di una corsa agli armamenti nucleari. Ora si registrano anche i cambiamenti climatici. Serve azione immediata, altrimenti sarà catastrofe.

NEL 2015 il cambiamento climatico incontrollato, l'ammodernamento globale delle armi nucleari e gli arsenali atomici fuori misura pongono straordinarie e innegabili minacce per la sopravvivenza dell'umanità, e i leader mondiali hanno fallito nell'agire con la velocità o con la scala necessarie per proteggere i cittadini da una potenziale catastrofe. Questi fallimenti della leadership politica mettono in pericolo ogni persona sulla Terra": recita così il Bulletin of the Atomic scientists science con il suo board of sponsors che include 17 premi Nobel. E allora, l'orologio dell'apocalisse, un orologio simbolico creato dagli scienziati dell'università di Chicago nel 1947 nel quale la mezzanotte significa la fine del mondo, si sposta avanti di 2 minuti, arrivando a 3 minuti dalla mezzanotte "nel primo aggiustamento in tre anni".

L'orologio dell' apocalisse prevedeva, nel corso della guerra fredda, l'autodistruzione dell'umanità a causa di una guerra nucleare tra Usa, Urss e Cina. Quando venne creato, nel 1947, l'orologio fu impostato a sette minuti dalla mezzanotte: oggi, invece, ad accelerare verso la fine oltre agli armamenti nucleari ci sono anche i cambiamenti climatici, "a mano che non si prenda un'azione immediata".

"La probabilità di una catastrofe è molto alta", avvertono gli scienziati del Bulletin. "Nel 2015, con la lancetta dell'orologio spostata avanti fino a 3 minuti dalla mezzanotte, il board (dei 17 premi Nobel che aderiscono al gruppo, ndr) si sente costretto ad aggiungere - si legge nel documento diffuso - con un senso di grande urgenza, che "la probabilità di una catastrofe globale è molto alta, e le azioni necessarie a ridurre il rischio di un disastro vanno prese molto presto".

L'ultima volta che la lancetta dei minuti dell"orologio dell'apocalisse si è mossa è stato nel gennaio 2012, quando venne portata avanti di un minuto da sei a cinque minuti a mezzanotte. Dalla sua creazione, nel 1947, l'orologio è stato regolato solo 18 volte, passando dai 2 minuti a mezzanotte del 1953 ai 17 minuti a mezzanotte nel 1991.

L'ultima volta che la lancetta dei minuti si è trovata a 3 minuti dall'apocalisse fu nel 1983, quando "le relazioni tra Usa e Urss erano al massimo livello di freddezza", segnalano dal Bullettin. "Oggi, il cambiamento climatico incontrollato e una corsa agli armamenti nucleari derivante dalla modernizzazione degli enormi arsenali atomici rappresentano minacce straordinarie e innegabili per la sopravvivenza dell'umanità - dice Kennette Benedict, direttore esecutivo del Bulletin of the Atomic Scientists - i leader mondiali non sono riusciti ad agire con la velocità o sulla scala necessaria per proteggere i cittadini da potenziale catastrofe".  Queste "carenze nella leadership- aggiunge- mettono in pericolo ogni persona sulla Terra. sulla base delle loro osservazioni, i membri del Bulletin e i membri del suo consiglio trovano la condizione del mondo in uno stato così minaccioso che si stanno portando avanti le lancette due minuti più vicino alla mezzanotte. Ora siamo a 3 minuti dalla mezzanotte.

Fonte:www.republica.it

sabato 24 gennaio 2015

Isla de las Muñecas - l'isola delle Bambole Impiccate

l'isola delle Bambole Impiccate

Video  l'isola delle Bambole Impiccate


Ci sono alcuni posti in questo mondo che sono immersi in una fitto alone di mistero, questi sono luoghi che hanno la capacità in noi di sconvolgerci davvero. Questi luoghi incriminati spesso ci inquietano al punto di tormentarci durante il sonno, con dei veri e propri incubi. Uno di questi luoghi è veramente inquietante è un isola che si trova in Messico, conosciuta col nome di: Isla de las Munecas, la particolarità che rende unica quest'isola è che su tutta la sua area, vi sarebbero un numero incredibile di bambole impiccate. L'isola delle bambole è situata, su quello che una volta era chiamato lago Xochimilco, l'isola è ciò che è noto come chinampas, cioè: isole artificiali costruite in zone poco profonde del lago, durante il periodo pre-ispanico come mezzo per aumentare la produzione agricola. Le isole artificiali erano così rigogliose che erano conosciuti anche come "giardini galleggianti", il gran numero di chinampas costruiti successivamente contribuito al progressivo restringimento del lago di Xochimilco nel sistema di canali che esistono oggi. Oggi queste numerose isole artificiali sono cadute in rovina ed abbandonate, tuttavia uno dei chinampas che tutti, vogliono evitare di vedere è la minacciosa isola delle Bambole.



L'isola delle bambole è uno dei luoghi più terrificanti di tutto il Messico, questo a causa della sua bizzarra storia inizia nel 1950. In quell'anno un uomo misterioso, Julian Santana Barrera, occupo uno degli isolotti del lago, vivendo in una capanna, da lui stesso costruita. La particolarità fu che il misterioso individuo non uso l'isola per coltivare frutta e verdura, ma bensì per produrre combustibile. Un evento successo nei pressi dell'isola occupata da Barrera, fu la causa che fece iniziare l'odissea di questo macabro posto. Barrera infatti si trovo ad assistere all'annegamento, di una giovane ragazza, nei pressi dell'isola da lui abitata. Questo evento turbo l'uomo, che affermava, di essere perseguitato dallo spirito della giovane sventurata. Successivamente a questo il comportamento dell'uomo, già molto strano, andò via via peggiorando assumendo sempre di più atteggiamenti insoliti. Un giorno Barrera, vide una alla deriva, l'uomo interpreto questo come un segno, decise quindi di raccogliere ed appendere la ; credendo che avrebbe cosi allontanato lo spirito della ragazza che lo tormentava. Barrera ossessionato dagli incubi, iniziò a collezionare moltissime bambole e le appese su tutta l'isola. La leggenda narra che le famigerate bambole di notte prendano vita, proteggendo l'isola ed il suo custode da tutto. Testimonianze affermano che, Barrerra parlasse e cantasse con le bambole, prendendosi cura di loro come fossero esseri umani. Questo andò avanti per anni, finché un giorno Barreras, fu stato trovato morto. La cosa strana era, che il suo corpo fu ritrovato nello stesso posto; dove morì quella ragazza molti anni prima.




La leggenda locale narra, che il fantasma di Barrera continui ad abitare l'isola, insieme alle sue bambole. Oggi le bambole anche a distanza di molto tempo sono, sono ancora nell'isola. Le storie del paranormale che pervadono La Isla de las Munecas, hanno catturato l'attenzione di chi cerca la prova che tali fenomeni si verifichino, lo show televisivo Destination Truth organizzò una spedizione sull'isola. Gli studi affermarono che effettivamente le bambole sembravano essere pervase da una certa energia soprannaturale ed inquietante e che l'isola era infestata e maledetta. L'equipe di esperti durante il soggiorno sull'isola, riusci a documentare alcuni episodi stupefacenti; infatti, strani suoni sono stati ascoltati sul tetto della baracca dell'isola. Così come altri rumori inquietanti e colpi nel buio si udirono nelle vicinanze della capanna. Il momento clou delle ricerche è avvenuto quando una delle bambole sembrava aprire gli occhi spontaneamente quando gli veniva chiesto di farlo. L'intero evento è stato catturato dalla macchina fotografica. I più scettici possono obbiettare sulla sua autenticità, ma è indubbio che questa documentazione costituisca la prova del paranormale.

Nel corso degli anni, l'isola delle bambole è diventata veramente uno dei più famosi chinampas di Xochimilco. Tutto questo esclusivamente basato sulla sua reputazione cupa, e la sua storia bizzarra. Ogni anno centinaia di persone affollano l'isola per vedere le sue bambole. Per i veri coraggiosi, oggi è relativamente facile da prenotare un tour per vedere l'isola, ed è facilmente raggiungibile in traghetto. Gli ospiti possono andare e venire, le bambole rimangono, i loro corpi contorti appesi sugli alberi e gli occhi piccoli e luccicanti fissano tutte le genti che passano come ad intimarle di andarsene il più velocemente possibile. Forse Barrera è lì, tra le sue bambole per continuare prendersi cura di loro in eterno.

Fonte:Qui