martedì 9 agosto 2016

l'Anima che lascia il corpo fisico che muore

Cina-Telecamera fissa in un nosocomio riprende l'Anima che lascia il corpo fisico che muore


sabato 9 luglio 2016

L'individualtà

Credersi “uno” è senz’altro uno scherzo di pessimo gusto; sfortunatamente questa vana illusione esiste in ognuno di noi.
Purtroppo pensiamo sempre di noi stessi le cose migliori: non ci capita mai di comprendere che non possediamo neppure una vera individualità.
La cosa peggiore è che ci permettiamo anche di supporre che ognuno di noi goda di una piena Coscienza e di una volontà propria.
Poveri noi! Quanto siamo stolti! L’ignoranza è senza dubbio la peggiore delle disgrazie.
In ognuno di noi esistono parecchie migliaia di individui diversi, soggetti differenti, io o persone che litigano tra loro, che lottano tra loro per la supremazia senza alcun ordine né accordo.
Se fossimo coscienti, se ci risvegliassimo da tanti sogni e fantasie quanto sarebbe diversa la vita.
Il colmo della nostra sventura, però, è che le emozioni negative, le auto considerazioni e l’amor proprio ci affascinano, ci ipnotizzano, non ci permettono mai di ricordarci di noi stessi, di vederci come siamo.
Crediamo di avere una sola volontàà, quando in realtà possediamo molte volontà diverse (ogni io ha la propria).
La tragicommedia di tutta questa molteplicità interiore è spaventosa: le diverse volontà interiori si scontrano tra loro, vivono in continuo conflitto, agiscono in direzioni diverse.
Se possedessimo una vera individualità, se avessimo un’unità invece di una molteplicità, avremmo anche continuità di propositi, una Coscienza sveglia, una volontà personale, individuale.

Tratto dal libro "Psicologia Rivoluzionaria di Samael Aun Weor"
edizioni Lulu http://www.lulu.com/spotlight/lachimera70
su www.lulu.com i codici sconto in essere
oppure www.amazon.it

mercoledì 22 giugno 2016

NOVENA DEL PREZIOSISSIMO SANGUE DI GESU’

La preghiera che il demonio non sopporta: Novena del Preziosissimo Sangue di Gesù

O immensa ed eterna maestà di Dio, Santissima Trinità: Padre, Figlio e Spirito Santo, io umilissima tua creatura ti adoro e ti lodo con il maggiore affetto e ossequio che si possa dare dalle creature. Alla tua presenza e alla presenza di Maria Santissima, Regina del cielo, alla presenza del mio Angelo Custode, dei miei Santi Patroni e di tutta la corte celeste, affermo che questa orazione e petizione che sto per fare alla pietosa e misericordiosa Vergine Maria per i meriti del prezioso Sangue di Gesù, intendo farla con retta intenzione e principalmente per la tua gloria, per la salvezza mia e del mio prossimo. Pertanto spero da te, mio Dio sommo Bene, mediante l’intercessione della Vergine Santissima, di conseguire la grazia che umilmente ti chiedo per i meriti infiniti del preziosissimo Sangue di Gesù. Ma che posso fare io nello stato presente in cui mi trovo, se non confessare a te, mio Dio, tutti i miei peccati commessi sino a oggi, domandandoti nuovamente la purificazione nel Sangue di Gesù? Sì mio Dio, me ne pento e me ne dolgo di vero cuore, non per timore dell’inferno, che ho meritato, ma solamente per aver offeso te, sommo Bene. Propongo fermamente con la tua santa grazia di non offenderti mai più per l’avvenire e di fuggire le occasioni prossime di peccato. Pietà Signore, perdonami. Amen.
Sotto la tua protezione mi rifugio o Santa Madre di Dio: non disdegnare la preghiera che ti rivolgo, o Vergine gloriosa e benedetta.
      O Dio vieni a salvarmi. Signore vieni presto in mio aiuto. Gloria al Padre… 
“Tutta bella sei, o Maria, e macchia originale non è in te”. Sei purissima, o Vergine Maria, Regina del cielo e della terra, Madre di Dio. Ti saluto, ti venero e ti benedico per sempre. O Maria, a te ricorro, te invoco. Aiutami dolcissima Madre di Dio; aiutami Regina del cielo; aiutami pietosissima Madre e Rifugio dei peccatori; aiutami Madre del mio dolcissimo Gesù. E poiché non vi è cosa che ti si domanda in virtù della passione di Gesù Cristo che da te non si ottenga, con viva fede ti prego di concedermi la grazia che tanto mi sta a cuore; te la chiedo per il divin Sangue che Gesù sparse per la nostra salvezza. Non cesserò di gridare a te finché non mi abbia esaudito. O Madre di misericordia, sono fiducioso di ottenere questa grazia, perché te la chiedo per i meriti infiniti del preziosissimo Sangue del tuo dilettissimo Figlio. O Mamma dolcissima, per i meriti del Sangue preziosissimo del tuo divin Figlio concedimi la grazia (qui si domanda la grazia che si desidera) vedere esempi in fondo alla novena

1. Te la domando, Madre Santissima, per quel puro, innocente e benedetto Sangue che Gesù versò nella sua circoncisione alla tenera età di soli otto giorni.
Ave Maria, ecc. 
O Vergine Maria, per i meriti del Sangue prezioso del tuo divin Figlio intercedi per me presso il Padre celeste.
2. Te la chiedo, o Maria Santissima, per quel puro, innocente e benedetto Sangue che Gesù versò in abbondanza nell’agonia dell’Orto.
Ave Maria, ecc. 
O Vergine Maria, per i meriti del Sangue prezioso del tuo divin Figlio intercedi per me presso il Padre celeste.
3. Te la imploro, o Maria Santissima, per quel puro, innocente e benedetto Sangue che Gesù versò copiosamente quando, spogliato e legato alla colonna, fu crudelmente flagellato.
Ave Maria, ecc. 
O Vergine Maria, per i meriti del Sangue prezioso del tuo divin Figlio intercedi per me presso il Padre celeste.
4. Te la domando, Madre Santissima, per quel puro, innocente e benedetto Sangue che Gesù versò dal capo quando fu coronato di pungentissime spine.
Ave Maria, ecc. 
O Vergine Maria, per i meriti del Sangue prezioso del tuo divin Figlio intercedi per me presso il Padre celeste.
5. Te la chiedo, Maria Santissima, per quel puro, innocente e benedetto Sangue che Gesù versò portando la croce sulla via del Calvario e specialmente per quel vivo Sangue misto alle lacrime che tu spargesti accompagnandolo al sacrificio supremo.
Ave Maria, ecc. 
O Vergine Maria, per i meriti del Sangue prezioso del tuo divin Figlio intercedi per me presso il Padre celeste.
6. Ti supplico, Maria Santissima, per quel puro, innocente e benedetto Sangue che Gesù versò dal corpo quando fu spogliato delle vesti, quello stesso sangue che versò dalle mani e dai piedi quando fu confitto sulla croce con durissimi e pungentissimi chiodi. Te la chiedo soprattutto per il Sangue che versò durante la sua acerbissima e straziante agonia.
Ave Maria, ecc. 
O Vergine Maria, per i meriti del Sangue prezioso del tuo divin Figlio intercedi per me presso il Padre celeste.
7. Esaudiscimi, purissima Vergine e Madre Maria, per quel dolcissimo e mistico Sangue e acqua che uscì dal costato di Gesù quando dalla lancia gli fu trafitto il Cuore. Per quel Sangue purissimo concedimi, o Vergine Maria, la grazia che ti domando; per quel Sangue preziosissimo, che profondamente adoro e che è mia bevanda nella mensa del Signore, esaudiscimi o pietosa e dolce Vergine Maria.
Ave Maria, ecc. 
O Vergine Maria, per i meriti del Sangue prezioso del tuo divin Figlio intercedi per me presso il Padre celeste.
Angeli e Santi tutti del Paradiso, che contemplate la gloria di Dio, unite la vostra preghiera a quella della cara Madre e Regina Maria Santissima e ottenetemi presso il Padre celeste la grazia che domando per i meriti del Sangue prezioso del nostro divin Redentore. Anche a voi ricorro, Anime Sante del purgatorio, perché preghiate per me e chiediate al Padre celeste la grazia che imploro per quel Sangue preziosissimo che il mio e vostro Salvatore versò dalle sue sacratissime piaghe.
Anche io per voi offro all’eterno Padre il Sangue preziosissimo di Gesù, perché possiate goderlo pienamente e lodarlo per sempre nella gloria del cielo cantando: “Ci hai redenti o Signore, con il tuo Sangue e hai fatto di noi un regno per il nostro Dio”. Amen.
O buono e amabile Signore, dolce e misericordioso, pietà di me e di tutte le anime, sia vive che defunte, che hai redente con il tuo Sangue prezioso. Amen.
Sia benedetto il Sangue di Gesù ora e sempre.

Quando vi è di mezzo una persona “a rischio”, cioè per es. un ragazzo che beve o ha problemi da dipendenza da droga, un marito o una moglie che stanno per separarsi o che hanno altri problemi personali pesanti, è opportuno che chi prega chieda in una prima “novena” (9 giorni, nono giorno compreso) la grazia della salvezza di questa persona. Es:  «O Mamma dolcissima, per i meriti del Sangue preziosissimo del tuo divin Figlio concedimi la grazia che (NOME DELLA PERSONA CHE SI VUOLE AIUTARE) , si salvi al termine del suo passaggio terreno e possa venirti a ringraziare nella Gerusalemme celeste e con te lodare e ringraziare Gesù». Dopo che è stata fatta per la salvezza, si può cominciare a recitare  un’altra novena chiedendo la conversione della persona. In tal caso occorre continuare a recitarla all’infinito, fino alla soluzione del problema. OCCORRE INSISTERE. QUESTA INSISTENZA PIACE A DIO. Naturalmente con questa Novena, che è molto potente, si può chiedere tutto ciò che si desidera dal Signore.