Visualizzazione post con etichetta Orrori. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Orrori. Mostra tutti i post

giovedì 5 febbraio 2015

Rose West, "La casa degli orrori



Era la casa degli orrori. La casa di Fred e Rosemary West, a Gloucester, fu teatro di mostruose efferatezze, di tali depravati omicidi, che a fatica la piu' morbosa fantasia può' immaginare e che, nella testimonianza della pubblica accusa, "sono piu' spaventosi di quanto le parole possano dire". Il processo di Winchester, ospitato nella deliziosa cittadina che fu capitale dei Sassoni, dovrà' raccontare delitti spaventosi, che neppure la letteratura gotica seppe immaginare. Sotto la statua di Alfredo il Grande, onore della storia inglese, si raccontera' l' assassinio, dopo torture sessuali, di dieci giovani donne. E l' inizio, ieri, e' stato sconvolgente. Perche' la casa di Gloucester, dove la polizia mise piede solo un anno fa, ospito' una catena ininterrotta di delitti sessuali, cominciata negli anni Settanta. Dei coniugi West, complici nella mostruosita' , solo Rosemary, 41 anni, che e' giunta in aula con un crocefisso d' oro al collo, sara' processata. Si dichiara, incredibilmente, innocente. Ma suo marito Fred, di dodici anni piu' anziano, ha gia' confessato: s' e' tolto la vita, in cella, nel primo giorno di quest' anno. Dopo alcune udienze preliminari ieri il processo e' entrato nel dettaglio. Brian Leveson, pubblico ministero, ha aperto l' elenco delle ragazze che "negli ultimi momenti di vita sulla Terra furono oggetto di depravazione sessuale". Queste giovani donne, queste bambine, venivano spogliate, legate, imbavagliate, e poi torturate con abusi sessuali "nel piu' spaventoso modo immaginabile". Rose West, che tenta di restare impassibile, dovra' spiegare come uccise la sua stessa figlia, la figlia di primo letto del marito, perfino la figliastra dell' uomo, che viveva con loro. Tutti gli esseri umani di sesso femminile che passavano nella loro casa, adescati in battute di caccia nella zona, subivano violenze. Poi, se giuravano di non parlare, le donne venivano rilasciate. Le altre venivano ammazzate, i loro corpi smembrati, decapitati, quasi sempre disossati, e sepolti nel giardino, oppure sotto la cucina. L' accusa ha distribuito ai giurati una piantina della casa di Gloucester, in Cromwell Road, perche' possano avere un' idea di quell' orrendo cimitero. La macabra lista comincia nel 1971, in un' altra casa, quando i coniugi West vivono con la figlioletta Heather, la figlia di lui Anna Marie, di 5 anni, avuta da una precedente moglie, e una figliastra, Charmaine, di 6. Mentre l' uomo e' in prigione, condannato per un' aggressione sessuale, Rose West racconta ai vicini che "non sopporta piu' " Charmaine. Un giorno, la bimba scompare. La compagna di scuola che la va a trovare si sente dire da Rose che "sua madre e' venuta a prenderla". E' la prima sparizione, il primo delitto, a cui nessuno fa caso. Charmaine e' sepolta in cucina, dove Rose prepara da mangiare. Poi Fred, scarcerato, torna a casa. I coniugi vanno a stare in Cromwell Road. E comincia la replica, in serie, degli orrori, di cui e' difficile perfino fare una cronologia, se ieri l' accusa ha aperto solo i primi capitoli. Ma anche Heather, la figlia dei due, d' un tratto scompare: aveva 16 anni, ed era incinta di suo padre Fred. Il suo scheletro, con i resti del figlio mai nato, e' stato ritrovato in giardino. Ha detto Leveson, sfidando il ribrezzo dei giurati: "La sua testa venne staccata dal busto. Le ossa furono fracassate per ridurre l' ingombro del corpo, per farlo stare nello spazio disponibile". Nessun testimone dira' chi dei coniugi ha ucciso ciascuna delle vittime, perche' nessuno ha visto i crimini. Ma la complicita' tra i due e' innegabile: "Erano ossessionati dal sesso e si conoscevano l' un l' altro in modo cosi' profondo da essere legati assieme in tutto cio' che fecero". Da quando la casa degli orrori e' stata scoperta, pero' , molte donne si sono fatte avanti. Hanno raccontato di come i West le adescassero in macchina, come lui le legasse con il nastro adesivo, mentre era spesso lei la prima a violentarle. Non si contano le baby sitter che uscivano da Cromwell Road come dall' inferno, ma tuttavia tacevano. E percio' il processo s' annuncia angoscioso, per questi silenzi a lungo covati. Cosi' , dopo 23 anni di mostruosita' e di omerta' , con Fred West che rimaneggiava di continuo il giardino per nascondere altre vittime, fu solo un poliziotto sospettoso, finalmente, a mettere piede in Cromwell Road, nel 1994. Le udienze, con strazio, saranno molte.